mercoledì 8 marzo 2017

Non mimose, ma ricette per il bene!






La giornata della donna è una di quelle giornate dove ci sono troppe mimose e pochi dolcetti sulla mia tavola!
A parte gli scherzi, è una giornata dai grandi significati peccato che, a volte, si confondano i diritti con i festeggiamenti superficiali.
Comunque penso che la ricetta di oggi sia più che altro un insieme di buone abitudini e coccole per noi: partendo dalla colazione che ci dia energia per la giornata (la mia sempre con pane fatto in casa con semi di lino e farina integrale, marmellata senza zucchero e the verde), per poi affrontare la giornata (e le settimane che verranno) con rinnovato entusiasmo dopo i mille fiori e auguri che avremo ricevuto oggi.
Impariamo a creare piccoli momenti per noi: dal bagno profumato con oli essenziali e candele, a cenette con le nostre amiche e compagne di viaggio che ci siamo scelte per combattere le nostre piccole e grandi battaglie quotidiane, entriamo a far parte di gruppi e reti e continuamo a formarci e crescere come professioniste.
Perché dico questo? Perché una delle più grandi ricette degli ultimi tempi, per me, è quella composta da ottimi ingredienti (persone) e condimenti (idee e progetti): la Rete al femminile, progetto nazionale con varie realtà locali tra cui la mia a Vercelli, con le mie reticelle con le quali stiamo cercando di portare innovazione e una ventata di novità anche qui.
Oggi festeggiamo un anno da quando abbiamo deciso di diventare una associazione di promozione sociale per creare progetti ed eventi per cambiare il mondo. E siamo tante, più di 670 in tutta Italia!
Io da domani continuerò a mettermi in gioco, come mamma freelance, come grafica e insegnante di cucina naturale, come donna che vuole migliorare un pochino la propria realtà.
E voi...che ricetta avere per attuare il cambiamento che serve a questo mondo?

Ora servo e me ne vado 
Chloeugi

martedì 28 febbraio 2017

Coccole per mamme indaffarate e bimbi attivi


Le giornate di una mamma, nonché mamma freelance come me, sono molto intense, soprattutto ocn un bimbo molto vivace e divertente com'è Dido.
Sto ridimensionando il mio mondo, soprattutto perché sono cambiata io nel frattempo, e sto capendo che il tempo è prezioso e quindi devo seguire progetti e lavori che mi rendano non solo economicamente ma anche che mi rendano soddisfata del tempo che non ho potutto investire stando con il mio bambino. Insomma: deve valerne la pena e io devo poter dare il meglio di me.
Per questo sto studiando prodotti e servizi per le persone come me, mamme  freelance super indaffarate, per aiutarci, per non impazzire e per organizzare le nostre vite in maniera dolce e senza troppa fatica. Perché il tempo è davvero un bene inestimabile ei  nostri piccoli ne meritano tanto...e anche noi meritiamo un pochino di tempo per noi.

Tra le coccole più importanti, per me, ci sono i cibi che possono in qualche modo sostenerci durante la giornata, magari facendo spuntini o pranzi e cene golose ma senza appesantirci. 
(ricordo al pubblico che sono a regime, ho obiettivo abbastanza alto di perdere 'sti maledetti 14 kg).

Cosa serve a noi donne dopo aver portato alla luce le nostre creaturine o se le stiamo già inseguendo per il mondo, gattonatori o camminatori in miniatura?
Sicuramente vitamina D= uscire a prendere il sole e l'aria fresca perché non ce n'è, la vitamina D si assimila attraverso i raggi solari, gli integratori e i cibi fortificati aiutano ma non fanno miracoli.
Poi? Ferro e qui ci si può sbizzarrire: dal sesamo del gomasio, condimento che non solo ci aiuta a diminuire il sale ma ci fa assimilare anche vitamina E tanto utile per la pelle, poi ci sono i famosi spinaci, ovviamente solo se conditi con limone possono darci tanto ferro, i fagioli neri, i ceci, le lenticchie, i piselli, i fagili di lima, insomma molti legumi, il cioccolato fondente (YESSSSS), il cavolo, i pomodori secchi, i semi di girasole, le prugne, le olive e le patate. 
L'acido folico è comunque sempre molto utile, quindi via di broccoli, di cavolfiori, rucola, asparagi, avocado se piace il gusto esotico magari usato al posto del burro per creare pietanze golose, cavoletti di bruxelles e agrumi, oltre alla soia che però va tenuta un po' sotto controllo per evitare di esagerare per chi, come me, ha qualche problemino alla tiroide ne rallenta la funzione.
Calcio da recuperare dopo aver allattato o se stiamo allattando: lo si trova in tanta verdura non solo nel tanto citato latte o formaggi che anzi a volte rischiano di averne poco o di non averne di biodisponibile. Dove lo troviamo? Nei cavoli, nei cavoletti, nei semi di sesamo e di chia, in quelli di zucca, negli asparagi, nelle cipolle, nel sedano, nelle noci brasiliane e nelle mandorle, negli spinaci e nei carciofi, ma anche nelle more di gelso e nel cocco. 
Ovviamente se impariamo a creare pasti con una bella varietà di verdura e frutta, abbinata a legumi e cereali integrali, avremo tanta energia per saltare e giocare con i nanetti che gironzolano per casa.

Io come facciamo io e Dido che ha 9 mesi e mezzo? 
Ultimamente mangio moltissima verdura che preparo per me e lui, cotta al vapore o saltata in padella o in minestre varie, abbinate a cereali che provo a variare ogni due giorni: pasta integrale si ma anche riso, farro, orzo che sto facendo assaggiare anche al mio cucciolo. 
Legumi (per lui per ora piselli spezzati e lenticchie decorticate perché sono più digeribili), a volte mi è concesso un pezzetto di cioccolato fondente che io amo. 
Per merenda frutta secca (non disidratata per ora), yogurt o yogurt di soia o centrifugati che divido con lui che li ama. 
Ultimamente il nostro preferito è quello vitaminico Pere Ananas e finocchio.

Ora servo e me ne vado

Ps e comunque ho perso più di un kg e mezzo in due settimane, moltissimo grasso cattivo e ne sono super felice. Non è stato facile con il carnevale e la vita sociale ma è un buon inizio.


mercoledì 15 febbraio 2017

A volte bisogna chiedere una mano



La vita è fatta di cambiamenti, soprattutto nella vita di una donna.
Dopo la gravidanza ti ritrovi immersa in un mondo nuovo, fatto di emozioni e anche paure. Di non essere mai all'altezza, di non riuscire a fare quello che è giusto per il nostro cucciolo. 
Ma anche di non ritrovare più un equilibrio nostro che, come nelle migliori favole, sarà diverso ma sicuramente
più entusiasmante ancora della situazione precedente.
E in tutta questa giostra piena di sfumature e passi, a volte bisogna chiedere una mano a qualcuno.
Ebbene sì, perché non sempre si è in grado di fare tutto da sole.
Essere donna vuol dire spesso pensare di dover essere perfette, sentirsi sempre sotto una lente di ingrandimento che potrebbe mettere in evidenzia ogni nostra debolezza e difetti.
Ma essere donna vuol dire anche pensare a delle soluzioni, perché non abbiamo ne tempo ne voglia di piangerci tropo addosso (in più ora ho già le lacrimucce e il moccio del mio cucciolo sui vestiti!).
E quindi? E quindi mi sono guardata attorno e ho capito che avevo bisogno di una mano, di qualcuno che mi capisse e mi guidasse, perché da sola non riuscivo.
Si cosa sto parlando? Ma della dieta
Sono stata accolta e ascoltata da una nutrizionista vegana super! Se volete scoprire chi è ...ecco il link alla sua pagina facebook!
Mi ha preparto degli ottimi consigli e suggerimenti per aiutarmi in questa lotta continua perché è ora di sconfiggere questi kg e alcune cattive abitudini che, insieme alla tiroide stanca e al metabolismo messo a dura prova da troppi tentativi e stress, non mi aiutano a tornare in forma.
Obiettivo? 14 kg in 7 mesi, se poi fosse di più in meno tempo ben venga!!! 
Perciò da questa settimana si comincia a volersi bene in semplicità, insieme al mio cucciolo che sta imparando a conoscere cibi e consistenze giorno per giorno.
La cosa bella di avere un piccolo in fase di svezzamento è proprio la riscoperta di gusti semplici.
In questi giorni mi sono coccolata con colazioni rigeneranti con latte vegetale e the verde, pane integrale fatto in casa e marmellata senza zucchero o biscotti integrali, con gnocchi di patate cotti al vapore senza uova e formaggio, pasta integrale con pomodorini e ricola, farinata e verdure al forno con succo di limone, spuntini energetici con frutta secca e yogurt di soia ai mirtilli, qualche cubetto di cioccolato per tirarmi su di morale, non tanto per il nuovo regime che per ora è incoraggiante, ma per influenze e dita prese nelle portiere!!! 

Insomma: obiettivi ambizioni per mamme coraggiose!!!

Ora servo e me ne vado a prepararmi una bella merenda con frutta di stagione!
Chloeugi

mercoledì 1 febbraio 2017

Cosa bolle in pentola?


Il primo giorno di un nuovo mese che si prospetta super intenso.
Non so bene come sarà questo primo anno da mamma freelance per davvero, ma sicuramente sarà intenso, divertente e un po' arruffato!
Tra una corsa e l'altra dietro al piccolo fagottino, sto facendo ordine mentale e organizzativo.
Per ora cosa bolle in pentola?

Le mie lezioni con i ragazzi di Città Studi (Biella), vanno avanti e il prossimo anno ci sarà la grande novità: che ci sarà un terzo anno!!! E quindi la scuola diventa un bel corso ancora più corposo e io cercherò di insegnare altre ricettine buone.

Merende diverse si sta organizzando per nuovi corsi, nuovi progetti con la cooperativa sociale Tantintenti e il servizio di box che si è rinnovato!

A maggio terrò lezioni di Pasticceria Naturale sempre presso Città studi con gli adulti; però prima ci saranno delle micro lezioni a domicilio su Pappe pappette e cosine da mangiare con le manine paffutelle dei nostri piccoli.

Altro? A breve uscirà una piccola gustosissima intervista sulla stampa locale, perché è sempre bello fare due chiacchiere quando si incontra qualcuno di così interessante con cui farlo!

Per ora il mio cucciolo ha cominciato lo svezzamento con entusiasmo e mangia di gusto frutta e verdura, semolino, lenticchie e piselli spezzati, mordicchia carote e cetrioli e crackarini senza sale.
Sto provando un po' di ricette di Marco Bianchi (che ringrazio per essere un così bell'esempio di umiltà e semplicità) cambiandole un pochino e dandoci il mio tocco personale. Sto legendo altri bei libri e vene parlerò a breve, in un posto sui libri buoni per i piccoli buongustai.
Il blog diventerà ancora più accogliente perché si parlerà di tante ricettine gustose per grandi e piccini e se avete domande o ricette a richiesta...scrivetemi!

Servo e me ne vado

Ps: Diritti Foto http://www.freepik.com/free-photos-vectors/food" Food photograph designed by Valeria_aksakova - Freepik.com




mercoledì 25 gennaio 2017

Punto della situazione e cambi di direzione

Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.
Virginia Woolf

     

Alla fine dell'anno ho cercato di fare il punto della situazione: quali progetti portare avanti, quali lasciare andare come un amore che non funziona più per noi, quali progetti nuovi creare e con chi.
Ho pensato molto a questo spazio che è nato ormai sei anni fa per un motivo che a molti è sicuramente non noto.
6 (quasi 7) anni fa ho vissuto un momento molto difficile, dovuto alla perdita della mia migliore amica.
Ai tempi le portavo delle cosine buone da mangiare perché in ospedale non le piaceva quasi nulla o le davano cibo ad orari a lei non congeniali.
Questo mi ha portata a studiare cucina naturale, prima la scuola di macrobiotica, poi vari altri corsi cucina vegetariana, vegans,, crudista etc
Ho pensato che, superato questo lutto - che poi v lo dico, non si supera mai del tutto, ma ci si convive-, avrei dovuto chiudere questo mio spazio così personale e goloso.
Ma poi ho capito che qui c'è parte del mio mondo che non ci sta da altre parti...e allora che si fa?
Si cerca di diventare più organizzate e meno dispersive, creando un calendario editoriale per questo 2017 che non mi faccia sentire in obbligo di dire o cucinare, ma di comunicare quello che è il io mondo e la mia cucina per aiutare e viziare chi amo.
Se volete seguirmi, sarò super felice di condividere con voi i miei piatti e le mie conoscenze e di confrontarmi per crescere. 
Perché la salute, per me è un percorso che si crea a piccoli passi e anche sbagliando e inciampando.

E allora che si fa, ora?

Si va avanti con Merende diverse, stiamo finendo di completare una bellissima collaborazione, poi studio per fare un piccolo corso per le mamme per creare pappe same e golose per i nostri cuccioli, vado avanti con le mie lezioni di cucina per i ragazzi delle superiori...insomma la cucina e sempre parte integrante del mio essere! 

In questi giorni al mio cucciolo stanno spuntando i dentini e allora che si fa? Lo di aiuta come si può, magari mettendo in frigo o freezer frutta e verdura da masticare e cucinando cosine fresche.
La merenda preferita di questi giorni è una marmellata crudista.
Come si fa? 

Marmellata crudista
10 albicocche
1 dattero
1 tazza di acqua
Mettere in ammollo per almeno un'ora le albicocche e il dattero, senza nocciolo.
Frullare il tutto fino ad ottenere una bella consistenza omogenea.
Volendo aggiungere un cucchiaio di Crema di mandorla per renderla ancora più golosa!

Ora servo e me ne vado, ci risentiamo promesso, almeno una volta a settimana...le mamme freelance devono organizzarsi un po' come viene!
Servo e me ne vado
Chloeugi 


domenica 30 ottobre 2016

Ricette della domenica e una settimana intensa


Essere mamma è un bel lavoro a tempo pieno.
E io lo amo ogni giorno di più, come amo la strada che sto intraprendendo come libero professionista che vuole aiutare altre mamme.
Per farlo continuo a progettare, studiare e mettermi in gioco per trovare soluzioni nuove e utili.

Altra cosa che amo, e che non è un mistero, è usare la mia macchina del pane per creare soffici e golose pagnotte dolci o salate per viziare i miei cari.
Amo non sprecare nulla e organizzarmi per cercare di trovare ricette veloci, perché essere mamme vuol dire essere un po' acrobati, non trovate anche voi!?

E per confermare questa teoria, questa settimana ho fatto un miliardo di cose belle.
Tra le tante attività, ho avuto l'onore di seguire un corso golosissimo presso Joia, a Milano, un regalo che attendeva da due anni di essere vissuto in pieno.
Piccola pasticceria Vegana...non avete idea della sensazione meravigliosa che ho provato nell'essere di nuovo io allieva e guardare una cuoca bravissima creare tante piccole delizie Vegana e crudiste. Si, ammetto che mi sarebbe anche piaciuto mettere le mani in pasta ma è stato formativo e delizioso!!!

Allora pensando a questa settimana intensa, ho cercato una ricettina domenicale semplice, perché il tempo a mia disposizione non è mai molto, ma basta organizzarsi, il mio motto spesso è Organizzato è meglio! Infatti sono riuscita a fare un miliardo di cose davvero: il cambio di stagione, il cucciolo da coccolare, un tot di mail da scrivere, un paio di corsi da seguire online (stupendi vi consiglio di buttare un occhio su Coursera), lezioni da tenere ai miei ragazzi e qualche ora di sonno! 

Banana bread integrale al cacao
Ingredienti
350g di farina integrale
160g di latte di avena
140g di sciroppo d'agave o miele o sciroppo d'acero
80g di cioccolato fondente o 3 cucchiai di cacao 
50g di mandorle 
40g di olio di semi o mais  
2 banane mature
1 bustina di lievito bio (cremortartaro e bicarbonato)

Il primo passaggio prevede di sbucciare e schiacciare le banane con una forchetta e mescolare insieme al succo d'agave per creare una crema densa e liscia.
Aggiungere l’olio e poi versare nella vaschetta della macchina del pane.
Versare la farina, il lievito, le mandorle, il cacao e poi il latte e avviare il programma apposito per le torte.

Se non si ha la macchina del pane, mescolare bene tutti gli ingredienti e cuocere per 60/70 minuti nel forno ventilato a 175 C.

Ora servo e me ne vado (notte!)
Chloeugi 

domenica 23 ottobre 2016

Pane dolce alla zucca e pomeriggi avvolgenti


L'autunno è il periodo dell'anno che più sa di coccole, per me.
Castagne, zucca, porri, cachi e tanta altra frutta e verdura riempiono le nostre tavole e diventano protagoniste di mille e più ricette golose.
Questa settimana ho deciso di comprare un bel pezzo di zucca ma non volevo fare un dolce classico, non ho moltissimo tempo ultimamente (sarà colpa di un nanetto che zampetta per casa?).
Allora ho guardato un po' nel mio ricettario personale e ho trovato una ricetta che volevo provare da tanto tempo un pane dolce!

Pane dolce alla zucca cacao e mandorle (nella macchina del pane)
Ingredienti
500 g di farina integrale (preparato per pane integrale per macchina del pane)
280 ml di acqua
12 g di lievito
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
3 cucchiai di zucchero integrale
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di cacao
50 g cioccolato fondente
40 g di mandorle

Tagliare la zucca in cubetti piccoli e cuocerla nel cestello per la cottura a vapore per 15 minuti.
Schiacciare la zucca con una forchetta e inserirla nel cestello della macchina del pane.
Versare acqua, lievito, zucchero. Poi farina, cacao, olio, pizzico di sale e mandorle e cioccolato a scaglie, o a pezzetti/gocce.
Impostare il programma cake/dolce e lasciare che la macchina faccia la sua magia.
Lo so lo so non è come se l'avessi fatto con le mie mani però avere la casa che profuma di pane è magico e fa venire dei bei sorrisoni ai miei ometti!

Servo e me ne vado a gustarmi questo pane 
Chloeugi


domenica 16 ottobre 2016

Autunno andiamo è tempo di ...cucinare!

Buongiorno a tutte! 
L'autunno è cominciato e io mi sento piena di voglia di fare, di impastare e incontrare gente! 
Il mio cucciolo ha 5 mesi e cresce bene ed è davvero la migliore impresa della mia vita.
Ci sono nuovi progetti, nuovi lavori r clienti e poi c'è l'avventura di Networkmamas.
Sono qui a presentare il primo mio intervento su Networkmamas, per chi fosse interessato ecco un piccolo corso di cucina, questionario sui gusti, tavola dei nutrienti e una dispensa pensata ad hoc con ricette con prodotti di stagione e piccole curiosità.
Che ne dite? Proviamo a scaldarci partendo dal piatto che abbiamo davanti?
Servo (un bel the verde caldo) e me ne vado
Chloeugi 


lunedì 5 settembre 2016

...il rientro dalle ferie (e da una pseudomaternità!)

Buongiorno!
L'estate sta finendo, non sto cantando una canzone dei Righeria ma sto constatando che la luce del giorno finisce prima e fa spazio ad un buio avvolgente ma un po' malinconico.
Visto che per me sta per finire quel periodo che la gente comune chiama Maternità ma che per me è stato più un prendiamo confidenza con il mio splendido nanetto, per questo la chiamo pseudomaternità perché non mi sono davvero fermata mai almeno non con la testa.

Ed è per questo che ho prodotto...ta daaaa la prima consulenza su networkmamas!!!
Finalmente anche io posso essere una Networkmamas!

E la prima consulenza per farmi conoscere non poteva non essere sul rientro soft dalle vacanze.
Che ne dite? Può interessare?

Sto progettando per ottobre una bella consulenza su come Diventare mamme più healthy e green, con consigli non solo alimentari ma anche di autorpoduzione e bellezza.
Ora servo e me ne vado!
Chloeugi


sabato 11 giugno 2016

Di pance, nuove arrivi e cibo sano


Due mesi fa sono diventata mamma di un bellissimo bimbo, Diego!
52 cm per 3,190 kg di puro amore, urla e voglia di latte hanno invaso la nostra piccola casa colorata.
Tante cose erano già cambiate nei 9 mesi precedenti a questo momento, e ora tutto è cambiato e continua a cambiare.

Ma una costante nel mio mondo é l'importanza che ricopre l'alimentazione nella mia vita.
Nelle rare pause tra una pappa e riposino, cerco di continuarò a leggere e infirmarmi, anche perché a breve tornerò a insegnare (appena confermate le date e le lezioni. Ve lo comunicherò).
Un paio di libri mi hanno davvero ispirata: Mangia Smart di Maria Papavasileiou, la Dieta Smartfood di Eliana Liotta, Pier Giuseppe Pelicci e Lucilla Titta, davvero ben strutturato e pieno di informazioni scientifiche e consigli utilissimi per capire alcuni meccanismi che spessissimo diamo per scontato o non ci sono chiari, Noi ci vogliamo bene di Marco Bianchi e ultimo per ora, la Dieta dei 22 giorni di Marco Borges.

Ovviamente in questo momento non posso fare diete troppo strette o allenamenti duri per perdere i kg che mi sono rimasti dopo il parto. Il corpo si sta riprendendo, non solo la mente si sta abituando ai nuovi ritmi. L'utero e tornato abbastanza in forma, così come gli altri organi e muscoli, ma per essere davvero a posto bisogna aspettare e pazientare, coccolarsi e mangiare sano e fare movimento.

Posso però seguire alcune indicazioni di questi libri, così da riequilibrar i e recuperare le energie oltre fare scorta di sali minerali e vitamine utili per essere la mamma che il mio piccolo necessita.

E allora si cominci: una bella lista della spesa al grido di "più verdure e frutta per tutti!" Tantissimi legumi, frutta secca e cereali, una varietà di colori profumi e gusti naturali pronti a nutrirmi in profondità. Non sempre è facile cucinare con questo piccolo cucciolo che vuole stare in bracci, ma sono fortunata perche è estate e non si mangiano cose particolarmente complicati.

Qualche esempio? Frullati e centrifugati super gustosi, yogurt e cereali frutta la mattina, tanta ma proprio tanta acqua per re idratarmi, dei primi leggeri o secondi nutrienti come insalate con frutta secca legumi e/o cereali. Ci sono abbinamenti super freschi come insalata sognino pesche e mandorle, con una vinagrette al limone o una maionese Vegana o tacos fatti con foglie di insalata legumi verdure e sottaceti, avvolgiamo il ripieno e via!
Poi cene con insalate di riso o farro ottime e fresche e dalle mille variabili.
Per merenda? Una limonata alle pesche e spiedini di frutta che dite? Io ho provato a farli con melone e mirtilli con anguria e more, tagliando melone e anguria con taglia biscotti a stella li trovo così carini! 
Mi sembravano così carini che li ho portati alla audizione del programma DettoFatto. L non so se mi selezioneranno ma è stato bello mettersi in gioco anche se ho un cucciolo di cui prendermi cura.

Limonata alle pesche

Ingredienti:

1kg di pesche noci, 6/8 circa
200g di zucchero di canna o integrale
succo di 2 limoni e fette di limone per guarnire
900ml di acqua

La parte più lunga sta nel creare lo sciroppo di pesche: sbucciare e tagliare a pezzi le pesche e versarle con lo zucchero e 300 ml di acqua, in una pentola capiente. Accendere il fuoco a fiamma bassa e quando sobbollono, lasciarle cuocere per 10 minuti, controllandole.poi schiacciarle bene con una forchetta e lasciate cuocere per altri 15 minuti.
Filtrare con un colino e rimettere sul fuoco per altri 20 minuti. La polpa è ottima e io l'ho usata per creare dei ghiaccioli e dei cubetti di ghiaccio con pesca cento!
Lasciare che lo sciroppo si addensi e poi versarlo in una bottiglia affinché si raffreddi. Spremere i kimoni versare nella bottiglia con 600 ml di acqua e gustare con cin ti di ghiaccio e perché no anche qualche foglia di basilico per contrastare il gusto dolce (idea vista in TV da Jamie Oliver!).

Ora vado a coccolare il mio cucciolo e a pensare alle prossime ricette.

Servo e me ne vado 

Chloeugi



Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero