lunedì 20 settembre 2010

una Girella ci salverà

La settimana scorsa il mio umore era abbastanza sotto i piedi, avevo bisogno che la ruota girasse...lo so che a dire il vero sono abbastanza fortunata: ho una bellissima famiglia, un omino accanto con il quale andrò a vivere a breve, amici e colleghi super...però a volte mi lascio abbattere dalla vita lavorativa cosa che, lo so, non dovrebbe sucedere.
Perchè non viviamo per lavorare ma lavoriamo per vivere...Quindi seguendo le orme del mio idolo e guru personale Bruno Munari, il quale dice che ne Verbale Scritto: Complicare è facile. Semplificare è difficile. Togliere invece che aggiungere potrebbe essere la regola anche in comunicazione, ho deciso che cercherò di semplificare. Di non esagerare o farlo con moderazione, come dice mio padre...
Di prendermi tempo per me, volermi bene etc etc...e in tutto ciò la cucina ha un ruolo molto importante. Amo cucinare per prendermi cura e viziare un po' gli altri e me stessa. Lo trovo un esercizio anche creativo e di flessibilità. 
Quale miglior modo per iniziare la prima settimana del resto della mia vita se non viziando un po' i miei colleghi e me stessa con una girella d'incoraggiamento!

Ecco gli ingredienti per le soffici girelle
250 gr di farina
100gr di zucchero
150 gr ricotta o philadelphia (ho usato philadelphia allo yogurt)
25 gr burro fuso
50 ml di latte tiepido
1 cucchiaino di zucchero
1/2 cubetto lievito (o lievito in bustina da setaccaire insieme)
vanillina e un uovo sbattutto per spennellare
gocce di cioccolato (mia versione personale)








Come si fa
Si scioglie il lievito in parte del latte con il cucchiaino di zucchero. In una ciotola si mescolnao tutti gli ingredienti poi si aggiunge il lievito e il latte rimanente e le gocce di cioccolato. Si forma una bella palla omogenea e soda e la si lascia riposare coperta, o avvolta in un sacchetto di plastica, in una ciotola per circa due ore, finchè non raddoppia la dimensione. 




Si stende la pasta e si arrotola per poi taglaire le girelle e cuocerle per circa 20 minuti a 180°.


Ed ecco il risultato..calde fragranti epronte per aiutare tutti a cominciare al  meglio questa nuova settimana

Servo e me ne vado
Chloe

I pesciolini in marmellata...Sotto il bosco di latte Dylan Thomas

Buondì! Ok ok è un po' che non pubblico ricettine, solo che senza foto non voglio pubblicarle, e poi a volte il risultato evapora prima ancora che io lo possa fotografare!!!
Questa è la 1° ricetta del progetto le dolci letture.
Avevo detto che avrei fatto le nuvole parlanti, ma poi ero in vena di marmellate e mi è venuta in mente la lettura estiva onirica e completamente fuori da ogni logica di Dylan Thomas, Sotto il bosco di latte.
In un punto spuntano I pesciolini in vasetto di marmellata..ed eccovi la mia versione.
Innanzitutto eccovi gli ingredienti per un kg di stupenda marmellata di Arance.

 Ingredienti per un kg di marmellata.
- 1 kg di arance
- 1kg di zucchero
- pectina o frutta pec















Come si fa
Tagliare la frutta a striscioline, o passarla nel tritaverdure, passaverdure o frullatore.
Metterlo in una pentola e mescolarle il tutto con lo zucchero e la pectina, l'acido citrico o quel che si preferisce. Cuocere a fiamma alta per il tempo necessario a ottenere la consistenza desiderata.


  
Io l'ho comunque ripassta nel passaverdura per togliere eventuali semi rimasti e l'ho cotta nuovamente prima di invasarli con i pesciolini intagliati nelle bucce. Lasciare i barattoli capovolti.


E il risultato è...onirico!

Servo (e spalmo sul pane integrale) e me ne vado
Chloe

mercoledì 1 settembre 2010

Dolce salute...rientro dalle vacanze...

Noi siamo quello che mangiamo
vecchio detto popolare


Miei cari lettori, o neuroni visto che, per ora, scrivo quasi esclusivamente per me stessa!
Il rentro dalle vacanze mi ha dato una bella botta di incoraggiamento.
Ho un grande entusiasmo, una bella forza che voglio concretizzare.
Ho voglia di cose buone sane, non solo dolci per confortarsi, ma anche dolci per cullarsi ma senza esagerare, che non va mai bene.
Uno dei dettagli che per ora non è emerso in questo blog/forno di idee e ricettine sfiziose, è la mia passione per la salute e l'ambiente.
Sarà che sono nata in una famiglia vegetariana, che ho una mamma attenta a farmi provare gusti nuovi e intriganti, che mi insegna cosa mi fa bene anche se poi a volte rincorriamo diete impossibili perchè eh beh..essere vegetariani non ci difende dall'essere golosi.
Macrobiotica, ayurveda, biologico e chi più ne ha più ne metta iniziano ad essere parole familiari nel mio mondo e ho pensato di cercare di farle entrare un po' anche nei vostri stomaci...ne vedremo delle belle ops! Buone.

(non) Servo e me ne vado
CHloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero