sabato 6 novembre 2010

MuffAnzi!


La vostra Chloeugi è un'amante della natura, dell'ecosostenibilità, del riciclo creativo e di tante belle paroline che però assumono significati veri e tangibili nella sua cucina.
Per mia fortuna al mondo esistono persone con le quali posso condividere questa mia passione.
Forse ve ne ho già parlato, o forse no, ora non ricordo, e dire che non scrivo da molto ma ho la testa oltre che piena di ricci di un colore non ben identificabile in questo momento (mia madre direbbe Rosso Barbabietola probabilmente!) anche di idee e sogni e aspirazioni oltre che di pensieri grigi a volte...
Comunque, dicevo, per fortuna ho qualcuno con cui condividere questo mio pallino! 
E' Lisa, del blog ecocucina, che ha appena pubblicato un libro meraviglioso che presto mi comprerò e credo che mi farò anche fare una bella dedica. 
Con lei chiacchieriamo a volte per ora via mail, però mi ha chiesto di mandarle una ricettina che abbia come base i principi della sua filosofia culinaria, se così posso chiamarla.
E allora mi sono armata di buona volontà e di buoni avanzi e via! 

Così sono nati i Muffanzi= Muffin+Avanzi

Visto che a casa mia non riusciamo a mangiare tutte le cosine che cucino, ho pensato di partire da lì.



Ingredienti (per 4 persone):
- 500 gr di pane raffermo, o, come nel mio caso avanzi di torte,
  di muffin, cracker aperti e un po’ scalfi, biscottini
- gocce di cioccolato/cioccolato amaro pezzetti
- nocciole e noci avanzate da precedenti lavorazioni
- granella di zucchero
- latte, abbastanza per coprire il pane

Come si fa:
Mettere a bagno nel latte freddo per un paio d’ore se si può il pane raffermo. Strizzarlo in modo da togliere una parte del latte poi sbatterlo con forza, in modo da ottenere un composto il più omogeneo possibile.
Io ho immerso il tutto nel boccale del mio fedele motore da cucina, una volta ammorbiditi un po’ ho dato un  bel giro, in modo da fare tutto a pezzi e da iniziare ad amalgamare bene il tutto.
Poi ho aggiunto le gocce di cioccolato e la frutta secca.
Volendo si possono aggiungere i tuorli, lo zucchero, il cacao, i pinoli e le uvette.
Amalgamare bene il tutto poi versarlo nelle teglie da muffin unte con olio di semi, e ricoprire i muffin di granella di zucchero.
Mettere nel forno ben caldo e lasciar cuocere finchè non sarà bella cotta, la prova dello stecchetto ci dirà la verità, nel mio forno dopo neanche mezz’ora il tutto era bello cotto e fragrante, ma di solito per la torta di pane normale ci può volere anche tre quarti d’ora a 180°.







Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero