lunedì 12 dicembre 2011

3° corso: Regali mangerecci e new per il piano B!

Ebbene sì, ho un tot di new da annunciare e voglio farlo qui, pubblicamente..almeno per me e per i pochi che mi seguono e che abbraccio virtualmente con affetto!
Da sabato sono ufficilamnete diplomata come cuoca Naturale presso la SanaGola di Milano.
Ringrazio innanzitutto la scuola con i suoi insegnanti e tutti quelli che lavorano ogni giorno per renderlo un posto accogliente e sano!
Poi ringrazio quelli della curva nord e tutti gli amici incontrati sui banchi di scuola!
E la mia famiglia e compagno di vita che credono in me e mi sostengono.
Il percorso verso nuovi lidi è iniziato da poco ma questo primo traguardo mi aiuta a crederci e ad andare avanti...E' il piano B, giusto?!
Dopo questo momento da film americano strappalacrime, passiamo alle new divertenti.
Domenica 18 terrò il mio terzo corso questa volta non solo naturale ma un po' goderecccio per 5 splendide allieve.
Sto finendo di decidere quali e quante ricettine fare per creare dei cestini sfiziosi, se avete consigli, fatevi sentire!

lunedì 24 ottobre 2011

Che ti frulla per la zucca??? Un vegan Cupcake!

Buongiorno a tutti!
L'autunno è arrivato e io ne sono super lieta perché amo i prodotti di questo periodo di pre-letargo: le castagne,i funghi e soprattutto lei, la regina Arancione, La Zucca. Per questo ho deciso di partecipare al concorso di Ballarini e del blog Farina, Lievito e fantasia:

La mia ricetta partecipa nella categoria Dolci ed è:

Cupcakes Vegani alla zucca 
con ganache (vegan) di cioccolato:




Ingredienti per 12 muffins: 
300 gr di zucca cotta in forno e frullata
150 gr farina manitoba
50 gr di farina di riso
50 gr amido di mais
120 gr zucchero integrale muscovado o malto di riso
3 cucchiai olio di semi di girasole deodorato
mezza bustina di cremor tartaro o lievito che preferite
150 gr latte di riso
1 cucchiaino di cannella

Procedimento
Far cuocere in forno a 200° per 20 minuti la zucca tagliata a fette e posata su una placca ricoperta di carta da forno.
Mescolare gli ingredienti secchi (le farine, il lievito, la cannella, lo zucchero, l'amido di mais e volendo 5 cucchiai di cacao). In un'altra ciotola gli ingredienti liquidi (latte e olio) e unire i tue impasti.
Versare l'impasto finale nei pirottini dentro le teglie per muffin e infornare per 25 minuti a 180°. Controllare con lo stuzzicadenti ma non prima di 20 minuti al meno.
 Nel frattempo possiamo preparare la ganache o crema di copertura rigorosamente vegana!

Ingredienti per la Ganache al cioccolato
  • 1/4 di cup di latte di riso o altro latte vegetale
  • 110 g di cioccolato fondente spezzettato
  • 2 cucchiai di malto di riso o sciroppo d’acero o simili
Far bollire il latte in un pentolino poi aggiungerci cioccolato e malto.
Mescolare con la frusta affinchè non vengano grumi e la crema non risulti liscia e far riposare finchè non sarà a temperatura ambiente.

Una volta pronti i cupcakes lasciarli raffreddare poi guardinire con la crema e magari qualche mandorla.
Servo e me ne vado..
Chloeugi

Ps Grazie Ibo <3

Pps pubblicato il 20feb2012 qui http://www.veganblog.it/2012/02/20/zucca-muffins-2/

lunedì 3 ottobre 2011

1° corso, scelte entusiasmanti e voglia di un pizzico di gomasio!

Dopo gli innumerevoli (e avolte un po' troppi pignolici) preparativi il mio primo mini corso è andato a buon fine. Ringrazio le mie 4 allieve: curiose e golose come si addice a chi intraprende queste esperienze,
pazienti con me e pronte a mettersi in gioco.
L'argomento del primo corso di Chloe è stato: I secondi e i contorni.
Il menu, dopo varie prove e discussioni tra me e me, tra me e i miei sostenitori/amici/mamma, è stato molto apprezzato.
Ho preparato in anticipo un po' di cosine sfiziose: un pane fragrante con farina PanDiSempre, già il nnome ha una sua poesia implicita; una bella tisana rilassante e piena di vitamina c, di rosa canina; un barattolino di gomasio sia nero sia bianco, un po' a rappresentare lo yin e yang, e gli equilibri che dovremmo cercare in tutte le cose, alimentazione inclusa.
Dopo l'allestimento del tavolo che ci avrebbe allegramente accolte, ho introdotto brevemente il materiale didattico preparato per loro: la tabella dei nutrienti, una cartolina sulle stagioni e le energie, la tabella della stagionalità di frutta e verdura e il libretto delle ricette da me creato.
Poi siamo partite con la prima ricetta: muffin alle carote e mandorle.
Siamo poi passate alle creme di tofu, sfizioso antipasto spalmato sul pane appena fatto e sulle gallette di riso e sesamo.
Per la torta di zucca, porri e feta avendo già fatto l'impasto ed avendolo fatto riposare, eravamo pronte per creare il ripieno.
Poi siamo passate ai finocchi gratinati con besciamella di farro e latte si soia e abbiamo finito con il seitan al limone. Impiattato, servito e mangiato tutte insieme, tra risate e domande intelligenti e pertinentissime.
Vi ringrazio, care allieve, per la fiducia, i consigli e la serenità di una cena preparata insieme.
Servo e me ne vado 
Chloe

sabato 10 settembre 2011

corso di cucina...chez vous!

Passata l'estate, tante idee si sono susseguite, e, alla fine, ecco il risultato! 
Mi propongo come insegnante di cucina naturale chez vous!
Per ora i mini corsi che verranno "cuciti addosso a voi", sarenno in zona, tra Vercelli e Biella, poi, se andranno bene, mi organizzerò per raggiungere altre mete.
Mi presento per chi non segue il mio blog
Appassionata di cucina, allieva presso la scuola LaSanaGola di Milano, cucino da quando mi ricordo! Sono nata in una famiglia vegetariana e questo diploma di cucina corona il mio sogno: conciliare il cibo, il prendersi cura di sè e la comunicazione.
Se volete imparare a fare muffin golosi, torte e aperitivi vegan/vegetariani o per persone intolleranti o allergici a qualsiasi alimento e magari con un occhio al portafogli e all'ecologia, io metto la mia esperienza e voi la casa.
Soddisferò le domande e richieste più particolari.

Per quanto riguarda i dati tecnici:

NUMERO PARTECIPANTI:  si possono fare lezioni personali o per gruppi fino a 5 persone, o di più se casa vostra ci si sta, ma calcolate che, se volete tutti "pasticciare" è meglio avere un gruppo più contenuto.

COSA PORTO IO: le materie prime, volendo si può accordarsi per andare a fare la spesa insieme; le attrezzature, posate e piatti e il materiale didattico.

COSA PORTATE VOI: bevande,  e entusiasmo!

DURATA: 3 ore, ma ci si può accordare.

PREZZO: ci si accorda a seconda dei corsi e del numero di persone.

PROPOSTE CORSI: Aperitivi, brunch, pranzi a buffet, regali di natale, dolci e merende sfiziose, come conqustare qualcuno con piatti d'effetto ma di semplice realizzazione e tutto quello che vi fa venire l'acquolina in bocca!

PER PREZZO E INFO
Chiamatemi o scrivetemi, creerò un corso su misura per voi!
Invia Email oppure telefona al: 346 813 59 68

venerdì 18 marzo 2011

Un post dolcemente impegnato


E' da un po' che non scrivo. Sarà stato il trasloco, sarà stata la consapevolezza di non saper fare delle belle foto forse, sarò troppo presa dalla mia nuova vita, nuova cucina, nuove realtà, nuovi sogni...e allora...eccomi qui...

Oggi dedico una canzone al mio Patato che compie gli anni, perchè è il mio miglior assaggiatore e critico e pulitore di pentole! Meu melhor amigo meu amor...

In questi giorni ho letto qua e la di svariati concorsi e uno mi ha colpita particolarmente , un contest perBene.



Sarà per una personale sensibilità a riguardo, sarà che il motto dell’A.P.E. Onlus è  “Fare informazione per creare consapevolezza” che esprime esattamente lo spirito con il quale intendo dare il mio apporto tramite il nuovo percorso che sto per intraprendere... fatto sta che ho pensato e sono giusta alla conclusione che ce la potevo fare a partorire una ricettina.
Pensa che ti ripensa, ho pensato che c'è sempre bisogno di un po' di dolcezza. 
Ho pensato alle situazioni da film americane: lei che litiga con il suo lui e corre a casa e tra le lacrime si tuffa sul divano con un barattolone di gelato.
Eureka! Il gelato per le donnine che devono starci un po' attente con quello che mangiano, ma hanno anche loro necessità di dolcezze! Senza latticini, senza butto, olii, senza cioccolata, senza carne...e che è???
Ecco il mio...

Gelato alla frutta secca  (noci, nocciola, mandorle)  con latte di riso.


Ingredienti:
- 200 ml di latte di riso (è pazzesco! dolce e sano!)
- 200 ml panna panna di riso
- 120 gr di malto di riso o di mais o, come nel mio caso, di nocciola e mais..una bomba! ( se no 150 gr di zucchero di canna integrale)
-50 gr di nocciole o farina di nocciole, o mandorle, noci quello che preferite

Ho sciolto il malto nel latte scaldandolo in un pentolino, poi ho versato la farina di nocciole. Se non ce l'avete, basta tostare le nocciole e poi sminuzzarle.
Ho lasciato un po' raffreddare e poi ho aggiunto la panna e voilà! 
Dentro la gelatiera per 25-30 minuti.
E' una bomba! dolce ma sano.

Io adoro la frutta secca, le nocciole sono in assoluto le mie preferite. 
Fa bene mangiarne un po' ogni giorno, come insegna la mia mamma, e sono utili a noi veggy! Giusto per informazione, le nocciole contengono molta vitamina E, B6, B9, B1 e minerali quali ferro, rame, calcio e magnesio. Abbassano il colesterolo e contribuiscono a mantenere sano il cuore e i vasi sanguigni.
Servo e me ne vado (a mangiarmi il gelato!)
Chloeugi


venerdì 4 marzo 2011

Nuovi orizzonti


ciascuno cresce solo se sognato
Danilo Dolci

Buon pomeriggio a tutti,
chiedo scusa per l'assenza..che nessuno avrà sentito perchè, per ora non sono molto seguita, ma a me sono mancata! 
Parto con questa citazione sentita ieri sera all'incontro con Saviano, perchè racconta tanto di questo mio momento..
Sono stati mesi di cambiamenti, tra la casa nuova, i forni impazziti e le decisioni da prendere inerenti al futuro...ed ecco i frutti.
Da oggi sono ufficialmente iscritta alla scuola La sana gola, macrobiotica, a Milano.
Lo so che spesso qui ho fatto vedere dolci non proprio macrobiotici, o naturali o...insomma ci siamo capiti. Però credo fortemente nell'importanza del cibo nella vita di tutti i igorni, per stare bene, per migliorare o crescere o curare... E quindi ci mettiamo in gioco, ci sono e spero di pubblicare presto nuove ricettine...anche perchè, forse, ho trovato una degna compagna per la parte fotografica, ma vi svelerò tutto a tempo debito...Ho progetti, idee e voglia di pasticciare ma anche di essere utile...

Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 2 febbraio 2011

Crumbe a modo mio...e di stagione

Sono a casa. Uffina il freddo si è insinuato, aiutato comunque dalla stanchezza e dallo stress (anche positivo) di questi ultimi tempi.
Allora, non potendo fare grandi cose, non potendo soprattutto stare fuori dalla calda nuvola del mio piumone, ma volendo comunque un po' viziare e coccolare il mio omino, ho pensato di preparargli una sorpresa per stasera.
Un piccolo dolce fatto con quello che c'è in casa e con quello che è di stagione.
Il frutto, ormai lo dovreste indovinare visto che è "di moda " in questo blog da qualche settimana, è l'arancia!
Ho pensato di fare un Crumble di arance a modo mio.


Che cosa serve?
- 2 arance
- Pane secco, biscotti, fette biscottate tutto quello che avreste buttato perchè un po' sgalfo o non più fresco
- Latte per rendere il tutto morbido
- Cacao in polvere
- Frutta secca
- Zucchero 

Avendo avanzato pane e muffin dalle scorse settimane, all'inizio ho pensato di fare dei tortini di pane avanzato, ricetta ormai storica a casa mia, per la semplicità, velocità e facilità nel reperire ingredienti, ogni volta diversi e buoni.
Ho tagliato e spezzettato tutto il pane e i muffin e li ho ammorbiditi sommergendoli con latte scremato e cacao e mescolando ben ben. Ho poi aggiunto scaglie di cioccolato avanzano, delle nocciole e un po' di cannella.
Una volta pronto ho versato l'impasto nella teglia per piccoli muffin/panettoncini e ho infornato. Di solito in 30 minuti circa sono pronti e fanno una bella crosticina se si cospargono di zucchero.
Poi, a metà cottura dei suddetti minimuffin non mi sentivo soddisfatta del tutto. 
Ho fatto una carrellata della mia piccola cucina e i miei occhi sono stati attratti dalle due povere arance abbandonate nel cestino della frutta.
Ho deciso di pelarle a vivo, di affettarle, cospargerle di zucchero e un pochino di cannella e ricoprirle dell'impasto precedentemente preparato per fare i tortini.
Quindi l'ho infornato e voilà! Ecco una bella creazione sana piena di vitamina C e con una crosticina invitante e croccante.

Servo e me ne vado (a letto!)
Chloeugi

martedì 1 febbraio 2011

I piccoli piaceri della vita...

“Amèlie coltiva un gusto particolare per i piccoli piaceri: tuffare la mano in un sacco di legumi; rompere la crosta della crème brulée con la punta del cucchiaino”

Ok ok..sono una versione all'arancia degli altri biscotti...penserete voi...più o meno.
Però per me è talmente un piacere sfornare biscotti, muffin, torte e quant'altro dal mio forno che insomma, non riesco quasi a smettere. Solo che, ovviametne, a volte mi ripeto o ritendo o rifaccio una ricetta cambiando ingredienti e smussando un po' i bilanciamenti. E così è questa volta.
Spero mi perdonerete.

Così come spero perdonerete questa infornata di agrumi...ma, devo ammettere che, da quando ho inziato le letture su Alimentazione sana, Naturale, metodo Kousmine, ho un po' la fissazione per la frutta e verdura di stagione. D'altro canto, ogni volta che faccio dei dolcetti mi sento un po' in colpa. Però...c'è sempre un però...
Qui c'è bisogno di un po' di tenerezza e di sostegno. L'inverno, in tutti i sensi, passerà.
E allora via..ad infornare altre meraviglie all'arancia, che è frutto di stagione.

Ingredienti:
250 gr di farina
150 gr di burro morbido
75 gr di zucchero a velo
2 tuorli
2 cucchiai di succo d'arancia

Uno dei consigli che utilizzo spesso per la frolla è lavorare bene il burro prima, rendendolo pomata.
Poi aggiungo il resto cercando di toccare il meno possibile la frolla perchè non si disintegri, ma resti ben amalgamata e morbida.
Inpellicolo e lascio riposare per mezz'oretta in frigo.
La seconda possibilità è mettere questo delizioso impasto in una sa à poche con becco dentellato e fare tanti anelli adagiandoli delicatamente su una placca coperta di carta da forno. Cuocere per 15-20 minuti a 180°.
Volendo si possono spennellare con una bella glassa all'arancia o cospargere di codette o di arancia candita.
 Comunque penso che andrò a cercare una crème brulè...e una bella fiammetta ossidrica...tanto per avvicinarmi alla cara Ameliè.


Servo e me ne vado
Chloeugi

Ps Ho avuto un gran successo in ufficio...nenache lebriciole sono rimaste...per fortuna..anche a casa mi sa che troverò la stessa desolazione! Sono in cerca di una nuova biscottiera..help!

giovedì 27 gennaio 2011

Cupcakes passion...di stagione

In questi giorni sarà la casa nuova, l'aria nuova e tante altre cosine ma mi sento ispirata. Sto producendo pane, dolci e biscottini e ho pensato di partecipare ad un concorso per sfogarmi un po' e per venire a contatto con altre persone che, come me, vivono questa passione travolgente. E poi ho pensato, con una mia collega, che potrei istituire il Muffin day o Cupcake's day! Io li adoro, li trovo comodi, confortevoli e super creativi e..easy!
Però mica posso fare tutti sti cupcakes, o fairycakes e tenermeli per me?!
Ho pensato che potriei anche condividerli ma come?! Ma partecipando a uno o più concorsi e raccolte...
Il concorso in questione è Il ricettario di Cinzia con argomento ingrediente gli agrumi, che io adoro e che fanno tanto bene!


Ingredienti:
-170 gr di farina
-1 cucchiaino di sale
-160 gr di burro
-170 di zucchero vanigliato
- scorza di un limone e di un'arancia e poi succo
- 3 uova a temperatura ambiente
- cioccolato fondente e/o bianco per fare copertura

Preriscaldo il forno a 180°. Fodero la teglia dei muffin con i pirottini così da essere già pronta. Rendo pomata il burro con l'aiuto del mio robot da cucina poi verso lo zucchero fino ad ottenere un composto bello spumoso. Intanto, in un'altra ciotola, mescolo farina e sale. Unisco le scorze grattuggiate e poi il succo. Aggiungo le uova e le amalgamo bene. Infine le farine in 4 tempi. Ho trovato uno spunto interessante in rete: usare strumenti da cucina che di solito useremmo per altri scopi...e ho aperto il cassetto e ho trovato la spatola per fare le palline di gelato e ho pensato di usarlo per distribuire il mio impasto nei pirottini con più facilità. Infornare nel forno per 20 minuti e lascio raffreddare per dieci minuti.
Intanto faccio sciogliere a bagnomaria il cioccolato che userò per ricoprire delicatamente le cupcakes profumate agli agrumi.  Decoro e...assaggio!

Servo e me ne vado
Chloeugi
ilricettariodicinzia

Mordere un raggio di sole?

Sono giornate un po' intense. Sarà il freddo. Saranno i cambiamenti. Non lo so.
So solo che c'è bisogno di un po' di energia e qualche coccola non fa mai male.
Io sono dell'idea che sia sempre meglio una carezza che un pugno, anche se il mio compagno non sarebbe pienamente d'accordo.
E penso che sia meglio "viziare" un po', anche in maniera veramente semplice, le persone che ci stanno accanto e che fanno fatica un po' come noi.
Ma bando alle ciance...ecco la ricettina che ho pensato di fare per sostenerci un po' domani tra colleghi. Ho pensato al sole e a come facciano bene i suoi raggi e da lì l'idea! I limoni!
E allora ho cercato un po' in giro e ho trovato tantissimi spunti ma non mi convincevano a pieno....alcuni troppo complicati altri troppo lunghi altri non vanno bene per la colazione...che fare? Ma certo! Cambiare un po' di qui, togliere di là, sostituire un ingrediente...e voilà!



Biscotti al limone per un po' di buon umore!
Ingredienti:
- 400 gr di farina (100/150 di riso il resto manitoba)
- 200 burro morbido
- 2 tuorli e un uovo intero
- 250 gr di zucchero vanigliato (io l'ho fatto usando una bacca intera di vaniglia aperta in un barattolo di zucchero dura un sacco ed è super profumato!)
- un limone grattuggiato e il succo

E' come una semplice pasta frolla ma più al gusto limone che è molto avvolgente e fresco. Io uso il metodo che ci ha insegnato il pasticcere al corso che ho seguito tempo fa e cioè rendere il burro a pomata con calma e pazienza e un buon mestolo di legno. Poi aggiungo lo zucchero e poi via via gli ingredienti. Cerco di non impastarla troppo per non "cuocerla" e poi la pellicolo e lascio riposare in frigo. Dopo 30  minuti è pronta per essere stesa e tagliata con le forme che preferiamo. Infornare a 180° per 10/15 minuti.

Servo e me ne vado (a nanna vista l'ora!)
Chloeugi

lunedì 17 gennaio 2011

Commissionami un dolce!



Buongiorno a tutti i golosi del mondo!
Chiedo scusa per la lunga pausa ma ho avuto un sacco da fare, da pensare, da baciare lettera e testamento! A parte le scemenze, oggi mi trovo qui per proporre un nuovo "servizio", se così lo si può chiamare.
Il tutto nasce da una mia esigenza, giorni fa, di preparare un dolce per partecipare ad un cocnorso che publicizzo velocemente in questo pos, ma di cui parlarò meglio nel prossimo: Fornelli indecisi ha indetto un concorso molto carino, andate a vedere! http://www.fornellindecisi.it/blog/il-concorso/
Comunque, io volevo partecipare ma la mia famiglia è un po' stufa di mangiare e ingrassare, visto che siamo in inverno e siamo un po' pigri e, almeno uno dei miei super parnti, è momentaneamente impossibilitato al consueto deambulamento per le vie del nostro paese e oltre!
Per cui mi era stato chiesto di non fare dolci per un po', visto gli effetti del natale (e del mio crescente entusiasmo!) Come fare? Poi, un giorno, parlottando con un mio collega/amico sono venuta a sapere che aveva un ospite a cena ma che non aveva voglia di cucinare il dolce, essendo molto più bravo nel cucinare pietanze salate, che gli danno anche molte più soddisfazioni!
Ho fatto 1+1 e ho scoperto che il risultato...era un servizio che potevo proporre anche ad altri!
Mi sono offerta per preparare io non il dolce ma il Momento del dolce+caffè!
Tornata a casa mi sono messa all'opera con questa ricettina niente male, ma di cui ho già parlato credo...Soffici tortine al cioccolato e fleur de sel con panna ben montata e scorzette d'arancia come guarnizioni!
Ma il meglio è stato preparare la borsa da Momento dolce+caffè?!
Innanzitutto, una volta propnte le tortine, sono state impacchettate come doni, perchè, infondo,a vere ospiti a cena/pranzo in generale, è un po' un regalo che ci fanno e ci facciamo: un momento di convivialità e vita insieme, di chiacchiere, canzoni e risate innaffiate di buon vino e avvolte da buoni profumi e cibi prelibati cucinati apposta per l'occasione.
Poi ho preparato la panna e l'ho messa in un bel recipiente da marmellate con un bel cucchiaino infiocchettato pronto all'uso. Ho preparato anche i cucchiaini come una ghirlanda per addobbare il tavolo e ho preparato un vasetto con le zollette di zucchero molto praticolari: a forma di barchetta. Infine ho preparto anche le tazzine per servire la panna con i dolci e per il caffè. Ho scritto gli ingredienti e voilà! 

Il Momento del dolce+caffè è pronto per esser consegnato e poi gustato!

Si può vedere il risultato in alto, ma se volete...mettetemi alla prova!

Servo e me ne vado
ChloEugi

mercoledì 5 gennaio 2011

E gira e gira il mondo! e gira la mia testa!


Anno nuovo vita super piena (come quella vecchia direi!) ;)
Sono giorni pazzi e pieni di cose da fare, scatole, borse, zaini, roba da buttare altra da vendere insomma..un po' di delirio pre- trasloco.
E sono felice di iniziare questo anno nuovo con un trasloco, per fortuna ho qualche giorno per prepararmi. Lo trovo zen...fare ordine, inscatolare, fare pulizie però...in realtà ciò che mi rilassa di più resta sempre cucinare!
Visto che la mia Briciolina, la pasta madre, ha avuto qualche trauma, ma ora sta meglio, l'ho rinfrescata come si deve...saranno stati i bagordi di fine anno?! Ora però si sentiva pronta per fare impasti sfiziosi!
Via allora...con queste girelle tutte home made con marmellata di agrumi fatta in casa e l'impasto con briciola e amore e gocce di cioccolato, così domani, il mio omino e la mia famiglia oltre alla calza si sveglierà con un profumino allettante!


Ingredienti:
150 g di Briciolina (lievito madre)
450 g di farina (ho usato manitoba)
200 g di latte (scremato tiepido)
3 tuorli
2 cucchiai di zucchero (vanigliato fatto in casa)
la scorza di 1 limone (alla fine l'ho dimenticata!)
100 g di burro a temperatura ambiente
marmellata (q.b) (di agrumi misti fatta da me)
gocce di cioccolato (q.b.)

Come si fa: 
Nella planetaria si fa sciogliere il lievito madre con il latte tiepido, e poi si aggiungono i tuorli, la farina, lo zucchero,  il limone grattugiato, e per ultimo il burro. Si fanno amalgamare bene gli ingredienti e far lavorare per circa 20 minuti.
Coprire la ciotola, e si lascia lievitare per circa 4 ore in luogo caldo al riparo da correnti. Quando sarà ben gonfia si riprende il panetto e poi lo si stende e si spennella con marmellata e si cosparge di gocce di cioccolato per poi arrotolarla e tagliarla a rondelle, cercando di essere molto delicati e le stendiamo su una cteglia con carta da forno e si lascia lievita per un'ora.
Si inforna a 170° per 20/25 minuti.

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero