mercoledì 29 febbraio 2012

3 giorno e fornelli roventi!


Buongiorno assaggiatori di tutta Italia ehm Piemonte? Dai, almeno Biella-Vercelli-Novara! Oggi ho avuto la fantastica sorpresa di trovare tantissimi voti per le semifinali di Fornelli indecisi. Ringrazio tutti e spero che continui così!
Ieri sera mi sono preparata un piatto pazzesco ma l'ho mangiato così voracemente che non ho avuto modo di fotografarlo! Scusare. 
Comunque ho fatto una crema di cannellini con qualche oliva e succo di limone, e un involtino di riso condito con senape shoyu e limone dentro un'alga e pezzetti di broccoletti al vapore. 
Poi mi sono fatta un budino, ok non dovevo cedere al cacao ma era li ...allora ho aggiunto alla bustina di budino naturale che ha solo cacao amido e sale succo di mela e acqua ho portato a bollore e aggiunto un po' di malto e voilà il gioco è fatto! 
L'ho messo a raddensare nelle formine a cuore e pappato meta per dessert e metà per colazione mescolato al budino di miglio. 
La magikschiscetta oggi prevede una crocchetta di miglio su un letto di crema di cannellini e verdure cotte al avpore. Dignitosa direi!

Servo e me ne vado
Chloeugi

martedì 28 febbraio 2012

2° giorno di QuaresimaSia e trasporto speciale!


Il secondo giorno è pieno di entusiasmo, nonostante la maleducazione della mia bilancia che sostiene che io sia ingrassata..va beh non dò ascolto a certe voci, io mi sento molto bene.
Per cena, ieri sera, ho finito la pasta udon con il tofu in agrodolce e ho mangiato qualche verdurina al vapore condita con la solita salsina ai 4 sapori. Come antipasto mi sono mangiata un'alga nori resa croccante passandola sul fuoco del fornello.
Ieri sera, oltre a farmi l'hennè (molto bello e nutriente, con l'aggiunta di 4 cucchiai di yogurt bianco), ho prepararo un po' di cosine da mangiare in questi giorni.
In primis il riso integrale, seguendo le proporzioni di 1:2: ho cotto 150 gr di riso integrale, che avevo prima pulito nel colino apposta, in 300 ml di acqua conun pizzico di sale. Una volta giunto a ebolizzione ho abbassato la fiamma, messo la pentola sullo spargifiamma, e lasciato guocere con un coperchio per 45 minuti. E' venuto morbido e gustoso, non secco, quindi non necessitava di aggiunta di olio perché non si attaccava.
Poi mi sono preparata una crema di miglio per la colazione. Trovo il miglio molto gustoso e sfizioso, non potendo però usare latte vegetale, ho usato l'acqua. Ho fatto cuocere 200 gr di miglio sciacquato con 1 litro d'acqua, ci andrebbe il latte di soia o di riso ma in quaresima sarebbe meglio di no per via della presenza di olio, e poi ho aggiunto 2 cucchiai di malto di orzo per renderlo dolce. Una volta cotto, l'ho frullato e ho aggiunto qualche uvetta....lo so, lo so sono dolci, ma era per dare una botta di vita!
Oggi la magikschiscetta offre riso con verdure in agrodolce, miso con alghe e insalata pressata di cetrioli carote e germogliAmici conditi con un'altra salsina senza olio.
Stasera rifarò il gomasio, visto che si può mangiarne un cucchiaino al giorno.

Un piccolo dettaglio: l'immagine qui sopra, raffigura la torta che oggi ho portato in bicicletta, alla mia super collega Alessia che da domani tornerà a vivere in provincia di Roma con il suo Lord.
Non è una torta vegan, anzi...ma per gli amici si può fare un'eccezione. La cosa senzsazionale per me è che non ho assaggiato nulla: nè la pastafrolla, nè la crema, niente! E non ne mangerò neanche una fettina, se no addio buoni propositi.
Segno la ricetta perchè è sicuramente un buon dolce, pesantuccio per carità, però penso che troverò il modo per renderla un po' meno pesante.

Crostata di pastafrolla al cacao con crema di cioccolato bianco al profumo di arancia
Ingredienti
Per una tortiera da 24cm
Per la pasta frolla:
- 240 gr di farina
- 160 gr di burro
- 80 gr di zucchero a velo (o normale)
- due tuorli d’uovo
- 30g di cacao amaro
- un aroma a scelta

Per la Crema al cioccolato bianco:
- 200ml di latte
- 2 tuorli
- 30g di zucchero
- 100g di cioccolato bianco
- un cucchiaino di Amido
- un cucchiaino di farina

Procedimento per la pasta frolla:
Io ho imparato questo trucchetto ad un corso che ho seguito tempo fa (grazie CHef Vincè!): lascio il burro fuori un po' prima di lavorarlo, impomatandolo, cioè con un cucchiaio o nella planetaria se uno la può usare/ce l'ha, si deve rendere il burro come fosse una pomata, schiacciando contro le pareti della ciotola e un cucchiaio il burro morbido. Dopodiché si mescolano con le mani i vari ingredienti, facendo attenzione a non impastarla troppo che si rovina.
Riporre in frigo ricoperto da pellicola per mezz'ora o 1 ora. 
Una volta finita questa operazione di compattamento in frigo,  stendere la frolla in una tortiera imburrata ed infarinata, bucherellare il fondo con una forchetta, coprire il fondo con la carta forno e mettere sopra dei fagioli secchi per evitare che gonfi durante la cottura.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15-20 minuti (dipende sempre dal forno).

Procedimento per la crema al cioccolato Bianco:
Montate i due tuorli insieme allo zucchero, incorporate il latte, la farina e l’amido (setacciati) e cuocete su fuoco basso, mescolando, finché si addensa. Unire il cioccolato bianco mescolate e farla intiepidire. Volendo si possono usare 200 gr di cioccolato, per renderla più "porcosa"!

Per assembrarla:
Si deve versare la crema nel guscio, meglio se non proprio caldissimo. Poi decorare con cioccolata a scaglie o, come ho fatto io, con gocce di cioccolato e arance candite in casa che avevo avanzato dai muffin di sabato.

Ultime da Licolino: è arrivato il momento di andare in frigo! Sta benone, ieri gli ho fatto un bel rinfresco con 100 gr di farina e 100 ml acqua.

Servo (non mangiando) e me ne vado
Chloeugi

lunedì 27 febbraio 2012

Fornelli da votare e inzio della Quaresima!


Buon lunedì!
Innanzitutto, buon lunedì! 
La giornata comincia con la notizia che, finalmente, sono aperte le votazioni per il concorso Fornelli indecisi, potete votare qui.
Poi...allora con ordine, il weekend è stato pazzesco, pieno di belle persone, di esperienze da vivere con entusiasmo e la curiosità mista a timore, per questa QuaresimaLSG che inizia oggi.
Ho iniziato la giornata con la mia "pappetta" con fiocchi di riso e acqua e uvetta per addolcire. Penso che, per domani, cercherò di prepararmi o della "pappetta" di riso cìpartendo dai chicchi o dei bei budini di miglio.
Poi i preparerò un po' di legumi e di cereali da mangiare durante la settimana. Le verdure magari le farò con la tecnica nishime, come sppiegato da Martin, ma devo fare un po' di acquisti mi sa, un cavolo di sicuro, visto quanto mi è piaciuto in questi ultimi gironi che me lo sono fatta! Poi mi servono mele per farmi delle belle composte merendine e mi farò anche dei kanten per soddisfare la voglia di dolce.
La magikschiscetta oggi mi ha donato una meravigliosa pasta udon di grano saraceno in brodo (miso) con alghe e tofu agrodolce a cubetti. Avevo anche l'insalata di cetrioli carote e germogli fatti da me conditi con la salsina ai 4 sapori (aspro= limone, salato= shoyu, dolce= malto d'orzo e pungente= senape dolce), ma ero pienissima. Meglio così, la mangerò stasera.
Bevo il mio the e mi immergo nel mio lavoro
Servo (il the) e me ne vado
Chloeugi

domenica 26 febbraio 2012

Pre-quaresima: ci si prepara alla primavera

La lezione di oggi è stata molto intensa e sentita perché era sull'energia terra, quella legata alla milza pancreas e stomaco. Con l'avvicinarsi della primavera, il corpo sente la necessità di pulirsi, liberarsi dagli accumuli di calore e energie utili per sopportare l'inverno rigido. E allora che quaresima sia, pronta per la primavera!!! Non sarà facile, visto il nostro calendario di impegni, ma ce la possiamo fare, si tratta di fare scelte. Ma volevo condividere con chi mi legge, il menù di oggi a scuola La sana gola:
- zuppa di Miso
- riso con broccoli pinoli e olive nere
- cavolo nero saltato
- fagioli speziati e cipolla
- carote finocchi cavolfiore al vapore con salsina agrodolce
- tortino di miglio gratinato al forno
Un pranzo meraviglioso, sempre un piacere mangiare qui.

La quaresima
1) No prodotti animali
2) No prodotti da forno
3) No zucchero, miele, zucchero di canna, fruttosio, frutta tropicale, fichi, datteri, agrumi e niente frutta cruda. Quindi dolci pochi e solo di qualità con malto e frutta cotta
4) No olio e prodotti in cui ci sia olio: latte vegetale, frutta secca
5) No vizi: caffè cioccolato alcool

Ce la posso fare,
Servo e me ne vado (a riflettere sul menù della settimana)
Chloeugi

sabato 25 febbraio 2012

Un weekend illegale immorale e ...farà ingrassare?!?

Una frase famosa dice che le cose migliori nella vita i sono immorali, o illegali o fanno ingrassare! Io penso di non essere proprio in quella condizione, ma mi ritrovo sicuramente a vivere un weekend molto intenso, in quel senso forse immorale e senza pause, per questo illegale e mangiando poco a casa,..quindi forse farà ingrassare! Ma se si sta bene, posso auto perdonarmi! Per quanto riguarda il pranzo di oggi, sono stata brava e ho preso una bella zuppa di spinaci e zucchine e verdure saltate con sesamo e poi un dolcino piccolino, tutto questo in uno dei miei posti preferiti a Torino, ma non voglio far pubblicità, non mi sembra carino in questo luogo. Stasera panini e i miei muffin, sperando che siano buoni! Ora mi rilasso, ringrazio i buoni compagni di giochi, pasticci calligrafici e risate.

Servo e me ne vado
Chloeugi

venerdì 24 febbraio 2012

Preparativi x il weekend con muffin agrumati (vegan) per persone care

Il forno mi stava chiamando, giuro! Lo so che non dovrei, però quale modo
migliore avrei potuto trovare per : 1) fare una coccola al mio compagno e a me per la fine si questa lunga settimana; 2) creare dei dolcetti per festeggiare la fine del carnevale, i nuovi amici e darci energia per la sfilata; 3) sfogarmi un po'!!! 
Ho trovato questa ricetta, alla quale ho cambiato un po' le dosi, l'ho presa qui.

La ricetta l'ho raddoppiata e serve per circa 18 muffin e un plum cake piccolo. 

Ingredienti:
- 500 gr farina
- 100 gr fecola di patate
- 200 gr zucchero integrale, (forse ne serviva di più)
- 1 bustina di lievito
- 200 ml olio di mais
- 360 ml di succo di arance e limoni

Ci volevano due uova, e ho pensato di sostituire un po' di latte di riso, ma forse non serviva perché si rischia di rendere l'impasto troppo gommoso.
Cuocere in forno a 180 gradi per 20 minuti. Poi ho creato una glassa sciogliendo dello zucchero con del succo di arancia e l'ho usato per coprire i muffin poi ho decorato con delle scorze d'arancia candite alla veloce e voila! 

Servo e me ne vado (a nanna)
Chloeugi

Friday holy Friday!

Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare,
Che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare,
Che io possa avere soprattutto l'intelligenza di saperle distinguere. Thomas Moore
Anche questa settimana volge al termine, dopo tante fatiche.
Dopo influenze, ospiti familiari e adorabili, dopo le consegne del GAS, dopo lavori estenuanti e ripetitivi e altri divertenti e colorati, dopo blog da gestire e coccolare, dopo germogli che mi stanno per dare tanta gioia e pasti corroboranti. Eccoci arrivati al venerdì, santissimo venerdì, che mi proietta verso un weekend che ha dell'incredibile, per la collezione di attività che andrò a svolgere.
Che vi racconto? Stamattina ho guardato i miei germoglietti amici che si stanno schiudendo, meravigliosi e verdi, come la speranza che siano super fully di cose buone!
Domani farò la foto, anche se non so quando, a dire il vero, visto che uscirò alle 7,40 per andare a prendere il treno per Torino, aiuto-interprete a un corso di calligrafia fantastico, poi sfilata poi ..nanna! Poi domenica 2° lezione delle 5 energie: siamo all'energia Terra, dopo l'energia legno della scorsa volta.
Da lunedì si inizierà la quaresima, e sono un po' preoccuapta, perchè non sarà facile con tutti gli impegni e gli eventi a cui prendiamo parte, ma farò del mio meglio perchè ho visto e vissuto i benefici, fino ad ora, delle varie indicazioni che mi sono state consigliate.
Sono ancora in attesa dei risultati di Fornelli indecisi, e sono Decisamente agitata!
La mia mangikschiscetta, oggi offre: minestrone di farro e legumi, ammorbidito con un cucchiaio di tahin che l'ha reso super cremoso, crostini di pane di kamut per guarnire, mezza polpatè agli spinaci e tofu e mezza crocchetta di miglio con insalatina di carote grattuggiate. Direi che è un pranzetto da regine!
Ps appena tornata ho fatto la foto ai miei piccoli...eccoli

Servo (me stessa) e me ne vado
Chloeugi

giovedì 23 febbraio 2012

L'ansia da zuccheri e l'arancione che aiuta...anche quello di masterchef?


Quando ci si sdraia a letto, il nostro corpo dovrebbe fare partire l'impatto "dai, addormentati!".
Sarebbe ancora meglio avere gli occhi delle bambole, che quando si inclinano, hanno le palpebre che seguono naturalmente l'inclinazione soporifera.
Ieri non ero nè bambola nè tanto meno essere capace di mandare questo messaggio al mio corpo.
Che fare? Analizzo la giornata e quello che ho mangiato e, alla fine, la risposta è li davanti ai miei occhi: troppi zuccheri e, soprattutto, mal gestiti durante la giornata, hanno creato una curva glicemica da folli! Mi addormento, con la consapevolezza che, domani, andrà meglio. Infatti... Questa mattina, dopo le mille faccende domestiche, non avendo tempo di fermarmi per fare colazione, mi sono preparata il mio amato thermos di the hojicha e una fetta di pane di kamut con marmellata di arance fatta da me, e mi sono incamminata verso la stazione. E, camminando e smangiucchiando con calma e pace, mi sono accorta che l'arancione era il colore dominante della giornata. L'arancione, il colore preferito del mio compagno di passi, che mi sostiene anche senza capire o essere interessato alla mia curva glicemica. La giornata inizia con il sole dentro e fuori! 
Poi la giornata continua, con pensieri e lavori vari e una vocina dentro che mi dice "ascolta LaZia, prova a candidarti a masterchef...". Alla fine mi sono detta: "ok è una trasmissione difficile, pinea di tensioni e di emozioni e tu non sei fotogenica e sei pure vegetariana, ma prendila come un gioco...come dice il tuo Assaggiatore di fiducia, al massimo non ti chiamano per la selezione se no prova a giocare no?". Un po' di incoscienza ci sta, e allora via...
La magicSkiscetta oggi mi ha portato del riso saltato in padelal con olio di sesamo e dadini di tempeh anch'essi saltati in padella, profumato caldo e ritemprante.
P.s LicoLino vi saluta, sta bene, si è ripreso e a brevissimo giocheremo insieme, per ora lo nutro in attesa di farine migliori! E i semini si stanno preparando per germogliare..non vedo l'ora!
Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 22 febbraio 2012

Fornelli indecisi...qualche anticipazione

...so che non dovrei forse per scaramanzia non dovrei...ma sono così felice...sono stata votata per la mia ricetta e sono tra i primi tre finalisti dei sei della sezione antipasti!!!!! Ne mancano ancora tre per ogni sezione, poi inizieranno le votazioni on line...E poi, chi avrà passato questa fase, ci sarà la grande festa finale, in cui mostrare le proprie doti e la premiazione finale. Quanto sarebbe bello volare a Lecce...non so...per ora già essere arrivata qui, essere stata notata, non è male non mi era mai successo...speriamo e incrociamo le ditina.
Per ora ringraziamo!


(mi) servo e me ne vado
Chloeugi

The day after: i miei semini

...this is the first day of my life...

Questa mattina ho sciacquato i miei bei semini di azuki verdi, e li ho risistemati nel vaso, belli umidicci e con la garza come coperchio (vedi foto). 
Alcuni li ho stesi in una vaschetta riciclata, coperti da un fazzoletto di carta assorbente, così, per vedere quale metodo preferisco o quale funziona meglio. Il mio allegro compagno sarà felice di vedere che, ormai, il davanzale delle cucina ospita tanti amici nuovi: LicoLino e i simpatici germoglietti.
Non vedo l'ora di vedere i germoglietti! Ho pensato di provare anche con i ceci che ho nella mia dispensa. Con l'arrivo della primavera servono vitamine, sali minerali e cosine croccanti e gustose!

(con)Servo e me ne vado
Chloeugi

martedì 21 febbraio 2012

E che i germogli crescano sul mio balcone!


Diamo il benvenuto ai miei piccoli!
Mi sono decisa e finalmente ho trovato 5 minuti, dopo una lunga giornata, per dare vita a questi nuovi amici. Ho preso un bel vaso, dei fagioli verdi, (con la speranza che siano commestibili! ) e una tazza d'acqua. Ora, come letto un po' ovunque, li metto ammollo per tutta la notte. Domani li sciacquerò, usando un colino, una volta di mattina e una di sera, come due bagnetti, che li aiuteranno a germogliare. Dopodiché prenderò un tovagliolo e un elastico e chiuderò il vaso con questi, in modo che passi l'aria. È sempre bene esporli alla luce indiretta per almeno 6-7 ore, per far sì che si arricchiscano di clorofilla.
Tempo stimato: 2-3 giorni. Perché fare tutto ciò, vi chiederete?! Questa tecnica ci permette di poter assimilare e mangiare alimenti che normalmente non saremmo in grado di digerire, se non cotti, come cereali e legumi. Ogni seme sarà carico di energia vitale. Questo processo inizia grazie all'ammollo, che modifica la composizione biochimica del seme. Le reazioni enzimatiche trasformano gli amidi in zuccheri semplici: ecco spiegato il gusto dolce e piacevole dei germogli. I sali minerali, gli oligominerali e le vitamine aumentano e vengono assimilati meglio.
Con ciò spero di ottenere dei germogli croccanti e saporiti, per stare sempre meglio, per avere qualcosina da sgranocchiare e per prepararmi alla quaresima.

Servo e me ne vado (a letto)
Chloeugi

Il rientro dei convalescenti

Sono tornata al lavoro. Con il naso che sembro Rudolf, la renna di Babbo Natale o meglio Babbo Badale...a parte ste scemenze oggi sono rientrata un po' a fatica, ma è giusto così mica posso entrare in letargo per un po' di influenza!
Oggi la magikSchiscetta mi ha donato dei broccoli dolcissimi ricoperti di tahin e gomasio profumato e riso saltato in padella con piselli e tempeh.
Tanto ma tanto the bancha e inizio a stare meglio.
Tornata a casa e mi sono preparata un piatto molto jappo style: Miso con spaghetti soba con tofu un po' passato nella farina di ceci e grigliato e alghette super sane. Il mio pancino ringrazia e sto meglio, mi scalda per benino.
Forse la foto non aiuta molto ma vi assicuro che è molto equilibrata. Da lunedì prossimo bisogna mettersi di buono spirito e iniziare la quaresima, ma questa è un'altra storia!
Servo e me ne vado
Chloeugi

lunedì 20 febbraio 2012

La merenda dei malati

Ebbene sì, anche oggi devo starmene sotto le copertine e aspettare che il mio corpo debelli e allontani 'sti virus cattivi! Non ho molte forze per fare grandi cose, ma inizio a stare meglio, sarà la zuppa di miso che è davver un toccasana, sarà la pasta che mi sono fatta con il ragù di seitan super buono, un primo/secondo!
Ma poi, arrivano le 16 e io ho un po' fame un po' quella voglia di merendare che mi viene al pomeriggio. Che fare? MI serve del the caldo perché fa tanto bene, e allora mettiamo sul gas il pentolino per farmi una bella tazza di the bancha, senza teina ma con tante cosine sane per lo stomaco, per il pancreas e il fegato.
E poi? che cosa posso mangiare per stare bene? Ho pensato ad una bella fetta di pane di kamut scura con un velo di marmellata di arancia, fatta ieri con la mia macchina del pane, con le bucce amarognole da masticare bene, un abbinamento davvero avvolgente e naturale.
(me lo) servo e me ne vado
Chloeugi


domenica 19 febbraio 2012

...che ne diresti di una (vegan)cioccolata calda?

Lo so, lo so ho appena scritto di mangiare robine sane peró sono qui da sola, guardo film e faccio passare tempo e quindi volevo una coccola cioccolosa! E allora mi sono ingegnata e eccola qui!

Ingredienti
- 1 tazza di latte di riso al cacao
- 1 cucchiaio di amido di mais o fecola di patate
- dolcificante vegetale tipo malto, sciroppo e/o succo d'agave

Mescolare il tutto e cuocere in un pentolino e gustarselo sotto le coperte!

sabato 18 febbraio 2012

Cibo comfort e coccole contro influenza

A volte succede, anche mangiando sano, anche stando attenti (x carità ho anche sgarrato) dicevo succede di ammalarsi, di indebolirsi un po', soprattutto se tutti attorno a te si ammalano. Il mondo esterno, quello nel quale viviamo, l'ambiente che creiamo, il cibo che mangiamo, lo stress al lavoro, le piccole delusioni, le fatiche e il freddo, tutto fa, tutto ci crea e costruisce il nostro corpo e la nostra vita. L'indebolimento va accettato e perdonato. Questo weekend ho dovuto accettare che il mio corpo necessitasse di riposo e di coccole. La mia coccola preferita, oltre a the ed infusi vari, credo che la zuppa di Miso sia la cura migliore, come insegnano le nonne il brodo aiuta lo stomaco e ci ridà i sali minerali di cui abbiamo bisogno. E ora me ne sto sotto le coperte con un bell'infuso all'arancia. Vorrei poter cucinare e fare tante cose ma sono in po' cotta. Mi prendo cura di me, leggo un po' e mi guardo un po' di ricette per il futuro, di concorsi e di futuri corsi.
Una cosa l'ho fatta: una bella marmellata di arance con gli avanzi delle bucce e zucchero muscovado e acqua e succo di agrumi.
LicoLino è stato "salvato" perché avevo un po' azzardato con farina integrale. Ora sta meglio, a breve spero di usarlo per creare cosine buone.
(non) servo e me ne vado
Chloeugi

giovedì 16 febbraio 2012

Indovina chi viene a cena???

- Cara, che ne dici se questa settimana invitassimo i ...
per cena?

- O MIO DIOOOOOOOO ma lei è vegetariana e cosa
le cucino?

Se questo dialogo non vi è nuovo, sia che vi troviate nella posizione di dover sfamare sia che, come me in quella della persona da essere sfamata...corro in vostro aiuto.

Non è bello pensare di non essere ospiti graditi, questo ve lo posso dire per esperienza personale.
Ma non c'è problema: la vostra piccola chef è pronta a darvi piccoli consigli utili.

Innanzitutto avere ospiti a cena è una cosa meravigliosa: è una coccola utile, è un momento di condivisione e di aggregazione impagabile. Per cui, le persone che vengono a trovarvi vengono a trovare voi, non a mangiare al ristorante se no...la porta è quella!
Per cui vengono per stare con noi e stare bene.
Se partiamo da questo punto, respiriamo a fondo e ragioniamo insieme.

Cosa si mangia di solito? 
Antipasto
Beh le patatine non si negano! O i pop corn, una bella focaccia con hummus ad esempio, ho postato precedentemente la ricetta qui. Un bel tagliere con pane o focaccine e formaggi per chi è vegetarinao, olive, pomodori sott'olio, tartine fatte con cremine di tofu o hummus di legumi anche per chi è vegano.

Poi che si mangia? Un primo, giusto? Una pasta la si mangia tutti! 
O il riso, qui però già le cose si complicano perchè è più lungo da fare il risotto, serve il brodo e di solito in casa si ha quello di carne (per me inspiegabile perchè è più gustoso quello di verdure ma puinti di vista). Restiamo sul semplice.
Una pasta. Con sugo? se sì quale?
  • no ragù, ovviamente ma magari un sugo di pomodoro semplice, o con le olive, o con le verdure
  • solo verdure
  • verdure e panna (per chi non è vegano, con panna vegetale per chi è vegano)
  • pesto (attenzione per chi è vegano no con parmigiano)
  • sugo alle noci e panna o latte di soia
  • una carbonara vegetale con tofu o seitan saltate in padella e piselli e curcuma per dare colore (questo già per smaliziati in cucina)
  • in bianco o aglio olio e peperoncino
  • piselli e philadelphia (no vegan, ma per vegan con tofu vellutato)
  • pomodori freschi e olive
  • melanzane e pomodoro
  • zucchine o pesto di zucchine o pesto di rucola
  • pangrattato e limone
Vedete? Non è impossibile!
E il Secondo?
Beh qui andiamo più sul creativo.
Innanzitutto con le insalate non si sbaglia facilmente.
  • finocchi e arance
  • rucola e pomodorini e feta (no vegan)
  • insalata normale con crostini
  • insalata con noci varie

Poi si possono creare varie torte salate dalle più facili alle più complesse
  • spinaci e formaggi o tofu
  • verdurine varie di stagione e uova (no vegan)
  • pomodorini e feta e olive
  • zucca porri e feta

Poi si possono pensare a dei muffin salati:
  • olive e formaggio
  • curcuma, pomodori secchi
  • patate e formaggio
  • mandorle e ceci

O polpette di legumi o di verdure oppure spiedini di seitan o tofu e verdure.

Dolci beh... quelli sono vegetariani a meno che non usiate la sugna di maiale! Per quanto riguarda la versione vegana ci sono milioni di soluzioni.

Visto? Non è difficile!
Io comunque continuo a postare le ricette per dimostrarvi questa mia teoria.

Servo e me ne vado
Chloeugi


mercoledì 15 febbraio 2012

Post di servizio...ma ci siete? mi seguite? mi leggete?

Ogni blogger si fa queste domande, prima o poi...io è un annetto o poco più che scirvo su questo blog. Sta prendendo forma, cambia con il passare del tempo e della mia consapevolezza e forse proprio perché è figlio mio, vorrei che tanta gente lo vedesse, lo elggesse, lo criticasse anche, per crescere meglio. Ma non vedo che questo stia avvenendo. E non so perché...cioè non che sia perfetto, per carità, forse scrivo troppo, troppo poco, spesso, poco spesso, cose non interessanti..non lo so..per questo scrivo questo post...perché per ora ho 15 follower, che ringrazio di cuore, ma quasi tutti sono amici miei... e non vale! Vorrei sapere se vi piacciono le ricette, se c'è qualcosa che vi interessa in particolare, se posso darvi una mano o sfamare! Ecco anche questo sarebbe divertente: che qualcuno si aiuto invitasse ad assaggiare i miei manicaretti! Ora lascio spazio a voi, se volete e chiudo questo post delirante!

P.s. Giorno 16 la mia schiscetta è stupenda oggi, con riso e legumi e una polpetta di ieri sera con insalatina e cavoli al vapore con gomasio e tahin. La depurazione oggi ha avuto un piccolo intoppo perché ho DOVUTO assaggiare le torte di prova per mio fratello. Stasera siamo a cena da amici, che sono già agitati per lo sfamarmi...vedremo. Prima di uscire mi farà un po' di brodo di clorofilla per il mio fegatuccio.
(non) servo e me ne vado
ChloEugi

martedì 14 febbraio 2012

Giorno 16 San Valentino e allenamento pre cena!


Resoconto della puntata precedente: ieri sera ho cenato con un meraviglioso take away giapponese per farmi una coccola: spaghetti di riso in shiro Miso brodoso caldo e tempura di verdura croccante. Meravigliosa davvero. Stamattina la mia colazione è stata leggera ma piena di cereali e nocciole croccante. La mangikschiscetta di oggi prevedeva riso con legumi e cavolo versa saltato con olio di sesamo e acidulato di umeboshi. Poi è iniziato un bell'allenamento per la cena per mio fratello. Ho fatto ben due torte al cioccolato per farla assaggiare ai miei colleghi, i miei migliori assaggiatori (è anche una scusa x far loro una coccola visto gli ultimi tempi!) una torta è al cioccolato e birra scura; l'altra è al cioccolato e latte di soia. Sono entrambe vegan. 
Per la cena di stasera con il mio super compagno, ho preparato delle polpette di cannellini e mandorle, un'insalata di carote e olive nere e, per lui, un fagottini con prosciutto cotto e provola dolce. 
E ora qualche ricetta! 

1) polpette cannellini e mandorle 

Ingredienti 
- 230 gr di cannellini (1confezione già cotti) 
- 65 gr di farina di mandorle 
- 35 gr di mandorle salate e tostate 
- spezie varie 
- 1 cipollotto 
- olio e sale 
- pan grattato 

Si creano le palline frullando tutti gli ingredienti e poi passarle nel pan grattato. Stenderle su carta da forno e cuocerle 20-25 minuti a 180 gradi. 

2) Torta al cioccolato vegan 
Ingredienti
- 200 gr di cioccolato fondente 
- 200 gr di farina 
- 1 bustina di lievito o mezza se è grande 
- 100 gr di zucchero 
- 50 gr cacao 
- 1 bicchiere e mezzo di latte vegetale
- 4 cucchiai di olio di mais/girasole 

Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato. Setacciare farina, lievito e cacao in una terrina e iniziare a mescolare con il latte, usando una frusta. Mescolare il cioccolato fuso e infornare a 180 gradi per 45 minuti. Servire da sola o con una crema o budino di mandorle. 

Servo e me ne vado 
Chloeugi

lunedì 13 febbraio 2012

giorni 14°-15°: il carnevale e il freddo polare

Come preannunciato nel post precedente, è stato un weekend direi intenso.
Per quanto riguarda il mangiare beh, non sono stata una santa, ma anche Michio Kushi avrebbe avuto difficoltà con gli amici (meravigliosi e mangioni e goduriosi!) che mi ritrovo! Eheh a parte gli scherzi, tra cene fuori, pranzi e sbrano post-sfilata-a-meno5 -gradi, ho cercato di andare avanti con un regime meno impattante sul mio fegatuccio.
Oggi mi sono sicuramente rifatta, anche se ho avuto la malsana idea di prendermi una brioches stamattina...anche se era integrale e con le mele...è sempre un prodotto da forno ma era per festeggiare..Di lunedì? Eh si, qui si festeggia quando si può...cioè festeggiare..stare insieme alle mie colleghe carine!
La mia magikSkiscetta oggi prevedeva dei cavoli-verza saltati in padella con olio di sesamo e acidulato di umeboshi e gomasio, buonissimi e una bistecchina di farro e hummus di piselli.
Stasera vorrei preparara una minestra ova vedo che cos'ho. Di sicuro ci sono dei bei broccoli e un pezzo di cavolo.
Sto progettando il menù per il compleanno di mio fratello, pensavo:
  • Antipasto la mia focaccia con hummus di legumi vari
  •  Primo una pasta o al sugo alle noci, ma vegana, oppure con sugo con curcuma e seitan o tempeh saltata in padella
  • Secondo/contorno spiedini di seitan e spiedini di pollo marinati e al forno (per veggy e non )
  • muffin salati alle olive e alla pancetta
  • Torta-bomba alla guinnes e cioccolato!

Che ne dite? In questi giorni farò la prova per la torta così la rendo un po' più leggera, se si può, e poi la fotografo, assaggio e pubblico cos' la condividiamo!
Stasera un bel brodo di clorofilla e via, così il fegatino dìringrazia, magari lo abbino ad una zuppa di miso, non mi sento tanto bene dopo il freddo che ho preso ieri al carnevale meno popoloso della storia!

(non) servo e me ne vado
Chloeugi

sabato 11 febbraio 2012

giorno 13° un po' di riposo, qualche dolorino e soluzioni

Buongiorno a voi, finalmente il weekend è arrivato. Non che per noi voglia dire riposo, per carità, però vuol dire fare un sacco di cose, vedere un sacco di amici e dormicchiare un po'. Ho iniziato la giornata con qualche pulizia, cambio lenzuola e lavatrice, colazione leggera e qualche lettura, in attesa del rientro del mio omino.Ieri sera, per fare il punto di questo periodo di "pulizia", ho cercato di mangiare tante verdurine saltate in padella con olio di sesamo e riso e una bistecchina di farro. So che non sto seguendo esattamente le regole, che sgarro perché sono golosa e mi piace pasticciare e poi perché fa un gran freddo fuori. La prossima settimana cercherò di togliere altri ingredienti che non fanno bene al mio fegato, in modo da avvicinarmi alla quaresima senza troppi strappi. Vorrei tanto perdere qualche kg, so che non dovrebbe essere l'unico obiettivo, però aiuterebbe! A parte ciò, mi sento bene, a volte ho lo stomaco che un po' si lamenta non per la fame, ma perché a volte se sgarro lui me lo fa capire. Amo questa nuova consapevolezza, che gli altri chiamano "essere delicatini", invece credo sia importante ascoltare dolorini, l'elasticità della pelle e altri sintomi che raccontano i cambiamenti e di cosa il corpo ha bisogno per riequilibrarsi. In questo momento, sentendo i dolorini alla schiena, sto cercando di capire da cosa è dovuto. Oggi mi dedico un po' alle cure di me stessa, magari un po' di esercizio fisico, le frizioni della pelle, che ti fanno stare sempre bene, tazze di the, per ri-alcalinizzare lo stomaco dopo la bomba-gassosa-bio, che amo, ma che non aiuta! Una bella zuppa di miso o bordo di clorofilla, che ieri ho cercato di mettere insieme, con un buon risultato.
Ripassando un po' i miei appunti, sono giunta alla conclusione di aver di nuovo causato uno sbilanciamento della glicemia: il mio pancreas non ringrazia, mi sa che ho fatto casini per questa cosa del fegato, ma credo sia normale un po' di confusione! 
Ripassiamo insieme la lezione sulla voglia di dolce!
I sintomi di questo squilibrio: 
  • fame nervosa ed eccessiva 
  • voglia di dolce, alcool, prodotti da forno, stimolanti, succhi di frutta, frutta cruda e tropicale 
  • cali di energia 
  • nervosismo e sbalzi di umore 
  • sonno superficiale 
  • dolori alla schiena 
  • piedi freddi 
  • eccessiva emotività, ansia, attacchi di panico 
  • litigiosità con il partner
Cosa fare?  
Non agitarsi, innanzitutto, ovviamente togliere tutti gli ingredienti yang=origine animale,prodotti da forno, prodotti secchi e duri, formaggi stagionati e uova e crostacei. Mangiare verdure a foglia verde, le verdure dolci (cipolle, zucca, cavolo, carote) e poi pediluvio e impacchi caldi sul plesso solare, ora cerco di capire come! Per soddisfare la voglia di dolce, va bene la frutta cotta, dessert al cucchiaio e con le castagne, se ci sono, succo di mela caldo, evitare cibi troppo dolci (e qui ho finalmente capito!) fichi, datteri e uvetta, perché creano picchi glicemici troppo alti e utilizzare malto di riso e d'orzo per dolcificare, non succo d'agave o sciroppo d'acero o sciroppi di cereali, anch'essi troppo intensi.
Per sciogliere i grassi accumulati sarebbe meglio mangiare ravanelli e daikon, funghi shitake, alimenti con sapore pungente come zenzero, cipollotto e rafano, alimenti ricchi di iodio, come le alghe e i condimenti che aiutano la tiroide e il pesce a carne bianca, ma io evito.
Ok, il ripasso è finito, diamoci da fare, a me i fornelli!

(non) servo e me ne vado
Chloeugi

venerdì 10 febbraio 2012

giorno 11° e 12° e gli stravizi che bussano alla porta...e un dolce GoodBye


Chiedo scusa per il mancato aggiornamento di questi ultimi giorni. Allora, dopo 11 giorni ho sgarrato un pelo di più, ma cercherò di rimettermi in carreggiata...anche se un po' di depurazione sicuramente l'ho fatta, come da compiti a casa, cioè almeno 10 giorni consecutivi. (mi autogiustifico...)
Ieri sera...la pizza mi ha chiamata ma non è colpa mia, lo giuro! Come si fa a scegliere un'alternativa se ti portano in un posto dove si mangia grigliata mista e pizza...??? La cosa più sana erano i felafel ma non li facevano ieri..va beh...comunque è staata una bella serata, il mio fegato non me ne avrà a male, spero! Stamattina solita colazione energizzante poi..tac! Altro sgarro ma piccolino, solo un pezzetto di croissant per festeggiare una collega che se ne va, e non è una collega qualunque, le dobbiamo un po'....Il blog e io..è grazie a lei che il blog si chiama così, è grazie a lei che è partito il tutto, una specie di terapia on line, per"curare" un po' il miio cuoricino che ha perso una parte importante di sè...almeno quella parte fisica. E' grazie a lei se ho letto La spuma dei giorni... Grazie piccola Saetta...buoni passi!
Stasera mi faccio una super dose di brodo di clorofilla e un bel  cereale abbinato a verdurine e poi...CCCP=CasaCoccoleCopertaPatati! Ne sento il bisogno, perchè ho dei dolorini e lo so..lo so che saranno i pasticci che ho fatto in sti giorni, e questo freddino che dovrebbe farci fermare o, per lo meno rallentare e non lo facciamo.
A pranzo la MagikSchiscetta mi regalerà del riso integrale abbinato ad un bel po' di verdurine al vapore super colorate e condite con una bella salsina 1/3 miso 1/3 senape dolce 1/3 succo di limone...asprina acidina perfetta!
LicoLINO di mamma sua sta fermentando e oggi gli darò un po' di farina di farro integrale, ho pensato di dargli una botta di vita, questo weekend gli darò e cure che merita poverino!

Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 8 febbraio 2012

10°giorno...un piccolo scivolone...

...Anche i migliori guerrieri a volte scivolano...
...Anche i migliori guerrieri a volte scivolano...
...Anche i migliori guerrieri a volte scivolano...
...Anche i migliori guerrieri a volte scivolano...
Me lo devo ripetere come un mantra per non auto-sgridarmi! Oggi ho ceduto, non dovevo ma sarà la tensione di questi giorni, sarà l'avvicinarsi del ciclo, sarà...non so ...sarà colpa mia ehehe ma oggi ne sentivo il bisogno di un cioccolatino...di una barretta a dire il vero con cereali dentro, ma non proprio bio/sana/senza zuccehri/lattosioetc.
Stasera cercherò di comportarmi bene e mi farò il brodo di clorofilla prima di andare a cena da SuoceraMiaBella. 
Oggi ho mangiato un buonissimo riso saltato in padella con zucca e porri e tofu e degli insalatini veloci carote e cetrioli con hummus di piselli.
Stamattina mi sono fatta la pappetta, come la chiama il moroso! Mi sono resa conto che non ho accennato alle colazioni in questi giorni di depurazione. Dovrei cercare di togliere il pià possibile olio dalla mia alimentazione ma, come spesso succede agli inizi di queste depurazioni, il corpo cerca sostituti a questi "grassi". 
La mia colazione è semplicemente una crema di cereali in fiocchi, passerò presto ai chicchi promesso, cotti in acqua e non nel latte vegetale industriale perchè c'è dentro dell'olio che non fa bene al fegato, non in questo momento. Ogni giorno la vario un po', con un cucchiaino di malto alla nocciola, con un po' di farina di carruba, con dei semini vari o della frutta secca.
So che, a breve, dovrò intraprendere la quaresima un po' seriamente, seguendo le indicazioni di Martin e della Sana Gola, ma non è facile per tanti motivi, ma non devo trovare giustificazioni. 
Basta non abbattersi e trovare il proprio modo e volersi bene, è il vero mantra che dovrei ascoltare e ripetermi...cereali integrali abbinati a tante verdure, la stagione tra poco lo permetterà, dimunuire o annullare l'olio e gli zuccheri anche se "di buona qualità" (ovviamente mantenendo un po' di dolcezza nella vita!) fare più movimento e andare avanti così.
Poi gli scivoloni sono fatti per rialzarsi e vedere quanta strada si è percorso fino a qui?!

Servo e me ne vado
Chloeugi

martedì 7 febbraio 2012

9° giorno ...e il delirio FU!

La giornata di oggi è partita un po' in salita, lo ammetto ma sono ancora ottimista.
9° giorno (quasi) senza grossi scossoni alimentari ma oggi qualche scossone ce l'abbiamo avuto. Ma sono inezie, a dire il vero, guardandole da lontano si mostrano per quello che sono: sciocchezze e coincidenze!
Oggi c'era un bel corso di aggiornamento...che ci ha un po' fatti penare! Ho ricevuto una bella notizia, non riguardante me, ma una persona a cui voglio bene e alla quale devo tanto, anche questo blog...
Stamattina LicoLINO mi ha guardato un po' emozioanto, come se mi volesse trasmettere la sua emozione di essere praticamente pronto, sono maturo, ci sono daiiii...Ma non ho farina...come faccio a guardarlo in faccia e dirgli che..stiamo aspettando le farine quelle buone del Gas?
Magari domani passo e ne compro una al negozietto carino vicino casa o dalla panettiera mitica che ti dà quella che usa lei!
Cos'ho mangiato oggi? La magik Schiscetta prevedeva:
- Minestra verde con riso integrale
- Zucca e porri alla curcuma e tofu
Per cena, al volo devo ammettere, mi sono preparata una super pasta alla crema di piselli super buona! Poi a vedere Paolo Rossi e i suoi attori improssivatori super bravi!
Servo e me ne vado
Chloeugi

lunedì 6 febbraio 2012

8 giorno: il freddo e la tazza di the


Buongiorno! siamo quasi all'ora di pranzo ma volevo aggiornare il mio diario virtuale.
Oggi un freddo pazzesco mi è entrato nelle ossa. I treni in ritardo e la pazienza appesa a un filo.
Ma, per fortuna, quando arrivo in ufficio c'è il mio santo bollitore a farmi la grazia un the bello caldo e corroborante: il the hojicha è una manna dal cielo. Riequilibra, riscalda e ti (ri)porta a contatto con il mondo. E io ne avevo proprio bisogno.
Ne berrò almeno 4 tazze al giorno ultimamente, sarà il freddo sarà il bisogno di equilibrio non so, ma lo consiglio. 

Il the bancha (kukicha o hojicha) ha un sacco di ottime qualità:
- aiuta l’organismo a rafforzarsi
- favorisce la digestione 
- ha un’azione alcalinizzante per il sangue (svolge sul ph del sangue un’azione contraria a quella acidificante svolta da altri cibi, tra i quali le carni e i suoi derivati)
- ha proprietà antiossidanti ed è buona fonte di ferro, calcio e vitamina A.

E allora diamoci al the bacha, che è un the verde più leggero e con meno teina.
Per quanto riguarda la mia skiscetta di oggi:
- riso thai condito con tahin fatto in casa
- burger di farro e verdure con pureè di zucca

Per stasera penso che mi farò una bella zuppa calda, dopo il brodo di clorofilla che ieri ho saltato essendo a cena d asuocera (pasta in brodo e verdure in agrodolce abbianta a crema di tofu  alle olive fatto da me e una bella maionese senza uova fatta da mia cognata) con qualche verdurina come secondo.

LicoLINO sta benone, è quasi pronto per la fase frigo poverino!

Servo e me ne vado
Chloeugi

domenica 5 febbraio 2012

6-7giorno ospite da Chiambretti e farsi perdonare

Questo weekend è iniziato con tanti pensieri, un po' di emozione e una partecipazione ad una puntata del Chiambretti show...si si avete letto bene! Avrei dovuto parlare un minuto facendo una domanda all'ex ministro della famiglia Giovanardi che, la scorsa settimana ha lasciato dichiarazioni inerenti al vegetarianesimo legato all'economia italiana. Ero abbastanza emozionata, ma ero preparata e in buona compagnia. Unico problema è che questo signore nella sua carriera di affermazioni strane e discutibili ne ha fatte tante: sulle coppie gay, sulle discoteche, sulle droghe e tante altre cose. La mia partecipazione è,giustamente, passata in secondo piano perché le discussioni si sono dilungate. Peró è stato divertente. Per quanto riguarda il mio cibo di ieri,non sono stata tanto brava ma mi sono impegnata. A pranzo avendo mio fratello come ospite, ho preparato una buona pasta con una crema di piselli, e un purè di zucca aromatizzato. Il budino al cacao e latte di riso è piaciuto e ci ha lasciati leggeri e sazi. Per cena beh mi sono dovuta far perdonare da mio fratello per il giretto negli studi televisivi. Allora siamo andati in pizzeria. Ho preso pasta (si, ancora) e un dolcino che peró mi è rimasto un po' sullo stomaco. 

Stamattina pancakes vegan ma non sono venuti benissimo ma sfiziosi.  

Ingredienti 
- 100 gr di farina 
- 200 ml di latte vegetale 
- 15 ml di olio girasole 
- 1 cucchiaino di polvere di vaniglia 
- 1 cucchiaio di zucchero integrale 

Mescolare bene tutto con una frusta e cuocere in padella. Sono buonissime con marmellata o con malto di nocciole. Stasera, peró, mi faró il brodo di clorofilla promesso! 

E per quanto riguarda LicoLino mio bello l'ho rinfrescato oggi povero, ma gli ho dato il doppio, e stasera lo nutro meglio. Ora mi crogiolo un po'. 
Pranzo no...perhcè ci siamo svegliati tardi. Prima della spesa ci siamo crogiolati ben bene  e poi a cena da super sucoera che mi ha fatto la pasta in brodo con tante verdurine  e verdure in agrodolce.
Servo e me ne vado 
Chloeugi

venerdì 3 febbraio 2012

5 giorno e qualche senso di colpa

 Buongiorno, bianco-mondo!
Accecante magico a volte impiastricciato biancume...
Ieri sera ho un pochino sgarrato, ma era per giusta causa (sì si lo dicono anche gli alcoolisti anonimi, brava!) Però di poco...Sono andata a cena fuori per un compleanno e ho mangiato un primo, il meno porcoso e assente di latticini e un dolce...quello era da forno mi sa...va beh, mi rifarò oggi.
La mia MagikSkischetta oggi prevede la minestra bona di zucca e verdurine varie e i cavolfiori al vapore con una salsina agrodolce macrobiotica di cui vi scrivo la ricettina.

Ingredienti
- Succo di limone
- Malto di riso
- Senape dolce

Mescolare i tre ingredienti in parti uguali e...voilà! Pronta per essere un topping agrodolce e sano!

Stasera penso che mi farò qualcosa di un po' più sfizioso ma misa che...devo fare un po' di spesa. Oppure aspetto domani, meglio. Potrei farmi...anzi quasi sicuramente mi farò miglio e zucca che è pure curativo per il fegato. E magari un dolcino easy.

AH! Questa mattina ho dato da mangiare a LicoLINO il mio poolish liquido, gli ho dato 10 gr di farina e 10 ml di acqua e l'ho mescolato bene e l'ho rimesso al calduccio, stasera di nuovo pappa e nanna.

Servo e me ne vado
Chloeugi

giovedì 2 febbraio 2012

4 giorno: neve, lievito liquido e tanti perchè?


Oggi è il quarto giorno, e non capisco se sono io che sbaglio qualcosa (sicuramente...) perché vado in bagno moooolto spesso? (non entro nei dettagli, ho la pancina un po' gonfia), perché pensavo/speravo di perdere qualche etto?...Forse è perchè mi muovo poco, non lo so, non mi abbatto, non serve a nulla, e poi se sto bene non mi preoccupo.
Stamattina ho provato, con molta fatica, ad andare in stazione: non smetteva di nevicare, le strade non erano molto praticabili nonostante l'impegno degli spazzanevi. Super ritardo dei treni...sono dovuta tornare a casa... E che faccio? Sistemo un po' casa, mi faccio ettolitri di the, mi cerco di scaldare, stiro e...perché non dedicare un pochino del mio tempo per fare nascere il poolish liquido?
Lo so, la pasta madre era meglio, ma la mia ha avuto un incidente e non la panifico abbastanza per poterla usare la meglio, mi sembrava di "sprecare" farina. e non ottenere i risultati sperati, sarà per il futuro.
I passaggi sono un po' "macchinosi" a leggerli, ma poi si semplifica.
Ho deciso di iniziare a coltivare questa licoli ((lievito in coltura liquida) perché:
- questo lievito non avrà, in futuro, bisogno di rinfreschi giornalieri/settimanali bensì può rimanere in frigo per un mese e mezzo, ho letto da qualche parte fino a 3 mesi con particolari accorgimenti vedi fare due rinfreschi consecutivi una volta al mese, rinfrescare, lasciarla fermentare 8 ore, rinfrescare e aspettare 3/4 ore per far ricominciare la fermentazione e rimettere in frigo.
- per rinfrescare non servono impastatrici ma una forchetta o fruste elettriche per 3-4 minuti.
-i microorganismi vivono meglio in un ambiente liquido, con un'acidità molto inferiore a quella del lievito solido.
- ha più forza, cosa per me basilare non avendo tantissimo tempo/capacità (per ora) per prendermi cura di una creaturina così preziosa.

Ingredienti:
- Farina
- Acqua
- Miele/malto d'orzo

Come si procede:
1) Si prende un vasetto di vetro nel quale sia facile girare una forchetta per mescolare gli ingredienti: 10 gr di farina (manitoba sarebbe meglio), 10 ml di acqua naturale a temperatura ambiente e mezzo cucchiaino di miele.
Se siete vegani puristi non usate il miele ma, come ho provato io, il malto d'orzo o di riso, o zucchero e dell'aceto di mele, ne ho messo  un cucchiaino.
2) Mescolare energicamente con un cucchiaino, per fare inglobare aria al nostro piccolino e lo mettiamo al riparo. Teoricamente andrebbe messo con un piatto al posto del coperchio e sopra una mela o un frutto maturo.
3) Ogni 12 ore bisogna riprendere il vasetto,  aggiungere 10 gr di farina, 10 ml di acqua e mescolate energicamente e metterlo di nuovo al riparo con un piattino appoggiato sopra, con la mela matura sopra, fino a che non inizierà ad esserci qualche segno di vita.
 4) Quando vediamo la schiumina in superficie bisogna iniziare a rinfrescare, quindi aggiungere acqua e farina e mescolare. Così ogni 8 ore.
In breve tempo si creerà una schiuma più consistente, con molte bollicine.
5) Nel momento in cui si sentirà il "profumino" acido-fruttato il lievito è pronto!
6) Ora bisognerà traslocare il lievitino in un barattolo di vetro un po' più grande, e mettere 100 gr di lievito e aggiungere 100 gr di farina manitoba e 100 gr di acqua e lasciarla a riposare un pochino. Dopo 3/4 ore si recupera dal suo cantuccio e la si mette in frigo, in modo che finisca di mangiare la sua "pappa" pià lentamente in ambiente freddo.
 7) Quando sarà pronto, faremo degli pseudo rinfreschi ravvicinati, come dal sito di questa mia nuova guru Mammarum, che ringrazio con tutto il cuore e che aggiornerò sui miei risultati.

Ora vado a mangiucchiare qualcosa, zuppa di sicuro e broccoli con salsina di olive e tofu vellutato.
Servo (magno) e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 1 febbraio 2012

Giorno 3. Neve pasta e voglia di letargo!


Questa mattina sono stata accolta da una coltre di neve e da uno scenario molto poetico...finché non ho aperto la finestra e poi, successivamente, sono uscita e ho intrapreso la strada verso la stazione. Secoli che in queste terre nevica e ...siamo tutti impazziti!
E non in maniera positiva ma in maniera nevrotica!!! Gente che sorpassa a caso, gente che inchioda come se non avesse mai visto un po' di biancume sull'asfalto...
Va beh, io continuo con il mio mese di depurazione e pulizia varia.
Ho dimenticato di raccontare un'altra azione che sta diventando quotidiana nella mia vita: il frizionare la pelle. Che dovrebbe essere accompagnata da un po' di esercizio fisico in più, ma insomma... non posso essere perfetta ;)
Dicevamo? Ah sì, le frizioni della pelle! Servono veramente tanto: smuovono i canali linfatici e i vari liquidi del nostro corpo, aiutandoci un po' a pulirci, perchè la pelle è il nostro organo più esteso e necessita di un piccolo aiutino per far sì che riesca nella sua azione principale: espellere le tossine!
Lo faccio la sera prima di andare a nanna, con un asciugamano immerso in acqua calda, partendo dalle estremità, dalle dita delle mani e piedi, sede dei meridiani del nostro corpo.
Ieri sera ho mangiato minestra, quella del giorno prima, ne ho fatta tantissima!
E verdurine saltate con tofu e un meraviglioso hummus di piselli e poi..sì lo ammetto: ho preparato un budino di latte di riso al cacao e carruba...ne avevo veramente voglia!
Scrivo la ricettina, ma non ho fatto in tempo a fare una foto, magari lo rifaccio per i miei genitori che vedrò domani e ve la posto qui.

Ingredienti budino chocco-carruboso
- 250 ml latte di riso (normale o al cacao)
- 17 gr di cacao e farina di carruba, o solo cacao bio o solo carruba
- 7/8 gr di amido di mais, o fecola di patate o kuzu
- succo d'agave o malto di riso per dolcificare a vostra discrezione.
Si mette in un pentolino la parte secca e farinosa degli ingredienti e man mano, con l'aiuto di una frista, di mescola il latte in modo da non lasciare grumi.
Una volta versato tutto il latte potete mettere il pentolino sul fornello e, conitnuando a girare, fate addensare. Ci vorranno circa 4/5 minuti al massimo.
Si può fare anche con il latte di mandorle o qualsiasi altro latte oppure con l'acuq e alora dovrete dolcificare meglio.

Oggi a pranzo ho una stupenda pasta condita con hummus di piselli e verdure pressate con tofu montato con le erbette.
Ora vi lascio, devo sbaffarmi il mio pranzo alla faccia di chi mi dice che essere vegani/vegetarinai è triste!

Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero