lunedì 6 febbraio 2012

8 giorno: il freddo e la tazza di the


Buongiorno! siamo quasi all'ora di pranzo ma volevo aggiornare il mio diario virtuale.
Oggi un freddo pazzesco mi è entrato nelle ossa. I treni in ritardo e la pazienza appesa a un filo.
Ma, per fortuna, quando arrivo in ufficio c'è il mio santo bollitore a farmi la grazia un the bello caldo e corroborante: il the hojicha è una manna dal cielo. Riequilibra, riscalda e ti (ri)porta a contatto con il mondo. E io ne avevo proprio bisogno.
Ne berrò almeno 4 tazze al giorno ultimamente, sarà il freddo sarà il bisogno di equilibrio non so, ma lo consiglio. 

Il the bancha (kukicha o hojicha) ha un sacco di ottime qualità:
- aiuta l’organismo a rafforzarsi
- favorisce la digestione 
- ha un’azione alcalinizzante per il sangue (svolge sul ph del sangue un’azione contraria a quella acidificante svolta da altri cibi, tra i quali le carni e i suoi derivati)
- ha proprietà antiossidanti ed è buona fonte di ferro, calcio e vitamina A.

E allora diamoci al the bacha, che è un the verde più leggero e con meno teina.
Per quanto riguarda la mia skiscetta di oggi:
- riso thai condito con tahin fatto in casa
- burger di farro e verdure con pureè di zucca

Per stasera penso che mi farò una bella zuppa calda, dopo il brodo di clorofilla che ieri ho saltato essendo a cena d asuocera (pasta in brodo e verdure in agrodolce abbianta a crema di tofu  alle olive fatto da me e una bella maionese senza uova fatta da mia cognata) con qualche verdurina come secondo.

LicoLINO sta benone, è quasi pronto per la fase frigo poverino!

Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero