lunedì 19 marzo 2012

Briciola2: primi esperimenti

Lo so che parliamo di pasta acida, di lievitazione naturale e di come produrre seguendo i ritmi giusti, però è anche vero che il tempo è quello che è, e un aiutino non fa mai male.
La mia pasta madre, Briciola 2, vuole giocare, vuole mettersi alla prova. Ho pensato che, una cosa importante, fosse l'impastare bene i vari ingredienti facendo inglobare bene l'aria, per aiutare la lievitazione che farò doppia.
Visto i ritmi lavorativi e i tanti impegni ho chiesto aiuto alla mia macchina del pane, che è pure programmabile.
In rete ho trovato varie ricette e ho scelto questa che va bene per chi è già in possesso della pasta acida, e vuole produrre una pagnotta da 500gr (e io l'ho fatta doppia, perché ho la vaschetta per fare due pagnotte da mezzo kg)

Ingredienti:
- 350 ml acqua
- 300 gr di lievito naturale
- 400 gr di farina tipo sette effe (riso, mais, grano saraceno, grano tenero, segale, grano duro)
- 200 gr di semola di grano duro
- 2 cucchiaini di sale integrale
- 2 cucchiani di zucchero di canna
- 2 cucchiai di Olio di Oliva Extravergine.

Procedimento:
Versare l'acqua, poi l’olio, il lievito naturale, la farina e il sale. Forse, la prossima volta, sarebbe meglio sciogliere con l'acqua tiepida la pasta madre, così si impasta ben bene. Si procede con il programma “solo impasto”, il mio è abbastanza lungo, ho pensato che sarebbe stato positivo far entrare aria. Poi si prende il cestello, lo si copre con un panno umido e lo si dispone a lievitare in una zona calda per 6-8 ore.
Dopo il tempo di lievitazione, quindi domani mattina, lo si mette nuovamente nella macchina del pane, e si fa partire il programma “solo impasto” oppure lo si impasta a mano. Poi si copre con il panno umido e si rimette nella zona calda per 60 /75 minuti. Questo dice la ricetta, ma io ho pensato di farlo lievitare altre 4 ore programmandola per iniziare la funzione pane al termine della seconda lievitazione dopo circa 4 ore.
In totale avrò una doppia lievitazione 8+4 ore, con un bel maneggiamento, di moto da ottenere un pane perfetto per cena.
Domani, al mio rientro, vi racconterò com'è andata.

Ps stamattina uno era gonfio l'altro non tanto, ho programmato che iniziasse il programma di cottura per le 17,30 vedremo.


Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero