martedì 20 marzo 2012

Cena con i miei brothers

Questa sera un mio caro amico, praticamente un mio fratello, mi viene a fare visita con il mio vero fratello, praticamente un mio amico!, per una cena in allegria.
Il menù di questa sera prevede girelle di pasta sfoglia con un battuto di olive verdi, hummus di piselli (solito) tagliere di salame e formaggio del nostro fornitore (non tutti sono veggy). 
Come primo una bella pasta con sugo mandorle mollica di pane e pomodorini.
Di secondo pollo marinato alla curcuma, olio e salsa di soia.

Per i veggy Falafel al forno, ricetta interessante, l'ho cambiata così.

Ingredienti:
- 300 gr di ceci corti
- 45 gr farina di ceci
- 45 gr farina integrale
- mezza cipolla
- coriandolo, cumino, pepe, curcuma
- sale e olio
Frullare tutti gli ingredienti in modo da creare un impasto denso. Lasciarlo riposare in frigo per un'ora in modo che si amalgamino bene i gusti. Accendere il forno a 220 gradi. Formare delle polpette e sistemarle sulla teglia con carta da forno, cuocere per 15 minuti, girarli e cuocerli ancora per altri 15 minuti.

Li ho serviti abbinati ad una bella crema tzaziki un po' originale e vegan.

Ingredienti:
- 1 porro piccolo
- un brick di panna di soia o yogurt di soia
- succo di limone bio
- cumino o aneto sarebbe meglio o finocchio
- olio extra vergine
- sale
Frullare il tutto avendo cura di sminuzzate bene il porro. Ha un sapore piccantino molto piacevole. Si può usare anche il cetriolo classico o con un sedano.

Il dolce è da migliorare ma serviva come chiusura e non volevo appesantire troppo una cena già piena di elementi. Io non bevo caffè pero questo dolce sembrava delicato. Ho preparato del caffè decaffeinato non troppo pesante, circa 200 ml. Bisogna montare un brick di panna di riso o di soia con due cucchiai di zucchero a velo, volendo si potrebbe provare con della stevia super fine. Montare due albumi con 3 cucchiai di Zucchero, io ho usato quello integrale, forse andava reso più fine. Mescolare delicatamente il tutto e metterlo in freezer. Io avevo ancora dei muffin vegani al cacao e li ho usati come base nei barattoli prima di riempirli di crema e di cospargerli di granella di cioccolato.

Direi che per ora posso ritenermi soddisfatta, ho sfamato carnivori, vegetariani, vegani e persone allergiche (il dolce era pensato per una dieta più leggera per questo periodo in cui le allergie sono in agguato, bisognerebbe diminuire dolci e latticini).

Tornata a casa il pane era li ad aspettarmi, non è perfetto ma perfezionabile sono venute due pagnotte belle compatte e umide le lascio riposare fino a domani, poi la assaggerò con qualche cosa di sanno, a naso sono un po' a acidine. Poi riprenderò la mia briciolina e le farò fare ancora un po' di allenamento.

Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero