giovedì 31 maggio 2012

E proviamolo sto stampo nuovo!

...che giornata piena!sole lavoro recupero dei prodotti da consegnare ai soci gas e via di corsa al gas e poi a cena dai suoceri e ora?beh le schiscette sono pronta e allora ho tempo per accontentare una richiesta.
Mi hanno chiesto una torta per la mamma della festeggiata di domani, la nostra Christelle che compie un anno domani!!! E la sua mamma, che festeggia con lei? Merita una torta per coccolarsi ma senza troppi grassi. Unica eccezione uno yogurt alla stracciatella, visto che non sono vegani.

Torta stracciatella di compleanno
Ingredienti:
- 150 gr di farina
- 50 gr di farina di riso
- 9 gr di lievito o cremor tartaro
- 50 gr di farina di mandorle
- 150 ml di yogurt al gusto stracciatella
- 60 ml di olio di mais o semi
- 200 ml di acqua
- 1/4 cucchiaino di sale
- 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
- 1 manciata di gocce di cioccolata

Mescolare gli ingredienti secchi e poi quelli liquidi pian piano mescolando con la frusta facendo bene assorbire il liquido alla farina.
Stendere una manciata di gocce di cioccolata sul fondo del nuovo stampo a forma di zucca felice poi versate con attenzione. Cuocere per 35-40 minuti a 160/180 gradi. Provare con lo stecchino se la torta è cotta. Lasciar raffreddare e poi sfornare la torta con cura.
(Non) servo (ma) me ne vado (a nanna)
Chloeugi

mercoledì 30 maggio 2012

Sole cuore ciliegie e voglia di fresco

Amo questo momento dell'anno perché porta frutti stupendo come fragole e ciliegie, tra un po' pesche e albicocche, chissà quanti buoni dolci e macedonie mi farò? E magari marmellate, se riesco a raccoglierne un po' da parenti vari.
Oggi ho deciso, oltre portare i dolci con le ciliegie ai miei colleghi, di farmi una merenda rinfrescante con il kanten e delle belle ciliegie.
Io non amo l'aria condizionata, che invece va molto di moda in treno e in ufficio, visto che tutti si lamentano del caldo...credo che, se non ci sono 45' gradi, si possa cercare di creare un ambiente ventilato in maniera un po piu naturale, abbinato ad una condizione interna nostra favorevole. E come? Ovviamente l'alimentazione aiuta.
E voi penserete "che palle!" però è vero, o almeno, con me e molti miei compagni di corso, funziona.
In questo momento dell'anno abbiamo bisogno di evacuare le tossine, ma anche i grassi in eccesso che ci servivano per non soffrire il freddo che ci ha travolti questo inverno.
Mangiare gelati non è esattamente la risposta, perché è un eccesso di yin (e di energia in espansione) per i troppi zuccheri e perché è troppo freddo, però può aiutare un po' ad abbassare la temperatura, ma poi cosa succede? Ci viene voglia di salato eccessivo e il nostro stomaco si sarà raffreddato troppo, quindi, non va bene per la priva costume! Una volta ogni tanto si può fare, magari creandosi gelati in casa con dolcificanti alternativi che non innalzino troppo la curva glicemica, oppure facendosi un gelato crudista, lo farò a breve, prometto.

Allora cosa si può fare?Mangiare tutto crudo non aiuta la nostra energia vitale, meglio gli insalatini veloci, se si può, se no via a insalate di pasta (integrale) o quinoa o riso, perfetti cereali (la quinoa è un seme ma ha caratteristiche e viene usato come cereale) come base per tante ricette:
- con mais zucchine e pomodori secchi
- funghetti e altri sottaceti leggeri
- con hummus vari
- mandorle pomodoro secchi
- pesto o pesto di zucchine
- tofu marinato e zucchine
- porro e seitan come una specie di carbonara
- piselli menta e timo
- fagiolini etc
Insomma ci sono tante soluzioni fresche.

Poi per merenda un frutto oppure budini di latte di riso o mandorle, o un kanten con frutta.

Colazione idem: se avete caldo e la pappa d'avena vi asciuga la gola preparatela il giorno prima e mangiate la fredda con uvetta o frutta fresca.

La mia schiscetta oggi era composta da riso con funghetti e rucola con salsa hummus di ceci molto limonisa.

Per esperienza bisogna solo stare attenti a non mangiare troppa frutta secca che è comunque olio, e mescolato a tutto il resto forse apporta troppe calorie.
Comunque sta ad ognuno di noi cercare di capire cosa ci aiuta ad abbassare un po' la temperatura, non obbligando il corpo a cercare si raffreddarsi per i fatti suoi sudando e ascoltandoci un po'.
Servo (il barattolo a me stessa!) e me ne vado
Chloeugi

martedì 29 maggio 2012

Ciliegie e stampi nuovi

Dopo una bella giornata di sole e lavoro, due passi in centro, un aperitivino con il mio omino e un rientro a casa con un piccolo regalino inaspettato: un bello stampo a forma di zucca colorata!
Però ne avevo comprato un altro alla fiera, che crea forme simili al mio tatuaggio e lo volevo proprio provare.

Il mio tatuaggio ha un gran significato per me, l'ho fatto a Dublino, nel mio viaggio da sola, zaino in spalla e tanti sogni. È un triskele celtico, un simbolo che rappresenta l'importanza dei cambiamenti, nella vita, il susseguirsi di nuove (e vecchie) situazioni persone e sogni, i cambiamenti come parte integrante della vita.

Appena l'ho visto ho pensato fosse carino crearci dei piccolo dolcetti, un po' un modo metaforico per assimilare questi miei valori...

Ho creato due varianti partendo da un impasto semplice ma leggero.

Bocconcini soffici alla frutta estiva e bocconcini alle gocce di cioccolato
Ingredienti:
- 150 gr di farina semintegrale, 0 o Manitoba (sta a voi) io un mix
- 25 gr farina di riso o mais super fine (se le vogliamo più simili alle polentine)
- 80 gr di zucchero integrale o di succo d'agave o altro dolcificante (stando attenti alle dosi)
- 120/130 ml di succo (io di mele)
- 90 ml di olio di mais o di riso o semi
- 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
- 1 cucchiaino di cremor tartaro o lievito
- 1/2 ciliegia per ogni stampino divisa in tre
- 1-2 cucchiai di gocce di cioccolato

Setacciare le farine e il lievito, mescolare la parte liquida, succo, olio e scorza di limone.
Controllare la consistenza, se troppo solida aggiungere succo o un po' d'acqua o latte di riso. Tagliare e posizionare le ciliegie negli stampini e versarci sopra metà impasto, fino a 1/3 di altezza dello stampo. Cuocere a 180' per 15-20 minuti.
Intanto mescolare le gocce di cioccolato alla restante metà del composto. Una volta cotti i primi biscottini soffici, pulire lo stampo e versare l'impasto come prima.

Servo (metà a noi e metà ai colleghi domani) e me ne vado
Chloeugi

lunedì 28 maggio 2012

Crudismo e kanten al limone e fragole

Che bella schiscetta oggi, serviva un po' di robina fresca, in vista del corso di stasera sul crudismo.

Un bel riso basmati con l'hummus di cannellini e rucola e l'insalatina di carote e daikon aromatizzata con un po' di battuto d'olive e pomodori secchi avanzati dai maialini cubisti per dare un po' di gusto perchè...ok mi vergogno un po', ma a me non piace molto 'sto daikon! Vedete?!
E' il mio corpo che non vuole dimagrire! Comunque un nel pranzo in stile macrobiotico rivisitato un po' da me come al solito!
Per merenda un super kanten ai limoni su un letto di fragole.

Al corso di crudismo ci siamo proprio divertite e abbiamo mangiato cose veramente gustose:
- gazpacho condito con peperoni di due colori
- fiori di zucca ripieni di formaggio di mandorle
- polpette di carote prezzemolo e mandorle e noci
- insalata semplice con pomodorini e e fette di cipolle
- gelato di banane e fragole
- fragole con panna crudista di farina di cocco

Tante le parole, gli spunti e le risate e le ore sono passate serenamente, cancellando le piccole tensioni della giornata. Ora mi preparo la schiscetta per domani e vado a nanna.

Servo e me ne vado
Chloeugi

Infornare di notte...mangiare di giorno

Quando c'è la fiera di maggio, piove!
Questa è la frase che i vercellesi si dicono tutti gli anni e, tutti gli anni, si ritrovano ad aver ragione!
Però è comunque divertente e utile andarsene per le vie della fiera a cercare tesori culinari e non, per passare una domenica serenamente pigra. 
La mia cucina di oggi rispecchia questa voglia di relax: ho preparato il riso per questi giorni e un hummus fresco e leggero con cannellini e rucola, un esperimento per me ben equilibrato e riuscito; il dolce e delicato gusto dei cannellini mescolato al piccantino amarognolo della rucola.
Poi ho cercato, in realtà già da ieri, di rinfrescare la mia pasta madre che era un po' deboluccia, visto che ha dovuto aspettare le buone farine che il gas mi spaccia!
Dopo un bel rinfresco era pronta!
Ho scelto una bella ricetta con semi di zucca e semi di sesamo.

Pane ai due semi
Ingredienti:
- 200 gr di pasta madre
- 350 gr di acqua tiepida
- 550 gr di farina (io farina 7effe ed enkir)
- 14 gr di sale
- 50 gr semi di zucca
- 50 gr di semi di sesamo

Per prima cosa ho fatto sciogliere la pasta madre con l'acqua tiepida. Mescolare le farine e i semi e poi il sale. Ho un po' improvvisato perché ho usato più pasta madre perché non mi sembrava tanto forte, spero di non avere esagerato! Ho messo tutto nel cestello della macchina del pane e ho avviato il programma. Tra qualche ora vedremo!

Buondì! Ho appena sfornato il pane, unico neo avendo messo pasta acida troppo idratata è rimasto un po' bagnato ma basta dargli una leggera seconda cottura o tostare le fette, e voilà il nostro pane di farine mite e semi è pronto.


Servo e me ne vado
Chloeugi

sabato 26 maggio 2012

La trasformazione delle verdure

Il sabato si respira un po', si fanno le pulizie, ci si mette in ordine e si fanno un po' di cosine buone.
Avevo voglia di usare il mio wok e il taglia verdure a spaghetti.
Ho preso ispirazione da un piatto indiano:

Pakorine di carote e zucchine (frittelle alla farina di ceci)
Ingredienti:
- 2 zucchine
- 2 carote
- 1 cipollotto
- 3-4 cucchiai di farina di ceci
- acqua
- sale
- olio di mais o sesamo per friggere

Tagliare a spaghetti le verdure, e il cipollotto a fettine. Creare una pastella con la farina e l'acqua e versarla sulle verdure in una ciotola capiente. Raccogliere con forchetta e cucchiai, come fossero spaghetti, e versarli nel wok con l'olio caldo e girarli con una spatolina dopo qualche minuto, e aspettare che si cuociano diventando belli croccanti.

Come dolce ho pensato di fare una bella granita di anguria, ne avevo una base in freezer che avevo fatto qualche giorno fa e, per renderla ancora più gustosa, l'ho frullata con un goccio di gassosa bio che l'ha resa dolce al punto giusto e della giusta consistenza.
La ricetta base per una bella granita, per chi ha la gelatiera, 

Ingredienti:
- 1 anguria baby
- 150 ml di acqua
- 150 gr di zucchero integrale
- succo di 1/2 limone
- un pizzico di sale
- 1 bottiglietta di gassosa bio

Sciogliere lo zucchero con l'acqua.
Lasciare raffreddare. Intando pulire l'anguria da semi e buccia e frullarla. Poi mettere l'anguria con lo sciroppo di zucchero e il succo di limone e il pizzico di sale nella gelatiera e lavorarla per mezz'ora quarantacinque minuti.
Metterlo nel freezer. Una volta pronta, tirarla fuori e tagliarla in pezzetti, rifrullarla con la gassosa e...servirla!
Per una versione da adulti, si può aggiungere un po' di vodka al momento di frullare la granita nel mixer.

Per l'aperitivo dei Patati ho creato delle schiacciatine al rosmarino fatte con la pasta madre non rinfrescata.

Schiacciatine al rosmarino e timo con pastaacida non rinfrescata
Ingredienti:
- 200 gr pasta madre non rinfrescata
- 250/300 gr farina
- 70 ml acqua tiepida
- 50 olio
- sale
- rosmarino e timo

Sciogliere la pasta madre nell'acqua e mescolare alla farina, all'olio e poi al sale una volta assorbita la miscela. Stendere l'impasto e ritagliare con la rotella e cospargere di olio e sale e rosmarino e timo. infornare a 200' per 20 minuti.

Questa sera andremo a cena dai nostri amici per una pizza tutti insieme, quelle serate che amo perché ognuno porta qualcosa e si sta sereni a farsi due chiacchiere e poi si esce a bersi una birretta gustandosi quest'isola felice!

Io porterò i maialini cubisti, una versione di maialini di pasta di pane, per la padrona di casa che è una super architetto pieno di idee creative e mia compagna di passi lungo la via Francigena. Ho creato l'impasto, li ho ritagliati con le formine quadrate e a rombo per creare il naso. Ho frullato le olive e i pomodori secchi con dell'olio per creare il ripieno dei maialini. Un antipasto o merendina sana e vegana, soffice e gustosa.

(Ho) Serv(it)o e me ne vado
Chloeugi





venerdì 25 maggio 2012

Parola d'ordine:Ascoltati amandoti

...e dopo la cena di ieri, che era tutto fuorché dietetica o macrobiotica, oggi sono stata brava e mi sono preparata una schiscetta molto sana ed equilibrata.
Riso e insalata di lenticchie, carote e daikon grattugiati e pressati con gomasio. A colazione un bel kanten al limone che ho finito a merenda.
Non so bene se sono io, ma a me sto daikon mi sembra che mi faccia venire bruciore di stomaco. Proverò ancora ma in altri modi. Ieri ho ritirato la verdura per la settimana e spiccano, per il bel colore, dei super ravanello. Poi le zucchine, della rucolina, delle erbette, delle carote e le fragole. Stasera saremo di nuovo a cena fuori con altri super amici. Ci ho pensato, in questo giorni, che la vita è fatta di scelte che però non devono toglierci il piacere di stare con gli altri ed essere gradito ospiti. Viviamo in Italia, perbacco! La patria del buon vivo non per forza sempre pesante. Alcune pietanze sono in linea con questa mia ricerca di una vita equilibrata anche attraverso il cibo, e sono più di quanti si possa pensare. E poi, insomma, a volte si può anche sgarrare senza per forza auto-mettersi sulla gogna, no?
Quando si va al ristorante, si può decidere di prendere un risotto, accertandosi che non usino brodo di carne, ma è raro in quelli alle verdure. Oppure una pasta, ok anche se non è integrale, magari con un sugo semplice e per una volta chiuderemo gli occhi sulla questione solanacee che, comunque, hanno sicuramente qualità che a noi mediterraneo aiutano. Oppure un bel piatto di verdure grigliate e un'insalata ricca ma senza derivati animali se ne trovano, non è così raro. Io sono un'amante della pizza, drogata direi ma devo darci attenta. Volendo si può chiedere senza formaggio e con le verdure. Oppure pesce, se non siete vegani.
Sta a noi decidere il livello di "sgarro" giusto per noi: che sia un pezzetto di formaggio o una pizza con la mozzarella di bufala, la parola d'ordine è ascoltati amandoti!
E allora, questa sera, mi godrò la compagnia dei miei meravigliosi amici e compagno, e ordinerò qualcosa di verde, qualcosa di stagione e qualcosa che mi piace, e seguirò il mio consiglio: mi ascolterò amandomi!!
Chloeugi

giovedì 24 maggio 2012

Schiscetta superstar e progetti serali




Un po' fuori fuoco ..ma questa è sempre lei: la mia super Schiscetta!
Oggi ha trasportato da casa al mio stomaco un risottino improvvisato con riso basmati e una cremina di ceci e porri ottima!

Sto progettando la cena di questa sera con due nostri cari amici e abbiamo pensato ad una serata easy. Mangiare con le mani, stare insieme e farci due risate senza primosecondocontrornodolce...
Vorrei fare un po' di cosine da mangiare e condire ognuno a suo piacimento, e per concludere, un bel dolcino al cucchiaio.

Maialini di pasta foglia ripieni di pesto e pomodorini

Focaccia ai pomodorini

Pizza

Budino di pistacchi e mandorle con macedonia di fragole
Ingredienti:
(io ho fatto dose doppia)
- 500 ml di latte di pistacchi e mandorle
- 50 g di maizena o fecola
- 20 g circa di zucchero semolato o integrale (assaggiarlo, io non l'ho messo)
- un pizzico di sale
- un cestino di fragole
 
In una pentola mescolare la maizena con lo zucchero e il sale. Stemperare con il latte di pistacchi e mandorle e cuocere a fuoco basso, continuando a mescolare con una frusta per evitare che si formino grumi, fino a quando la crema si rapprederà. Tagliare le fragole e condirle con un po' di limone e, in parte, usarle per guarnire le ciotoline.Versare il budino nei bicchieri o negli stampini e farli raffreddare e metterli in frigo per qualche ora prima di servire.

Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 23 maggio 2012

Schiscetta solitaria

...ma dove vai se la schiscetta non ce l'hai!?!

Sarà il sole, saranno le valanghe di notizie che fanno salire e cadere l'umore, sarà che a pranzo ero sola, fatto sta che mi sono scordata di scrivere oggi.
Non ho una ricetta pazzesca o un menù particolare, ma qualche pensiero e qualche foto da condividere.
Oggi ho mangiato il mio amato riso con un po' di dahl che era da finire, ma in più avevo, per merenda, la torta di pane della mamma, di cui in effetti potrei darvi la ricetta, ma poi dovrei uccidervi!!!

Torta panina
Ingredienti:
- pane raffermo
- latte o latte di riso o avena
- cacao
- frutta secca
- frutta essiccata (se si vuole)
- zucchero integrale
- spezie quali cannella, finocchio, coriandolo o quello che preferite
- gocce si cioccolato e/o zucchero integrale per guarnire

Io la faccio molto a occhio, ogni volta viene diversa e ci aiuta a svuotare la dispensa. Mettere il pane a pezzi a mollo per almeno un'oretta in modo che assorba bene il liquido, già mescolato con il cacao. Aggiungere gli altri ingredienti: mandorle nocciole uvetta le spezie e mescolare bene. Si può anche frullarla, volendo averla più omogenea. Mettere in una teglia unta o con un po' di carta da forno e cuocere a 200' per 30-45 minuti almeno, finché non è asciutta. Guarnire con frutta secca, zucchero integrale e cioccolato.

Quella della mia mamma è imbattibile!!

Servo e me ne vado
Chloeugi

martedì 22 maggio 2012

Un raggio di sole e qualcosa da sfogliare


Quando la giornata inizia con un timido raggio di sole e poi continua con la visione di una (seppur frivola) botta di vita da sfogliare...beh...non posso che esserne contenta e accettare questi doni!
Adoro le riviste di cucina, anche se mi rendo conto che dovrei cercare di non riempire la mia piccola casina di carta, però è più forte di me. Solo che la nuova grafica di sale e pepe e i libretti della collezione creati da Sigrid Verbert, si! La foodblogger più famosa (e belga) del mondo eheh! comunque questo binomio, mi rapisce sempre!
E il numero di questo mese sembra fresco e ha un sentore di estate, una promessa di cibo rinfrescanti ma nutrienti e accattivanti e croccanti! Il libretto, molot ben curato e pieno di spunti, è sulle golosità sotto vetro, sia dolci sia salati, ottimi spunti per regalini.

Allora inizio la mia mattina con una bella colazione energetica: un the bancha e il budino di miglio con un cucchiaino di marmellata crudista di albicocche...strappo alla regola che mi tira su, visto una piccola preoccupazione che siamo riusciti ad allontanare.

Per pranzo avrò una super schiscetta: riso basmati, spinaci saltati e tempeh passato nella farina di ceci e saltato in padella con olio di sesamo...che coccole culinarie!

Servo e me ne vado
Chloeugi

lunedì 21 maggio 2012

Pranzo rilassante aiuta a mantenere la calma???


Il lunedì è spesso in salita. Come se non bastasse poi, oggi, sembra che fuori ci sia il diluvio universale 2- La vendetta!
E allora uno cerca di sorridere. Si sveglia, si prepara, si fa accompagnare dal proprio compagno in stazione, e questo aiuta un po' a sorridere. Poi fa colazione con il budino di miglio alla vaniglia già aiuta...ma poi...arrivi in ufficio e si cerca di combattere tutti insieme contro la tristezza fuori dalle finestre. Qualche piccola tensione si allenta, altre si creano. Poi ci si mettono anche le poste italiane a non recapitarmi lettere importanti. Ma tutto si sistema. 
La mia schiscetta mi ha tirato su di morale: il riso basmati con il dahl al curry mi ha fatto sentire avvolta e coccolata. E stasera mi farò una zuppa di miso, un po' di carote e daikon, inizierò una piccola terapia non invasiva per un problemino sciocco che ho sottovalutato. Per fortuna c'è la famiglia e gli amici e un super compagno...ma anche la mia magik schiscetta ha fatto il suo degno lavoro! E poi, se cerchi di sorridere, arriverà qualcosa di buono: un appuntamento co nun'amica di vecchia data per qualche progettino futuro all'orizzonte, e torna il sorriso!!!
(non) Servo e me ne vado 
Chloeugi

domenica 20 maggio 2012

Fuori piove, voglia di India

Un'altra domenica uggiosa. Il relax è d'obbligo, direi. E anche un po' di coccole culinarie e di programmazione settimanale dei miei pasti.
Ho finalmente provato la nuova pentola che ho ricevuto come regalo di compleanno dalla mia splendida suocera. (la si può vedere nella foto)
Che cosa potrei mangiare, questa settimana?
Innanzitutto un bel riso basmati e profumato, cotto perfettamente nel wok.
Poi legumi, ho due idee oggi, un profumatissimo e indianissimo Dahl al curry e una crema di ceci con spinaci e porri, perfetta come contorno o per panini o sughi per pasta.
Per sgrassare un po' ci va un bel piatto di carote e daikon, anche detto da Martin, idraulico liquido! Domani proverò a prepararlo, ma bisogna stare attenti per chi ha la pressione bassa come me, perché ha azione diuretica e abbassa la pressione.
Ma ora vi lascio la ricetta del Dahl al curry

Ingredienti:
- 1 tazza di lenticchie decorticate rosse
- 3 tazze d'acqua
- 1 cipolla tritata
- 1 carota tritata
- 1/2 porro
- 1 cucchiaio di olio di sesamo
- shoyu
- curry

Far appassire la cipolla, la carota, il porro e il curry per qualche minuto. Poi si aggiungono le lenticchie lavate ma non lasciate a mollo perché diventerebbero un mattone e non si staccherebbero, cuocere per 25-30 minuti. Salare con la salsa di soia e finire la cottura. Servire con il riso basmati e l'india è servita!

Crema di ceci e verdume vario
- 1 scatola di ceci
- 1 manciata di spinaci
- 1/2 porro
- 1 cucchiaio di tahin
- succo di limone
- sale
Frullare il tutto. E usare come si vuole!

Per la colazione ho ritrovato una ricettina della sana gola, il budino di miglio.

Budino di miglio
Ingredienti:
- 200 gr di miglio
- 1 litro di latte vegetale (io di riso)
- 1 pizzico di sale
- 150 gr di malto di riso
- 1 cucchiaino di vaniglia in polvere

Lavare bene il miglio e mettere in una casseruola con il latte e la vaniglia. Quando bolle aggiungere il malto. Cuocere con il coperchio finché si assorbe tutto il liquido. Ho invasettato il budino in modo da poteremo portare al lavoro per fare colazione comodamente.

Per merenda o dessert ho pensato di preparare un kanten al limone

Kanten al limone
Ingredienti:
- 1 litro di succo di mele
- 4 cucchiai di fiocchi di agar agar
- 1 pizzico di sale
- 1/2 vaniglia in polvere
- 1 cucchiaio di sciroppo d'agave o di acero
- 1 cucchiaio di crema di mandorle
- succo di 2 limoni

Portare a ebollizione il succo con l'agar agar e il sale, poi abbassare e cuocere per altri 10 minuti. Travasare il liquido in una ciotola e lasciar raffreddare. Quando sarà freddo si sarà anche solidificato. Frullare la gelatina con il succo e la scorza dei limoni, la crema di mandorle e succo d'agave.
Si possono servire con fetta di limone e menta fresca.

L'agar agar è un'alga che si usa per gelificare al posto della colla di pesce.
Aiuta la tiroide, per questo fa bene per dimagrire.

E per oggi siamo a posto.
Servo e me ne vado
Chloeugi

sabato 19 maggio 2012

I magnifici...20! Nuova lettura e nuovi spunti

Il treno è un mezzo stupendo (ritardo permettendo): ci permette di non preoccuparci di dover restare lucidi e svegli perché non guidiamo noi, di leggere, scrivere un post per un blog, fare foto assurde e pensare. Si può dormire, se i propri vicini fossero un pochino più educati, ma si può leggere e ascoltare la musica. Pensare.

Quando vengo a Milano per i corsi di cucina, faccio sempre una tappa da Feltrinelli e a volte mi capita di farmi qualche regalino da leggere.
Questa volta la scelta è ricaduta su questa piccola perla: i magnifici 20, di Marco Bianchi. È una mini enciclopedia della salute, con spiegazione e ricette sfiziose. In questi giorni metterò in pratica alcuni consigli suoi e ...assaggerete con gli occhi e la fantasia!

(non) servo e me ne vado
Chloeugi

Ospiti a cena e ricette mancanti

Stasera ho avuto come ospiti, mio fratello e due nostri amici, e ho cucinato un sacco. Ero così presa dal preparare e allestire il tavolo, che non ho fatto neppure una foto delle mie creazioni, però posso dirvi cosa ho preparato, anche se è una magra consolazione.
Come antipasti ho fatto una focaccia bassa e croccante, una crema tzaziki cetriolo e timo, una Cremona da spalmare agli anacardi (di cui scriverò la ricetta), poi c'era un bel tagliere con formaggi e salame (per onnivori) dei bei pomodori secchi e un Mobjoto=mohjto alla Moby, creato con vino bianco frizzante e la mia menta del balcone.
Come primo una pasta con salsa di piselli, paprika e timo.
Secondo per onnivori spiedini, per il resto del mondo, torta salata alle zucchine chiare, insalata greca pomodoro feta e olive verdi.
E gran finale, mousse al cioccolato con avocado su un letto di briciole di biscotti.
Può bastare?(bella dieta eh?!?)
Domani andrò al corso Rimedi casalinghi, alla sana gola, ci vuole direi!
Sicuramente mi farò un bel the bancha per riprendermi dai vizi di questa cena!

Crema di anacardi
Ingredienti:
- 100 gr di anacardi naturali
- 1 manciatona di timo fresco
- succo di mezzo limone
- sale
- acqua
Ho lasciato per qualche ora (sarebbe meglio tutta la notte) gli anacardi ammollo. Scolati, li ho messi nel mixer con tutti gli altri ingredienti, ho iniziato a frullare. Per dare cremosità, ho iniziato a versare a filo acqua.
Perfetta da spalmare su crostini vegan!!!

Serv(iró)o e me ne vado
Chloeugi

venerdì 18 maggio 2012

Buoni propositi a tavola

Stamattina ho letto un decalogo interessante (grazie Lisa casali)

-Acquista prodotti locali
-Acquista prodotti "di stagione"
-Riduci i consumi di carne
-Evita il pesce appartenente a specie sovrasfruttate
-Privilegia i prodotti biologici
-Riduci gli sprechi: se l´hai acquistato, mangialo
-Acquista prodotti con pochi imballaggi
-Riduci il consumi di cibi eccessivamente elaborati
-Bevi l'acqua del rubinetto
-Evita gli sprechi anche ai fornelli

Bisognerebbe pensarci sempre quando facciamo la spesa, cuciniamo, invitiamo gente e viviamo! Non sono per la crisi, ma per il rispetto per il mondo e le risorse.

Oggi la mia schiscetta era un bell'esempio: salsine di carote creata con gli avanzi di mandorle e carote dei bei pomodorini e tofu avanzato da un'altra ricetta.

Servo e me ne vado
Chloeugi

giovedì 17 maggio 2012

Salutiamoci...il contest che saluta l'avvento della buona salute

Non sono impazzita...o meglio, non più del solito! Spulciando tra i vari blog di mie paladine del cibo, ho trovato questo contest molto interessante.
Mette insieme tutto, ma proprio tutto, quello che amo in questo momento: la cucina, il gusto e l'attenzione alla salute e, inoltre, la possibilità di condividerlo tramite il blog, meglio di così che voglio???
Allora, eccomi pronta a spiegare come/cosa/quando...

Innanzitutto allego il logo





La sfida è cucinare qualcosa di buono, bello e soprattutto sano. Scoprire nuovi ingredienti, approfondire la conoscenza del rapporto tra cibo e salute, affinare il gusto, evitare scorciatoie industriali, sperimentare, rispettare l’ingrediente nella sua stagionalità.
Seguire le indicazioni dei medici che si occupano di prevenzione di tumori e altre malattie gravi senza mai pensare che questo sia mortificante e triste, anzi, al contrario, pensando che sia prima di tutto un atto d’amore verso se stessi e poi verso chi ci sta vicino e mangia quello che cuciniamo.
Il gioco è semplicissimo.
Ogni mese (il primo giorno del mese) il blog ospitante (che questo mese è quello di Stella di sale) fa un post e lancia un ingrediente. Chiunque può partecipare con una ricetta, c’è tempo fino a fine mese.
Non si vincono premi, non ci sono gare, non ci sono sponsor. A fine mese si fa la raccolta delle ricette. Cos’ha di diverso dai soliti contest a tema?
Che bisogna seguire le indicazioni di questa tabella, dove ci sono tre colonne: gli ingredienti non permessi, gli ingredienti permessi ma non consigliati, gli ingredienti consigliati.
 La tabella è stata decisa seguendo le indicazioni dell’Istituto dei Tumori di Milano e in particolare di questo libro. Gli ingredienti consigliati sono quelli che usano in Cascina Rosa nei loro corsi di cucina e nei loro progetti per la prevenzione.
A qualcuno potrà sembrare molto restrittiva.
Qualcun’altro usa già principalmente gli ingredienti della colonna di destra da anni.

Questo mese l’ingrediente è:
FAVE e/o PISELLI,
Sono legumi di stagione ma si possono usare anche secchi (e sono benvenute le ricette dove si sfruttano anche i baccelli).
Il contest questo mese lo ospita Stella di sale io e quindi le ricette vanno mandate a lei.
Se avete un blog potete semplicemente lasciare il link nei commenti di questo post.
Se non avete un blog potete mandarmi una mail all’indirizzo stelladisale@gmail.com con la ricetta.
Nel post dovrete linkare questo post e mettere il logo.
Può anche essere una ricetta già pubblicata ma va fatto un post nuovo.
Il bannerino col logo se volete lo potete anche mettere nella vostra sidebar per pubblicizzare il contest, linkando sempre questo post.

C'è anche una pagina facebook e prossimamente un blog.

Questo è il calendario per tutto l’anno con gli ingredienti e i blog ospitanti.
Se volete proporvi per ospitare il contest dopo maggio 2013 scrivete a Brii: briiblog@gmail.com
maggio 2012 – FAVE e/o PISELLI – Stella di Stella Di Sale
giugno 2012 – ORZO – Lo di Galline2ndlife
luglio 2012 – ZUCCHINE – Roberta di Cobrizo
agosto 2012 – PESCHE – Bri di Briggishome
settembre 2012 – ALICI e/o SARDINE (opzione alghe per i vegan) – Ciboulette di Un filo d’erba cipollina
ottobre 2012 – CASTAGNE – Alice di Kitchen Bloody Kitchen
novembre 2012 – ZUCCA – Aiuolik di Trattoria Muvara
dicembre 2012 – CAVOLFIORE/broccolo – Mirco di L’orto di Michelle
gennaio 2013 – MIGLIO – Federica di Architettarte
febbraio 2013 – CIPOLLE/cipollotti/porri/scalogno – Valentina di La cuoca pasticciona
marzo 2013 – CECI – Katia di Pappa e cicci
aprile 2013 – MANDORLE – Luisa di Ricettelle gluten free e Ricettelle
maggio 2013 – FRAGOLE – Francesca di Una stanza tutta per il tè


Ora mi metto a pensare a cosa fare, per ora ve la butto li!
(non) servo e me ne vado
Chloeugi

Finalmente primavera e...un po' di sana dieta!



...dopo il post di ieri...ci va un po' di dieta... anche se la parola Dieta fa tremare sempre un po' gli animi. Credo che sia dovuto ad una male interpretazione del termine. Su wikipedia troviamo una definizione interessante 
"Regime alimentare, in italiano corrente, si sovrappone abitualmente come significato al termine dieta. Questo indica diete per diminuire-aumentare di peso corporeo, diete per attenersi a prescrizioni relative a particolari quadri clinici, come quelle specifiche per ottenere differenti risultati sul proprio fisico, ad esempio, in campo di dieta umana, le diete dell'atleta.
La dieta pertanto non è esclusivamente privativa, ma può essere anche una scelta di stile di vita che magari si abbina a pratiche sportive o ricreative."
Per me, l'indicazione migliore, è quella di Martin Halsey, quando parla di dimagrimento inuno dei suoi corsi più seguiti alla Sana Gola.
"Non serve una dieta. Serve un modo di mangiare che rispecchi gli schemi alimentari che esistono in ogni cultura da millenni con alcuni accorgimenti per dimagrire."

Visto e considerato gli stravizi di questi giorni e i vari studi che ho fatto provando altre soluzioni, posso dire che, per me inq uesto momento, è meglio continuare a seguire le indicazioni di base della macrobiotica della scuola di Martin Halsey, visto che sono meno rigide e proibitive di quanto la gente comune pensi, sono rimaneggiate un po' per noi "mediterranei".
La primavera richiede, dopo una depurazione del fegato e una quaresima, avendo poi sgarrato e ricercato di nuovo cibi un po' eccessivamente Yang (da forno, secchi, stagionati e quantaltro), un po' di ordine e di pulizia primaverile.
I problemi di sovrappeso si distinguono, in questa cultura, in Yin e Yang (in termini nostri sarebbe tipologia di ingrassamento a Mela=Yin=troppi dolci, Pera=Yang= troppi prodotti di origine animale, stagionati). Come si può vedere alla fine si giunge sempre alle stesse conclusioni usando solo termini diversi. Non sto a fare tutta la questione sulla glicemia, il pancreas etc però cercherò di riassumere quello che, sulla mia pelle, ho vissto che funziona e che si può fare, ognuno nei suoi modi.
Perchè io credo davvero che, il mio corpo, sia in grado di fare quello che vuole basta aiutarlo a capire cosa gli serve....perchè lui riesce sempre a trovar eun modo per ingrassare o meglio di cibarsi dei cibi più grassi, anche in una dieta vegana! 
Quindi, nei prossimi giorni cercherò di darmi qualche regolina, che futura terapista sarei se non fossi in grado di farmi diagnosi, darmi soluzioni ed essere d'esempio?

I prodotti migliori per sciogliere i grassi sono:
- Alimenti con sapore pungente (zenzero, cipollotto, rafano ...)
- Ravanelli e daikon
- Funghi shitake (non facilissimi da trovare dopo Fukushima)
- Alimenti ricchi di iodio come le alghe (e per alcuni il pesce ma io non lo mangio)

I principali punti da seguire sono:
- mangiare con ordine e 2 o 3 volte al giorno, più o meno allo stesso orario per aiutare il metabolismo, stando seduti e masticando bene
- mettere nel piatto almeno un cereale, delle verdure e, se si riesce, almeno una zuppa al giorno, anche solo una zuppa di miso o un brodo dimagrante o di clorofilla che aiutano il fegato e la flora intestinale 
- pasto serale più leggero (e qui è saggezza popolare e buon senso...)
- ridurre prodotti da forno, secchi e duri
- favorire le verdure a foglia verde cotte e al dente e le verdure dolci (cipolle, carote, zucca) ben cotte
- per soddisfare la voglia di docle e appetito eccessivo usare dolci di buona qualità (ne vedremo in questi giorni, comunque non zucchero bianco/di canna/succo d'agave/miele/succo d'acero)
- usare brodo di verdure dolci
- farsi pediluvio (per via dei meridiani)
- impacchi caldi sul plesso solare...vedremo..

Per soddisfare voglia di dolce:
- frutta cotta (magari con spezie leggere)
- dessert al cucchiaio (kanten)
- succo di mela caldo/ carote
- utilizzo verdure dolci (carote, cipolle, zucca, cavoli)
- evitare alimenti troppo dolci che creano picchi nella glicemia (anche frutta secca, starci attenti...)

Alimenti peggiori:
- latticini
- alimenti stagionati
- alimenti secchi e duri da forno (troppo yang creano poi accumuli)
- alimenti troppo dolci
- utilizzo eccessivo di olio

Alimenti migliori:
- riso basmati e quinoa
- insalate di verdure amare
- salsine con sapore pungente e agrodolce (aiutano a usare meno olio)
- alghe e condimenti a base di alghe

Altre indicazioni:
- camminare almeno 30 minuti al giorno aiuta a ossigenarci e a stimolare il metabolismo e fa circloare la linfa (direi che è una cosa che ci siamo sentiti dire e ridire..)
- lefrizioni della pelle

Qualche rimedio casalingo:
- brodo dimagrante
- kanten di frutta dolce
- salsina 4 sapori
- basmati e dahl 

Per sciogliere i grassi:
- brodo di verdure dolci con daikon
- carote daikon con brodo base

Ok, dopo tutto questo luuungo discorso, sono pronta per mettere in atto la mia trasformazione!
L'importante, credo, sia vivere serenamente e ascoltarsi e non pensare che sia complicato: siamo in un periodo di abbondanza di verdure, quindi un po' di fantasia!

Ps. Oggi la mia schiscetta è molto saporita...non troppo sgarro, ma da domani sarò più leggera..
Ho una pasta integrale con porri saltati e tofu aromatizzato al pomodoro.
Per colazione sono tornata al mio amato The bancha e gallette di riso con un velo di crema di frutta. Consiglio la lettura del libro Dimagrire di Martin Halsey dove ogni punto è spiegato ben bene.
E, inoltre, ci sono tante belle ricettine!

(non) servo (ma progetto) e me ne vado!
Chloeugi
flop

Dolcetti per viziare dolcetti per sfamare!

Buongiorno! Questo bel sole mette il buon umore, a voi no? Visto che ero carichissima, oggi, ho deciso di sfogarmi un po' in cucina e fare qualcosa di buono, ma relativamente sano, per i miei amici. 
Io devo seriamente prendere in considerazione un po' di dieta, ma come si fa con tutti questi impengi mondani???? Eheh ...ne parliamo domani ...
Ho deciso di preparare dei biscottini soffici per un dopo cena di parole e impegni futuri, e dei brownies per stasera a cena da amici che hanno un piccolo che ama il cioccolato.

Brutti ma buoni e bananosi
Ingredienti:
- 300 g di farina (io kamut integrale e 0)
- 50 g di cacao amaro
- 120 g di zucchero di canna
- 100 g di cioccolato fondente
- 1 banana schiacciata
- 6 cucchiai di olio di mais
- 1 pizzico di sale
- latte di riso (a occhio a seconda della consistenza desiderata)
- mezzo cucchiaino di lievito per dolci

Ho mescolato bene gli ingredienti, prima quelli secchi, poi ho aggiunto la banana e il cioccolato a pezzettoni, e il latte man mano, ma forse sarebbe stato meglio una consistenza più dura e non soffice come quella che ho ottenuto aggiungendone troppo.
Ho creato con il pallinatore da gelato delle palline su un foglio di carta da forno, infornato a 180 gradi per 15 minuti.


I brownies o torta al cacao soffice soffice
Ingredienti (x 1 teglia piccola ma alta o 16 brownies bassi)
- 250 g di farina a piacere (io normale e kamut integrale)
- 200 gr zucchero integrale
- 70 g di cacao amaro in polvere
- 1 cucchiaino di lievito
- 180 ml di acqua
- 180 ml di olio mais
- 100 ml latte vegetale

Mescolare gli ingredienti secchi e umidi e aggiustare di dolcezza e la consistenza con del latte a seconda che il composto sia troppo liquido Eli troppo denso. Creare uno strato omogeneo su una teglia e infornare a 180 gradi per 25 minuti e controllare la cottura. Cospargere con frutta secca e/o di gocce di cioccolato. Lasciate fuori dal forno ad asciugarsi per almeno un'oretta. 

Servo e me ne vado
Chloeugi
 

mercoledì 16 maggio 2012

Colazioni e considerazioni

Questa mattina mi sono svegliata con la testa piena di idee e considerazioni. Devo fare ordine!
Allora, mi è piaciuto molto mangiare frutta e di sicuro non smetterò, però forse non sono pronta per un cambiamento, visto che noto molte migliorie nella mia vita da quando ho iniziato a frequentare la scuola di Martin Halsey a Milano.
Sabato avrò la lezione sui rimedi casalinghi, non vedo l'ora!
In questi giorni, quindi, riprenderò un po' di sane abitudini visto che ultimamente, nonostante le cosine buone e sane di varie altre culture (che non abbandonerò) ho comunque straviziato un po'! (e la bilancia me lo fa notare sensibilmente...)
Stamattina, dicevo, mi sono preparata una bella cremina di fiocchi d'avena e, come "vizio", l'ho coperta con un cucchiaio di marmellata crudista al posto di dolcificare.
Mi sembra un buon compromesso, ma mi riservo di studiarmi la questione colazione per l'estate, perchè inizio ad avere caldo e sento il bisogno di mangiare sano ma anche di rinfrescarmi.
Per pranzo, e li casca un po' l'asinello e anche la chef in questione, ho preparato una lasagna con pane carasau...non proprio macrobotico al 100% ma, come direbbe un foodblogger che ho scoperto in rete, una macrobiotica mediterranea!

Ingredienti per la Lasagna di pane carasau vegan:
- fogli di pane carasau
- tofu
- crema di carote e mandorle
- zucchine a fette scottate

Versione vegetariana:
- fogli di pane carasau
- sugo di pomodoro senza zucchero
- formaggio scamorza e bri
- zucchine
- pane carasau

Come prima cosa ho fatto saltare delle zucchine con un po' d'acqua e erbette.
Poi ho creato i miei strati alternando pane carasau, tofu, crema di carote e zucchine.
La versione per il moroso, quella vegetariana, è con il formaggio, almeno per un giorno non mangerà carne!
Una volta terminati gli strati, un cucchiaino di olio, una spolverata di semi di sesamo e sale e in forno per 10 minuti.
Servo e me ne vado!
Chloeugi

martedì 15 maggio 2012

Crudismo e rosmarino

Ieri sera ho provato l'emozione di una bella cena crudista al 100%. Siete scettici eh?invece vi stupiremo con gli effetti speciali! Innanzitutto già la location aiutava perché siamo stati ospitati da timo e rosmarino, ristorante molto carino in centro a Biella.
Eravamo una decina di donne incuriosite, con due piccole aiutanti, che ringraziamo!
Dopo una breve introduzione eccoci catapultate nella piccola, ma super organizzata, cucina a vedere trasformarsi le verdure e la frutta in cibi invitanti e gustosi.
Abbiamo bevuto un buon centrifugato di carote mele e zenzero. Preparato due sfiziosissime finte maionesi partendo dai semi di girasole. Creato dei fiorellini di carote da riempire, come antipasti, con le due salsine e l'impasto per i cracker partendo dai semi di lino. Abbiamo creato degli spaghetti di zucchine con una macchina molto divertente e preparato due alternative ai sughi di pomodoro cotto con pomodori secchi e freschi. Con i vari avanzi ad esempio del centrifugato, si possono pensare a recuperi creativi ad esempio per creare polpette o biscotti, magari usando l'essicatore.
Per finire abbiamo preparato delle bellissime palline di farina di carruba e semi cosparse di cocco.
Ho trovato tutto molto gustoso, forse ho mangiato troppo aglio per stare in compagnia di comuni mortali!
Ho digerito praticamente tutto, ma resto, per ora, dell'opinione che bisogna avvicinarsi a piccoli passi ad un'alimentazione del genere per via degli eccessi finora perpetrati.
E, sempre dal mio punto di vista, bisogna sentire questa esigenza, abere sane motivazioni e informarsi, non lanciarsi senza paracadute!
È l'opposto (o quasi) della macrobiotica e devo ancora capire come si colloca nel discorso energie e quant'altro. A me interessava per svariate ragioni: per provare, per avere ricette per la calda stagione e per stare bene.
Il 28 ci sarà la prossima lezione e staremo a vedere quali altre leccornie ci insegnerà Laura Cuccato, super insegnante dalla voce tranquilla e dalle mani delicate ma decise.

Servo e me ne vado
Chloeugi

lunedì 14 maggio 2012

Voglia di sole grazie a piccole carote

Domenica sera (ieri) ho ricevuto un nuovo regalo da suocera: la bella scatola (in fotografia) conteneva un bel wok!!! Wok con maniglie laterali, con coperchio in vetro, un utensile e un kg di riso basmati: da provare!!!
Non vedo l'ora di provare le ricette di un nostro libro...vi dirò.
Qui sotto la foto della schiscetta di lunedì... Una belal pasta integrale con un sughetto di carote mandorle e tahin, una bella botta di vita, poi mi chiedo perchè non dimagrisco!!! E un'insalatina di pomodorini datterini con sughetto ai 4 aromi.

Servo e me ne vado
Chloeugi

domenica 13 maggio 2012

La giornata delle mamme e un pensierino

Oggi il sole non ci è venuto a trovare e quindi abbiamo deciso di prendercela con calma.
Ho pensato di creare dei pensierini per le mamme di casa e, pensa che ti ripensa, ho pensato a cosa potessero usare in casa mentre ci nutrono con amore e cibi superbi! (le mamme italiane sono imbattibili!)
Ho fatto una variante del gomasio in versione mediterranea!
Sono andata sul mio balcone aromatico e ho preso timo, menta, salvia, rosmarino e origano.
Gomasio mediterraneo
Ingredienti:
- 9 cucchiai di semi di sesamo
- 1 di sale integrale grosso
- tante erbette fresche o essiccate

Fare saltare in padella il sesamo finche passando un cucchiaio di ferro, non restino attaccati i semini. Fare saltare il sale per un minuto. Frullare o tagliare a parte, sminuzzandole bene, le erbe tre fresche. Mettere nel suribachi (pestello giapponese) il sesamo e sminuzzarne gran parte. Aggiungere il sale e continuare a schiacciare e mescolare il sale e sesamo e in fine aggiungere le erbette. Volendo, se non avete il suribachi, frullare bene con un mixer. Invasettare e chiudere.
Il sesamo ha tante qualità, ha elevato contenuto di proteine (18,7%), grassi (53,5%) e carboidrati (15,6%). Ha molti sali minerali superiore rispetto alla media degli altri semi oleosi, grazie al contenuto record di calcio (815 mg), fosforo (477 mg), magnesio (815 mg) e ferro (20,1 mg), oltre la vitamina B1 (0,92 mg), B2 (0,47 mg) e PP (6,9 mg). Bisogna stare attenti a non tostato troppo per non creare effetto cancerogeno. Ci sono tre antiossidanti naturali: sesamina, sesamolina e sesamolo. Aiuta per colesterolo e le patologie cardiovascolari. Infine la sesamina tutela il fegato dai danni derivanti da ossidazione.
Quindi mi sembra un regalo perfetto!
Servo e me ne vado a rilassarmi!
Chloeugi

venerdì 11 maggio 2012

A pranzo sola soletta e letture interessanti

Oggi a pranzo sono sola, ma non triste. Ho la compagnia di in libro interessante e la mia magik schiscetta.
I libro, come potete vedere dalla foto, è un piccolo capolavoro autobiografico di ALdous Huxley L'arte di vedere. E' molto ilteressante sentire il punto di vista del grande scrittore che, all'età di sedici anni, dopo una grave malattia, resta quasi cieco e scopre il metodo Bates.
Questo metodo ha il fine di farci recuperare la vista ma non solo, anche di imparare a rispettare e prenderci cura dei nostri occhi, e io ne sento un forte bisogno essendo portatrice di lenti a contatto da quando ho 18 anni e lavorando spesso davanti al computer e altre fonti luminose.
L'ho scelto per fare un po' una pausa dalle letture solo culinarie e curative alimentari, perchè ci sono tante cose che, a fianco dell'alimentazione, migliorano la nsotra vita e questo llibro è una prova esemplare. Allora mi preparo la mia schiscetta davanti al muso, e apro il libro. Che pace!
Buon appetito e buona lettura a tutti!
Servo e (sfogliando un libro) me ne vado
Chloeugi

La trasformazione della Frutta secca in marmellata

Il libro la dieta di Eva, mi ha dato un sacco di stimoli e argomenti su cui riflettere. Ma, soprattutto, suggerimenti per ricette da personalizzare. Unica nota: devo stare attenta a non esagerare con frutta secca perchè sono comunque grassi..e io vorrei dimagrire!
Una di queste è la marmellata crudista, stupenda veloce e gustosissima!
Crudista?si! Non bisogna neppure cuocerla. E' perfetta per colazione, per uno spuntino o da aggiugnere a gelato o yogurt (anche di soia).

Ingredienti: (io ho fatto metà dose visto che la mangio solo io)
- 250 gr di frutta essiccata (albicocche, prugne, mele, fichi, datteri quella che volete anche un mix)
- 125 ml di acqua
- 1-2 cucchiai succo di limone
- 1-2 cucchiai crema di mandorle (facoltativo)

Mettere a bagno la frutta essiccata. L'ideale sarebbe lasciare la frutta a bagno per alcune ore, anche tutta la notte. Non buttare l'acqua ma usarla, mettendo il tutto in un frullatore con succo di limone e frullare. Per renderla ancora più cremosa, e grassa a dire il vero, aggiungere 1-2 cucchiai di crema di mandorle scura.
Invasettare e mangiare sul pane o gallette o usarla per torte e cristalline o biscotti.
Pazzesca e ci ho messo solo 5 minuti! Io ho lasciato a bagno solo 1 ora e mezza la frutta, la prossima volta sarò più paziente e aspetterò tutta la notte.
A presto con la ricetta dei formaggini -alternativi e altre cosine interessanti, sempre naturali e sfiziosi.

Stamattina mi sono preparata anche un bel frullato ma più light di quelli di questi giorni, è proprio vero che il mio corpo è abituato bene e si vizia trovando soluzioni comunque non leggere! 
Il frullato di oggi è pere e una banana e acqua: idrata e soddisfa la mia voglia di dolce.
Per oggi mi sono portata le cosine buone fatte ieri: la crema hulk, l'insalata e poi una polpetta di tofu perchè degli avanzi ce n'erano troppo pochi per riempire il cratere che si crea nello stomaco a mezzogiorno. Ma questa sera andrò al giapponese con le mie amiche e sono sicura che una bella zuppa di miso non me la leva nessuno, e forse forse anche una bella tempura di verdure...
Servo e me ne vado... lasciandovi la foto del mio nuovo mug da viaggio arancione!
Chloeugi

giovedì 10 maggio 2012

Un gelato all'acqua fragole e banana

Che bel caldino! E che bello, per una volta, pranzare a casa con il mio moroso con calma.
Questo bel tempo fa venir voglia di cibo fresco e cosa c'è di meglio di un buon gelato?
Ma questa volta, lo voglio alla frutta e senza usare latte vegetale o sostituti vari, ma acqua e frutta.

Ecco come ho fatto, ho riadattato una ricetta vegan ed ecco un gelato partendo dal mio frullato preferito di questi giorni.

Gelato all'acqua, fragole e banane
Ingredienti:
- 250 gr di frutta (io ho usato 150 gr di fragole e una banana)
- 300 gr di zucchero (io quello integrale)
- 1/2 litro di acqua
- 3 cucchiai di farina di mandorle
- il succo di 1 limone

Per prima cosa bisogna preparare lo sciroppo facendo sciogliere lo Zucchero in un pentolino per 5 minuti, versarlo in una caraffa o ciotola e lasciarlo raffreddare bene.
Lavare la frutta e metterla nel boccale di un mixer con farina di mandorle e succo di limone.
Una volta che lo sciroppo sarà freddo, mescolarlo alla frutta.
Versare il tutto nella gelatiera e voilà!pronto un bel gelato a prova di golosi, stasera lo testerò sui miei suoceri e cognatuccia.
Ps finalmente ho avuto tempo di inforcare la mia bici e andare a prendere delle belle piantine. Ho trapiantato sul mio balcone: salvia, origano, cipolle di Tropea, piantato basilico partendo dai semi, trapiantato una piantina di pomodoro e due di fragole! Speriamo che mi diano tanti frutti succosi!


Servo e me ne vado
Chloeugi

Cremina Hulk per insalata graziosa

Un bel sole, tanta vitamina D!!!
Oggi un po' di riposo per colazione un frullato di fragole banane e farina di mandorle e un po' di latte di riso. Per pranzo qualche fresca ricettina e poi, questo pomeriggio, via a sgambettare sulla mia bici alla ricerca di piantine nuove per il mio balcone.

Dopo aver creato delle belle striscioline di carote e cetrioli, cosparse di semi di sesamo ho cercato una cremina da abbinare per condirla al meglio, e ho trovato la crema Hulk!
Ingredienti:
- 1 scatola di ceci scolati (circa 240gr)
- 50 gr foglie di spinaci
- succo di limone
- olio o tahin
- 2 pizzichi di sale
Frullare tutti gli ingredienti magari aggiungere un po' d'acqua se è troppo densa.
Servo e me ne vado (a scolare la pasta al moroso!)
Chloeugi

mercoledì 9 maggio 2012

Esperimenti colazioneschi


Lo vedete questa specie di panino??? E' il mio esperimento di oggi per colazione.
Innanzitutto la considerazione numero uno di oggi è....devo comprare assolutamente più frutta!!!!
QUesta mattina avevo voglia di qualcosa da mordere e non da bere e ruminare! Allora ho deciso di creare una cremina da spalmare partendo da una banana.

Ingredienti per il BananaPanCake fake
- 1 banana matura
- 1 cucchiaio di cacao amaro
- 2 cucchiai di farina di mandorle
- 3 cucchiai di latte di riso

Frullare il tutto e splamarlo su delle belle fette di pane scuro oppure, come nel mio caso, sulle meravigliose gallette di mais. Mangiare ascoltando la canzone di Jack Johnson Banana Pancakes!

La mia schiscetta oggi è tranquilla, con una bella insalata con tanti colori e una polpetta di tofu e verdurine, giusto per finire la scorta.

Ho finito il  libro, che vi consiglio caldamente, e ho trovato spunti e ricette meravigliose e gustosissime. Se volete sapere di più andate a visitare il sito.

P.S Oggi ho portato poca verdura, so già che avrò fame questo pomeriggio, quindi mi riprometto di fare la spesa e comprare un bel po' di verdure e di frutta, per diminuire i cibi che in questo momento in realtà non servono, cioè quelli che producono calore, visto che sta arrivando la bella stagione (si spera almeno...)

Stasera una bella "pasta" di zucchine con sughetto di pomodorini secchi e non e pestato di olive verdi.
Come dolce una bella cascata di fragole con due palline di gelato al latte di latte di mandorle e pistacchi guarnita con crema di cacao e banane e pistacchi sgusciati, pazzesco!!!

Ora servo e me ne vado
Chloeugi


Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero