martedì 29 maggio 2012

Ciliegie e stampi nuovi

Dopo una bella giornata di sole e lavoro, due passi in centro, un aperitivino con il mio omino e un rientro a casa con un piccolo regalino inaspettato: un bello stampo a forma di zucca colorata!
Però ne avevo comprato un altro alla fiera, che crea forme simili al mio tatuaggio e lo volevo proprio provare.

Il mio tatuaggio ha un gran significato per me, l'ho fatto a Dublino, nel mio viaggio da sola, zaino in spalla e tanti sogni. È un triskele celtico, un simbolo che rappresenta l'importanza dei cambiamenti, nella vita, il susseguirsi di nuove (e vecchie) situazioni persone e sogni, i cambiamenti come parte integrante della vita.

Appena l'ho visto ho pensato fosse carino crearci dei piccolo dolcetti, un po' un modo metaforico per assimilare questi miei valori...

Ho creato due varianti partendo da un impasto semplice ma leggero.

Bocconcini soffici alla frutta estiva e bocconcini alle gocce di cioccolato
Ingredienti:
- 150 gr di farina semintegrale, 0 o Manitoba (sta a voi) io un mix
- 25 gr farina di riso o mais super fine (se le vogliamo più simili alle polentine)
- 80 gr di zucchero integrale o di succo d'agave o altro dolcificante (stando attenti alle dosi)
- 120/130 ml di succo (io di mele)
- 90 ml di olio di mais o di riso o semi
- 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
- 1 cucchiaino di cremor tartaro o lievito
- 1/2 ciliegia per ogni stampino divisa in tre
- 1-2 cucchiai di gocce di cioccolato

Setacciare le farine e il lievito, mescolare la parte liquida, succo, olio e scorza di limone.
Controllare la consistenza, se troppo solida aggiungere succo o un po' d'acqua o latte di riso. Tagliare e posizionare le ciliegie negli stampini e versarci sopra metà impasto, fino a 1/3 di altezza dello stampo. Cuocere a 180' per 15-20 minuti.
Intanto mescolare le gocce di cioccolato alla restante metà del composto. Una volta cotti i primi biscottini soffici, pulire lo stampo e versare l'impasto come prima.

Servo (metà a noi e metà ai colleghi domani) e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero