domenica 26 agosto 2012

...di incontri crema di riso e fine di un'estate intensa

Il risveglio è stato un po' confuso oggi...avevo ancora il profumo della Francia e della cucina di cuisine et santé, nelle orecchie le parole e le risate, il tutto mescolato alla grande gioia nel ritrovare il mio compagno e la mia casetta e i miei amici e le nostre abitudini. E alcune di queste abitudini mi sembrano quasi lontane, alcuni nuovi gesti prenderanno il loro posto altri ai affiancheranno per creare un nuovo equilibrio. Questa mattina ho preparato la crema di riso per continuare il regime numero 7 ma non solo, anche perché mi piace e mi da una bella energia. Poi ho preparato del pane Oshawa anche se ne è venuta una specie di cracker ma gustoso e da masticare ben bene. Mancano 3 giorni alla fine del regime e credo che non andrò oltre perché vorrei cercare di non stravolgere troppo la vita mia e degli altri ma migliorarla e trovare degli adattamenti soddisfacenti.

Crema di riso
- 1 tazza di farina di riso (sarebbe ancora meglio farsi la farina macinando il riso tostato un po')
- 6 tazze di acqua
- 1 pizzico di sale
Mescolare in una pentola dal fondo alto la farina e l'acqua, cercando di non creare grumi. Far cuocere per 30 minuti sempre mescolando con la frusta. Una volta cotta io l'ho divisa in barattoli per averla già pronta per questo giorni. Condirla con salsa di soia e gomasio, per la versione salata se no con noci nocciole uvette malto muesli o frutta, per quella dolce.

Altra ricettina carina il pane Oshawa.
La versione assaggiata a cuisine et santé era fatta con farina di grani saraceno, io invece ho usato un mix di farina 7 cereali e di enkir.
- 1 tazza di farina
- 1 tazza di acqua
- 1 tazza di fiocchi d'avena
- 1 tazza di acqua
Mescolare bene il tutto creando un impasto non troppo liquido ne troppo denso. Ungere una teglia e versare l'impasto e cospargere con gomasio e e fiocchi d'avena o con erbe aromatiche o quello che si preferisce e cuocere a 180' C per 15 minuti. Volendo si può usare come base per una focaccia gustosa con verdure o per una pizza più leggera perché senza lievito.
(Ora) Servo (il pane Oshawa) e me ne vado!
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero