martedì 30 ottobre 2012

Freddo fuori caldo dentro

Pranzo autunnale ai 3 legumi

Quanto mi piacciono i colori dell'autunno e le mille cose che si possono preparare per aiutare il nostro corpo a scaldarci. Sì, lo so suona assurdo, visto che tutti amano il cado ma a me il freddo sa di coccole: di the caldo tra le mani (o cioccolata calda), di piumone e letture avvincenti.
Oggi la schiscetta non fa eccezione: azuki e zucca all'alga kombu, un avanzo di torta salata con besciamella vegana piselli e funghi e un po' di hummus di cannellini al curry...ottimo!
Mi rendo conto che ci siano 3 legumi diversi (azuki, piselli e cannellini) ma scaldano e sono in dosi minime...per oggi ho fatto il pieno!
Il piatto azuki zucca e kombu è curativo e aiuta i reni, l'intestino e il pancreas è quindi perfetto per le donne soprattutto in fase premestruale ma anche per diminuire la voglia di dolci, essendo dolce la zucca calma il pancreas.

Azuki zucca e kombu (ho rimaneggiato un po' la ricetta di un corso della Sana gola)
- 200 gr di azuki
- 2 tazze di zucca a cubetti
- 1 "francobollo" di alga kombu sciacquata
- origano
- curcuma
- olio
- gomasio

Mettere gli azuki in ammollo per almeno 4/6 ore con l'alga ben sciacquata. Cuocerli in pentola ap ressione, 40 minuti dal fischio abbassando la fiamma. Sfiatare la pentola e inserire la zucca e cuocere per altri 15/20 minuti. Alla fine della cottura aprire la pentola mescolare bene il tutto salare, aggiugnere la curcuma, l'origano e l'olio e finire la cttura 2/3 minuti.

Torta salata piselli funghi e beasciamella vegana

Per la besciamella
- 50 ml di olio extravergine d'oliva
- 500 ml di latte di riso o soia o avena (stare attenti che sono dolci alcuni latti vegetali)
- 50 g di farina anche semi integrale
- noce moscata e sale

Scaldare l'olio in un pentolino. Toglierlo dal fuoco e mescolare la farina bene in modo che venga assorbito bene l'olio, a creare una specie di polenta/semolino. Mescolare versando a filo il latte fino a completo assorbimento e rimettere sul fuoco, salando e aggiungendo noce moscata, finchè si addensa.

Per la torta
- una tazza di piselli cotti
- 1/2 tazza funghi
- pasta sfoglia vegan

Stendere la sfoglia e versare uno strato di besciamella con i piselli e i funghi e poi coprire con un altro strato di pasta sfoglia e infornare per 15 minuti.

Questa torta è ottima per chi è intollerante al lattosio, come base per varie idee: con altri abbinamenti, in versione fagottino o torta non coperta da altro strato di spata sfoglia. La besciamella è perfetta anche per lasagne vegan/x intolleranti, e per paste ricche magari con l'aggiunta di noci.

Ora servo (un bel the caldo) e me ne vado (a riflettere su altre ricettine scaldanti!)
Chloeugi




venerdì 26 ottobre 2012

Cene volanti muffin rincuoranti

La mia vita è abbastanza una trottola...chi mi conosce lo sa...e a volte mi perdo nello scrivere sul mio amato blog e me ne scuso. Due giorni fa avevo abbozzato questo post poi l'ho dimenticato...
Ma cerco di rimediare.
Allora.

La cena volante è stata con due nostri amici con i quali stiamo iniziando un bel progetto carnevalesco.
Lui allergico ad qualche frutta secca (pistacchi...a volte nocciole) lei intollerante al lattosio. Niente paura: qui la chef naturale trova soluzioni veloci e economiche.
Un bell'antipastino con pane carasau (essendo lei di origini sarde mi sembrava una cosa carina) e hummus di azuki e un gingerino per brindare.
Poi una pasta panna (di soia) piselli e curry: profumata ma simil-classica, una vera bomba (che mi sono mangiata a nche ieri a pranzo perhcè era davvero buona!).

Per dolce, perchè il docle ci stava per tirarsi su di morale visto i tempi che corrono, dei muffin alle carote e cioccolato senzamandorle ma profumati al limone.

Muffin carote al profumo di limone
- 300 gr di carote pulite e grattuggiate
- 200 gr di farine miste
- 1 bustina di lievito per dolci o di cremor tartaro addizionato di una punta di bicarbonato
- 2 cucchiai abbondanti di fecola di patate sciolta in un pochino d'acqua (per creare una pastella)
- 100 gr di zucchero integrale
- 80 ml di olio di mais o di semi
- zest di limone (buccia grattuggiata) e succo
- 120 ml di latte di riso o mandorle o soia
- pizzico di sale
- 75 gr di cioccolato senza latte nè frutta secca

Grattuggiare le carote fini fini e mescolarle alla farina, fecola e lievito setacciati. Aggiungere olio, zucchero e il sale e continuare a mescolare bene. Volendo si può anche aggiungere un cucchiaino di cannelal per profumarla bene. Sminuzzare il cioccolato e impastarlo con il resto degli ingredienti. Riempire 2/3 dei pirottini e cuocere per 30' a 180°, provare con lo stecchino se sono cotti bene. Si possono guarnire con riccioli di cioccolato o fare una glassa sciogliendo un po' di malto con qualche zest di limone e voilà! Sono pronti.

Vi chiederete perchè ho usato la fecola...perchè serve al posto delle uova. Di solito se si vogliono sostituire basta capire la funzione delle uova nella ricetta: se servono per far lievitare, per legare o altro. Vi consiglio la lettura di questo post, perchè potrebbe aiutarvi per creare ricette più leggere, non per forza perchè volete diventare vegan (anche se potrebbe essere un buon inizio;) !)

Servo e me ne vado...ma dopo, se riesco, vi racconterò altre ricettine
Chloeugi


mercoledì 24 ottobre 2012

Prepararsi la schiscetta e pianificare collaborazioni

Chi mi conosce sa che io, per natura, adoro viziare la gente che mi sta attorno e coccolarla con cibi che si amano. Di solito preferisco fare cose il più sano possibili, ma non posso obbligare gli altri a afre le stesse scelte mie. Posso aiutarli a capire, essere paziente e d'esempio, il resto  sta a loro. Nella fattispecie al mio compagno (Lassaggiatore) cucino (parola grossa per l'azione che faccio in questo caso) anche la carne, scelta, bio, controllata e via dicendo pur sapendo che non gli fa benissimo...
So che molti di voi non condivideranno le mie azioni, ma credo che in amore si scenda spsso a compromessi. Non mi reputo meno "naturale/vegataria etc" per questo. Forse vorrei condividere pià cose con lui, più gusti, ma questa è la base della nostra unione spesso: le differenze ci aiutano a stare con i piedi per terra e a sentirci compensati dall'altro.
Detto ciò, ieri la nostra cena era bella da vedere: tofu saltato in padella alla curcuma e broccoli alla salsa di soia, zenzero e peperoncino per me, cotoletta di pollo con insalatina di carote condite con olio tamari e sesamo. Vivere insieme ci aiuta a capirci, a supportarci e sopportarci. Il resto si vedrà... 

Broccoli saltati in padella alle spezie piccantine
Ingrreedienti (x 2 persone dipende quanto mangiate!)
- cimette di 1 broccolo,
- 2 cucchiai di salsa di soia,
- 1 cucchiaino di fecola o maizena
- 1 cucchiaio abbondante di zucchero integrale,
- 1 cucchiaino di di zenzero grattugiata
- peperoncino a scagliette
- olio buono
- gomasio per guarnire
Preparare i broccoli in piccole cimette separate. Scaldare l'olio e buttarci dentro i broccoli con un po' d'acqua per cuocerli bene, direi 5 minuti. Creare la salsina con la fecola, lo zenzero, le scagliette di peperoncino e la salsa di soia e mescoalre bene con il cucchiaino. Una volta cotte le cimette versa re la salsina e farla addensare.
Condire con gomasio...casa profumatissima!

Serv(it)o e me ne vado...
Chleougi

(L'ho mangiato a cena e a pranzo oggi e mi ha dato una bella energia scaldandomi bene!)

lunedì 22 ottobre 2012

I sapori dell'autunno per iniziare bene

Dopo qualche giorno di delirio entusiasmante (anche se un po' stancante) oggi mi dedico un po' alle amate zuppe. Ci si avvia alla stagione dai colori caldi dall'arancione al marrone, al giallo e rosso delle foglie così come nella nostra dispensa troviamo zucche, carote, patate, cachi, orzo e altri cereali scaldanti. Ho aperto il frigo e ho trovato un bel cavolfiore, delle carotine, delle cipolle, un porro stupendo e una patata rossa. Poi avevo il brodo fatto da mia Suocera e e...eureka! Idea! Zuppa autunnale e è il mio minipimer del potere mi ha aiutato a velocizzare molto le operazioni. E poi...non ci prepariamo un dolcino? Una bella crema di caffè d'orzo al profumo di nocciole.

Zuppa autunnale al minipimer del potere
- 1 cavolfiore
- 4 carotine
- 1 patata rossa
- 1 cipolla
- 1 porro medio
- sale olio e curry
- dado vegetale
- acqua

Sminuzzare con il minipimer, il mio è senza fili e ha il bicchiere al quale si attacca il corpo del frullatore al coperchio e via si sminuzza che è un piacere. Sicuramente poco macrobiotico ma velocissimo per chi vuole farsi una zuppa veloce e facile.
Sminuzzare il porro e la cipolla, soffriggerlo con un filo d'olio sale un cucchiaino di dado e uno di curry.
Fare imbiondire. Sminuzzare le carote, la patata, il cavolfiore e unirle al porro e cipolla e cuocere per qualche minuto poi coprire con l'acqua e cuocere per mezz'ora. Volendo si può dargli un'altra frullata. Per renderlo più cremosi e dal gusto più vellutato aggiungere un cucchiaio di tahin e una spolverata di paprika o di origano.

Budino di caffè d'orzo al profumo di nocciola

- 500 ml di acqua
- 3/4 cucchiai di orzo solubile
- 3 cucchiai fecola o maizena
- 2 gr di agar agar in polvere oppure mezzo cucchiaino a seconda di quanto lo vogliamo denso o sodo
- 3/4 cucchiai di malto alla nocciola
- zucchero integrale (facoltativo)

Preparare l'orzo con l'acqua e zuccherarlo a piacere con zucchero integrale o malto. Sciogliere la maizena e l'agar agar e il malto nell'orzo e mettere a cuocere continuando a mescolare con la frusta finché solidifica. Assaggiare e, se serve, aggiungere malto per dolcificare a piacere. Se è tanto solido frullare per amalgamare bene.
Io l'ho versato in 4 barattoli guarnendoli in maniera diversa: con farina di mandorle o nocciole, con muesli, con miglio soffiato in modo da avere colazioni o merende sempre diverse.

La schiscetta di oggi era incoraggiante per la sua gamma di arancioni e i gusti avvolgenti: zuppa zucca e lenticchie e come dolce i cachi! Poi comprato sale e pepe perché c'era il libro sulle ricette con la zucca e mi sa che mi sbizzarrirò cercando di rendere le ricettine anche vegan.

Ora servo e me ne vado (a stirare :()
Chloeugi

venerdì 19 ottobre 2012

Cena con fratello e crostate vegan per festeggiare

Finalmente una bella cena con mio fratello che di cucina ne sa a pacchi! Ci ha preparato davvero un sacco di cosine gustose partendo da un aperitivo con tante golosità da spiluccare per arrivare alle tronfie al pesto con pinoli e insalata finocchi arance e noci. Il mio dolce di oggi è un esperimento di crostata alle nocciole e cacao completamente vegan.

Crostata nocciole e cacao
Per la pasta frolla
- 200 gr farina kamut e semintegrale
- 100 gr farina di riso
- 100 gr granella o farina nocciole o nocciole tostate
- 50 g di olio di mais
- 200 g di latte di riso
- 90 g di malto alla nocciola o metà malto e metà sacco d'agave o zucchero integrale
- 1/2 bustina di cremor tartaro o lievito
Aggiungendo 5 g di bicarbonato
- 50 g di cacao amaro
- 1 pizzico di sale

Ingredienti ripieno:
- 600 di latte di riso o soia
- 60 g di malto di mais o nocciola
- 30 g di farina maizena o un po' meno di fecola di patate
- 2 cucchiai di cacao
- 75 g di cioccolato fondente vegan

Preparare la frolla con farina setacciata con lievito e bicarbonato e un pizzico di sale e mescolare il cacao. Mescolare il latte e l'olio e poi il malto e unire mescolando man mano alla farina. Impastare delicatamente gli ingredienti aggiungendo la farina di nocciole oppure tostate le nocciole e frullarlo per un effetto più rustico. Avvolgere nel cellophane e lasciare a riposo per mezz'ora. Creare una crema scaldando il latte e aggiungendo, una volta arrivato al punto di bollore, la fecola e il malto e mescolare finché non si addensa. Io suggerirei di mettere meno perché a me è venuto un budino! Aggiungere il cioccolato spezzettato che si scioglierà. Passata la mezz'ora stendere la pasta frolla nella teglia, riempirla con la crema e creare con gli avanzi della pasta frolla le decorazioni. Cuocerle per 180' per 35/40 minuti

Le pakore sono stupende ma di solito sono fritte, io le volevo più leggere. Ho grattugiato le zucchine e ho creato una leggera pastella con acqua e farina di ceci e spezie (curry e coriandolo) e le ho stese scucchiaiando su carta da forno per 30 minuti con un filo d'olio.

Pakore zucchine
- 750 gr zucchine
- 300 ml acqua (o birra)
- spezie e sale

Facendole piccole e sottili vengono croccanti e leggere. Si può usare qualsiasi verdura e spezia..

Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 17 ottobre 2012

Biscottini soffici al cacao e mandorle per matrioskine

Una mia nuova cugina è incinta, già l'ho detto in altri post, e io ne sono molto felice e voglio essere d'aiuto il più possibile. E come? Viziandola come riesco con piccoli dolcetti sani per lei e per il suo fagiolino nella pancia (per questo la chiamo matrioskina!).
Oggi ho pensato di portarle dei biscottini soffici usando una teglia di silicone, cosa che di solito non amo, ma questa è stupendo perché ha la forma simile al mio tatuaggio che per me significa cambiamento, ossia importanza che i cambiamenti hanno nella nostra vita. Avere in figlio è un cambiamento immenso e stupendo, per questo le sono vicina.
Ma basta sentimentalismi...ecco la ricetta:

Biscotti soffici cacao e mandorle

Ingredienti:

- 100 gr farina
- 2 cucchiai di cacao amaro
- 125 gr malto o succo d'agave o zucchero integrale
- 150 ml di latte di mandorle o riso
- 25 gr farina di mandorle
- 1/2 bustina di lievito o cremor tartaro
- pizzico di sale

Impastare bene tutti gli ingredienti e assaggiare. Versare nello stampo ma senza arrivare a filo dei buchi perché sicuramente lieviterà. Cuocere per 20 minuti a 180'. Non sono venuti benissimo come forma perché era troppo arzigogolata peró erano buonini!

Altro dolcino provato oggi dei bei muffin ai limoni mandorle e semi di papavero super light con acqua al posto del latte vegetale, per provare

Muffin ai limoni mandorle e semi di papavero

Ingredienti
- 200 gr farina a scelta
- 50 gr farina di riso
- 30 gr fecola patate più un cucchiaio di farina mandorle
- 1 cucchiaio di cremor tartaro o di lievito naturale
- 100 ml succo d'agave o malto o zucchero integrale
- 100 ml acqua o latte di mandorle
- 80 ml olio mais o semi girasole
- succo di un limone bio
- 1 cucchaino di aceto di mele
- 1 manciata di mandorle con la pelle
- 1 manciata di semi di papavero

Mescolando bene la farina setacciata con il lievito, iniziamo a creare la base per i muffin. Aggiungiamo tutti gli ingredienti secchi e poi man mano tutti quelli liquidi. Infine le mandorle e i semi di papavero. Con i pallinatore da gelato dosare l'impasto nei pirottini e cuocere per 35 minuti a 180'.

Purtroppo...non ho nessuna foto...lo so è incredibile...vi chiedo scusa ma mi rifarò con un dolcino per mio fratello... Vi lascio con una foto di ina panetteria che l'altro giorno mi ha stupita con questo messaggio.
A dopo...servo e me ne vado
Chloeugi

Una zuppa calda per scaldare la giornata

È decisamente arrivato l'autunno. E cosa c'è di meglio di una bella zuppa calda per scaldarmi dentro e fuori!?
Io amo la zucca per il suo bel colore e gusto dolce e le lenticchie per la comodità e velocità di preparazione, ho pensato fosse giusto farle incontrare in una crema avvolgente.

Zuppa di zucca e lenticchie
- 200 gr lenticchie decorticate
- 300 gr zucca tagliata a cubetti
- 1 cipolla piccola
- 2 foglie di alloro
- 1 pezzo da circa 8 cm di alga kombu
- 750 ml di acqua
- sale o shoyu

Preparare la zucca tagliandola a cubetti. Tagliare sottilmente la cipolla e metterla a cuocere in un dito d'acqua prima di versare le lenticchie, la zucca, la kombu, l'alloro e l'acqua e portare a bollore. Schiumare in caso serva. Cuocere per 30/40 minuti. Verso fine cottura salare o aggiungere salsa di soia. Se risulta troppo liquida e vogliamo una consistenza densa, aggiungere uno o due cucchiai di farina e uno di tahin. Frullare il tutto è servire con un filo d'olio e qualche crostino.

Stavo pensando alle ricette per un corso che dovrei tenere a breve e ho pensato di provare anche il budino di miglio!

Budino miglio al cioccolato
- 80 gr miglio
- 50 gr cioccolato
- 50 gr mandorle
- 250 ml latte riso o pistacchio e mandorle
- 500 ml acqua
- 70 gr malto (se usiamo latte di mandorle non serve tutto questo malto)
- 1 cucchiaino e 1/2 di agar agar in polvere
- un pizzico sale
- farina di mandorle o cacao o cocco per guarnire

Creare farina di mandorle e mescolarla con miglio, l'acqua, latte di riso, sale, agar agar e portare a bollore poi abbassare la fiamma e cuocere per 35/40 minuti. Una volta cotto il miglio frullarlo e poi mescolare il cioccolato a scaglie e rimescolare. Versare negli stampini e lasciar raffreddare. Guarnire con cocco o cacao.

Volendo si può mangiare per colazione o merenda.

Servo e me ne vado
Chloeugi

domenica 14 ottobre 2012

Sabato sera di tutto riguardo (e dessert!)

Amo avere ospiti: accoglierli nella nostra piccola casa, pensare al menù, cucinare, chiacchierare mangiando e condividere opinioni sul mondo. Non sembra detta così, ma migliora la qualità della nostra vita l'integrazione con gli altri, soprattutto quando sono amici piacevoli come i nostri!
Ieri sera, dopo un bel giro in moto nei paraggi, ci siamo concessi una cenetta tranquilla con due amici. Menù della serata? Focaccia semi integrale, due hummus cremosi, lasagne di pane carasau, funghi e sugo di pomodoro. Come dolce un muffin al cacao super violento con topping al tofu vellutato.
Avrei dovuto aspettare un po' di più per il topping ma migliorerò la ricetta.

Muffin violenza al cacao
Ingredienti per l’impasto:
- 250 ml di latte pistacchi e mandorle
- 60 ml di olio di semi
- 5 ml di aceto di mele
- 150 g di farina
- 150 g di zucchero integrale
- 40 g di cacao amaro
- 4 lievito+6 bicarbonato
- pizzico di sale

Ingredienti per il topping:
- 1 confezione di tofu silk
- 40 g di cacao amaro
- 250 g di zucchero a velo o succo d'agave
- latte vegetale quanto basta

Mescolare gli ingredienti liquidi da parte in un bicchiere: latte, olio e aceto. In un'altra ciotola mescolare farina, preferibilmente setacciata con il lievito e bicarbonato, il cacao e lo zucchero. Riunire gli ingredienti secchi e umidi in un'unica ciotola cercando di eliminare i grumi il più possibile, aggiungere un pizzico di sale per tirare fuori il gusto dolce. Versare il composto nei pirottini e infornare a 180' per 20 minuti, controllare la cottura con uno stecchìno. Sono super scuri e soffici, grazie all'aceto e all'azione combinata di lievito (o cremor tartaro) e bicarbonato.
Per il topping mescolare il tofu al cacao, anche se sarebbe ancora meglio al cioccolato sciolto a bagno maria, e zucchero a velo, e latte vegetale se serve, ma stiamo attenti a non renderlo troppo liquido. Amalgamare bene e mettere in frigo per 15 minui finché si addensa bene.
I muffin restano soffici e leggeri anche il giorno dopo, con un colore stupendo e perfetti per una colazione super energetica!
Servo e me ne vado (alla sana gola ad aiutare per il brunch!)
Chloeugi

giovedì 11 ottobre 2012

Ceci lenticchie e riso anche sul viso!

Quando avanza qualcosa mi sembra brutto buttar via o sprecarlo. Mi sembra più onesto recuperare e rielaborare il tutto aggiungendo ingredienti che donino un po' di creatività alla mia schiscetta e al mio palato che ha bisogno di variare spesso...sono una creativa!
Quest'oggi avevo ancora un po' di riso selvatico e integrale e lenticchie e ho pensato di potenziarlo con della farina di ceci e qualche semino e voilà! Un piccolo plumcake goloso.

Plumcake avanzo goloso
- una manciata di riso e lenticchie
- 100 gr farina di ceci
- 300 ml di acqua
- manciata di semi vari (girasole/sesamo/zucca)
- 2 o 3 cucchiai di olio
- sale e spezie a piacere

Mescolate i vari ingredienti, potete aggiungere qualsiasi ingrediente: fettine di patate, olive, pomodori secchi o altro. Sciogliete bene i grumi e versate il contenuto in una pirofila o forma da plumcake e cuocete per 30/40 minuti a 200'.
Controllate la cottura, si può anche decidere di usarla come base per finte frittate senza uova. La farina di ceci si può decidere di lasciarla a riposare anche un'oretta per renderla più digeribile. Si presta davvero a un sacco di soluzioni interessanti.

Ora servo e me ne vado a domani con questa super schiscetta.
Chloeugi

Potere dei semini venite a meeeee


Il pranzo di oggi è semplicemente comfort food! Ieri sera mi sono preparata una bella pasta di stagione: con broccoli e cavolfiori, con semini vari e noci: una bomba! I semi di zucca, di girasole, di sesamo, la soia secca e il grano saraceno, il mix già pronto...stupendo e coccoloso.
Il gusto della pasta integrale si mescola alla perfezione con queste verdure colorate e di stagione e i semini croccanti danno una grande soddisfazione. Ci voleva...sono giorni intensi e a volte i problemi sembrano insuperabili: sarà l'accorciarsi delle giroante, saranno i problemi che aumentano e poche soluzioni all'orizzonte...ma noi non dobbiamo demordere..ma mordere le giuste cose!
Verdure colorate e di stagione quali broccoli cavolfiori e zucche. Cereali integrali magari lasciandoci prendere da nuove ispirazioni con cereali che usiamo poco quali miglio o grano saraceno e glegumi per darci energia! Qualche dolcetto ma senza esagerare e di buona qualità.

Pasta semini e verudre autunnali
- 60 gr pasta integrale
- qualche cimetta di broccolo e di cavolfiore
- 2 manciate di semi vari
- qualche gheriglio di noce
- sale e olio e gomasio
Far cuocere la pasta. Intanto preparare il sughetto. Saltare in una pentola le cimette di broccoli e i cavolfiori taglaiti fini con olio e acqua, aggiugnete sale e/o gomasio e fate ammorbidire per qualche minuto. Se serve aggiugnere acqua. Una volta cotti saltate i semini e le noci spezzettate con la pasta e condite con olio. 

Servo e me ne vado (a sbaffarmela tutta!!!)
Chloeugi


mercoledì 10 ottobre 2012

Piccole attenzioni autunnali

Una giornata uggiosa fuori non deve esserlo per forza anche dentro di noi, non trovate? Ognuno trova i suoi modi, le proprie isole felici e le piccole attenzioni verso noi stessi.
Io ho la passione per i moleskine...ebbene si...sono addicted! Finito questo ultimo capitolo, se ne apre un altro. Questa volta ho preso l'edizione Lego...stupenda, colorata e con un piccolo pezzetto di lego sulla cover, mette allegria, bene di lusso ultimamente.
Ed è metaforico il fatto che sia arrivato ora, che ho preso nuove direzioni, decisioni importanti per la mia vita/salute/futuro.
Tra le danze africane appena cominciate (stupende), e vari altri buoni propositi per stare sempre meglio, ci sono progetti per la vita futura con Lassaggiatore e con gli amici vari.
Quindi necessito di energia. oggi la schiscetta me ne ha data in abondanza: un bel mix di riso selvatico e riso integrale con delle lenticcheitte super saporite condite con un filo d'olio e del gomasio fatto in casa pensando a Nicola e a Cuisine et santé!
Colazione con il magico te bancha e il muesli home made. Per cena cosa potrei volere? Una belal minestra magari broccoli o cavolfiore? Vedermo e ve la posterò.
Due gironi fa mi sono sparata un piatto interessante e gustoso: cavolfiore impastellato alla birra!
Come si fa?

Cavolfiore ubriaco
- fette di cavolfiore da max 1 cm di spessore
- farina di riso 
- birra chiara 
- olio e sale
- spezie quelle che preferiamo

Creare una pastella ben densa con birra, acqua e farina aggiungendo un po' di sale e una punta di olio per amalgamare bene. Imemrgervi le fette di cavolfiore e friggerle o saltarle nel wok per almeno un apio di minuti per parte. Salare e servire ben caldi come frittelle magari abbinate a una maionese vegan o a insalatini veloci.

Ieri a danze africane ho provato con le mie amiche un nuovo integratore fatto in casa perfetto anche per la corsa.

Acqua alla mela e cannella
- 1 litro d'acqua
- 1 o 2 mele piccole e acidule
- 1 pezzo di cannella
Immergere la stecca di cannella e tagliare le mele a fettine sottili per poi infilarle nella bottiglia. Versarvi l'acqua e mettere in frigo almeno 10 minuti. Disseta e reidrata. La cannella aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, le mele sono un vero toccasana tra vitamine B1/2/6/3 e C, ha azione diuretica e rilassante, contiene ferro, calcio, potassio e sodio, acido silicico, proteine grassi e idrocarburi, fa bene alle vie respiratorie, al fegato ed è un valido il aiuto per chi soffre di insonnia o di diarree, ci sono tanti rimedi di cui vi parlerò in futuro.
Servo e me ne vado
Chloeugi



lunedì 8 ottobre 2012

Mela tiro di lunedì!!!

 

Cosa ci vuole per iniziare bene la settimana? Una buona colazione al profumo di mela e cannella può sicuramente aiutare! Un porridge speziato e una tazza di the.

Porridge mela e cannella
- 1 tazza di fiocchi d'avena
- 2/3 di tazza di succo di mele
- 1 tazza e 1/3 di acqua
- 1/2 cucchiaino di cannella
- 1/2 tazza di uvetta (facoltativo)
- 1 cucchiaio di malto di riso o succo d'agave (facoltativo, dipende dalla dolcezza del succo)

Mescolare i fiocchi al succo di mela, meglio se concentrato che è più dolce, la cannella e l'acqua. Mettere il pentolino sul fuoco e girare cuocendo epr almeno 3 minuti, mescolando epr far si che non si attacchi sul fondo. Aggiugnere le uvette e cuocere ancora un paio di minuti in modo che si ammorbidiscano ben bene. Questa dose non è per una colazione sola, magari per due, dipende da quanto mangiate!

Per pranzo la mia schiscetta mi donerà una bella minestra di legumi e orzo frullati con torcetti galleggianti e una bistecchina di tofu con un'insalatina di pomodori (gli ultimissimi).

Servo e me ne vado...a far colazione davanti al mio computer
Chloeugi

venerdì 5 ottobre 2012

Budini pistacchiosi e cracker d'avena: benvenuto autunno

Finalmente venerdì...dopo una settimana davvero intensa. Una settimana che definirei La settimana della goffagine acuta!
E quindi ho dovuto farmi un po' di coccole culinarie: dei cracker d'avena molto gustosi, un bel budino al pistacchio per incoraggiare un po' la famiglia del Lassaggiatore e una pasta squisita ai broccoli e farina di mandorle.
ma andiamo con ordine. 
1) Il mio blog ha avuto qualche disguido, ma ora è tutto a posto e quindi vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno supportata e sopportata (Eugene in primis...lui sa!)
2) Il budino è stato un po' il fil rouge di questa settimana, infatti la ricetta è stata solo un po' cambiata rispetto a quella di mercoledì che trovate qui, ho fatto una piccola variazione ho tolto il cacao e ho aggiunto farina di riso alla fecola.

Qualche ricettina...

Cracker di avena gustosi
Ingredienti 
- 100 gr di fiocchi d'avena mignon
- 100 gr di farina mista farro integrale e semintegrale
- 1 cucchiaino di sale integrale e 1 di rosmarino o spezie
- 1 cucchiaino di cremor tartaro o di lievito naturale
- 50 ml di olio buono evo e acqua calda in abbondanza


Mescolare bene gli ingredienti e poi versare pian piano da una brocca o misurino l'acqua continuando a impastare finché non otteniamo un bell'impasto morbido e appiccicoso. Versare su una teglia coperta di carta da forno. Cuocere per 15 minuti a 150-160°C o finché noon si asciugano e diventano croccanti. Sarebbe meglio lasciare l'impasto riposare per 15 minuti in un luogo caldo e asciutto.


La pasta è stata un'intuizione felice. Volevo tanto mangiarmi i miei bellissimi broccoli e avere un qualcosa di croccante per pranzo. Ho cucinato la pasta integrale corta al dente. Poi..ecco cosa serve

Pasta verde ai broccoli e mandorle
Ingredienti per una persona
- 60/80 gr di pasta integrale
- cimette di broccoli
- 1 o 2 cucchiai di farina di mandorle
- 1/2 cipolla
- acqua

Saltare la cipolla in una pentola antiaderente. Unirci le cimette di broccoli e saltarli per qualche minuto aggiungendo acqua in modo che diventino morbidi e cuociano bene. Una volta cotti, versarci la pasta e saltarla aggiungendo un cucchiaio di farina di mandorle, sale e pepe.

Ora servo e me ne vado (perché la stanchezza e la voglia di uscire con gli amici mi sta rapendo!) Buon weekend a tutti!
Chloeugi

mercoledì 3 ottobre 2012

Delusioni e consolazioni

È proprio vero che dopo il mercoledì la settimana è in discesa! Per fortuna, direi, dopo la giornata di oggi, costellata di piccole delusioni, qualche preoccupazione e per cara grazia, anche di qualche soddisfazione. Tanti pensieri, tante nozioni nuove e persone con i loro diversi punti di vista, hanno riempito la mia testa che ha ora bisogno di un po' di calma per fare ordine. Per questo scrivo poco, e me ne scuso, ma recupererò promesso. Ho anche pensato a come rendere migliore questo mio spazio, se spostarlo su un'altra piattaforma se se se...si vedrà!
Ma la giornata ha portato qualche buon frutto: sono riuscita a portare una coccola alla mia cuginetta incinta, non ho le foto ma è un budino quindi potete immaginarvelo. Scrivo la ricetta perché potrebbe interessare! Have fun!Appena trovo il foglietto sul quale ho scritto la ricetta dei muffin con frosting al tofu vellutato ve la scrivo promesso!!!!

Budino al latte di pistacchi e mandorle al cacao
- 600 ml di latte di pistacchi e mandorle
- 30 gr di fecola di patate
- 20 gr di cacao
- scaglie di cioccolato per guarnire o palline di zucchero
Stemperare il cacao e la fecola con un po' di latte fino a togliere tutti i grumi. Versare il resto del latte insieme al cacao e alla fecola in una casseruola e portare a bollore finchè non si addensa. Avete letto bene: non ho aggiunto nessun tipo di zucchero perchè è già presente nel latte, ma se a voi piace ancora più cdolce aggiungetene a piacere. Perfetto per chi è intollerante al lattosio, controllate solo di usar eun cioccolato senza residui di latte.

La schiscetta di oggi era anch'essa una coccola green: vellutata di spinaci, torta zucca e porri con hummus di piselli e per chiudere in bellezza un bel cupcake al cacao vegan.

Per cena...dopo una gioranta un po' intensa, ho deciso di farmi l'estrema coccola: ho ordinato jappo da asporto: miso fatto come si deve, tempura di verdure miste e un riso integrale con verdurine saltate..il tutto mangiato con calma e con le bacchette...finale decisamente ottimale di gioranta...a domani

Servo e me ne vado
Chloeugi 


lunedì 1 ottobre 2012

Dal mio letto al mondo esterno

Ebbene si! Succede anche a chi mangia sano, e cerca di perseguire una vita sana, di aver bisogno di una pausa e di qualche cura coccolosa. Non basta cercare la salute nel piatto se non ci riposiamo, se non ascoltiamo quello che ci serve, se prendiamo freddo, se non abbiamo capito il motto "non c'è buono o cattivo tempo ma buono e cattivo equipaggiamento".
Quindi oggi me ne sto sotto le coperte, con il mio te caldo, il biscotto nutriente che mi tirerà su di morale e penserò ai progetti di cui si è parlato in questo weekend. Mi piace l'idea di avere tanti nuovi amici, di avere spunti nuovi, la testa piena di emozioni e sogni.
Sabato sono stata accolta da una famiglia stupenda, che mi ha aperto le porte della sua casa e della sua cucina nella quale abbiamo creato una cena per un reggimento di persone molto diverse tra loro.

 Il nostro menù, (di cui dovremmo essere orgogliosi eh nick?!) era composto da:

- omini focaccina integrali
- hummus di cannellini a cui si è aggiunto un hummus di fagioli neri e cipolle di Tropea fatto dalla Chefa
- torta di zucca porri e tofu
- muffin/soufflé di spinaci e pomodori secchi
- puré di cavolfiori e puré di broccoli
- riso integrale al ragù di seitan
- ciambellone al cacao e noci

Al quale la Chefa ha aggiunto un dolce stupendo!

Per ora servo e me ne vado, scriverò qualche ricetta dopo il riposino perché mi scoppia la testa!
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero