giovedì 22 novembre 2012

Piccoli esperimenti da migliorare



Ieri ho avuto l'onore di avere a cena una mia nuova amichetta e mi sono un po' sbizzarrita a cucinare qualcosina perchè lei ama le verdure....finalmente!
Non ho avuto modo di fotografare le cosine che ho fatto un po' perchè avevo tanta fame dopo l'allenamento (2° giorno dell aprima settimana e sono ancora viva!) e poi perhcè sono dei miei cavalli di battaglia.
Però il dolce l'ho fotografato per raccontarvi di un esperimento che devo migliorare ma che ha del potenziale.
Ho trovato un latte nuovo nel reparto leccornie in cui vado spesso a rifocillarmi: latte di cocco e riso. Io non sono una molto per le cosine esotiche, non sono manco molto macro ne di stagione però mi sono fatta incuriosire, sperando in un benefico profumo nei miei dolcetti per tirare su di morale i miei colleghi e me stessa visto il periodo....devo migliorare la ricetta perchè sono venuti un po' stopposi, complice anche la mancanza di  olio di mais/semi che ne ha determinato un po' la stopposità.

Pucciosi
- 300 gr di farina mista
- 50 gr di farina di mandorle
- 300 ml di latte vegetale
- 2 cucchiai di fecola di patate o amido di mais
- 50 ml di olio (che io non avevo..)
- 75 gr di cioccoalto senza zucchero/latte
- 1 bustina di lievito per dolci (meglio cremor tartaro)
 Mescolare i vari ingredienti liquidi e poi quelli secchi e amalgamarli bene con l'aiuto di una frusta. Infine tagliare il cioccolato e mescolarlo velocemente. Creare i muffin con il pallinatore nei pirottini e farli cuocere 25 minuti a 180°C. Forse questo impasto era meglio epr fare dei biscotti...nono so riproverò e ve lo dirò.

Li ho chiamati così perchè devono per forza essere pucciati da qualche parte, nel the, nel caffè d'orzo, insomam con un liquido perchè sono un po' secchi...

L'allenamento è andato molto bene, mi sento bene anche se sono in preciclo per cui ero un po' stanca all'inizio ma sicuramente aiuta a stare bene. Il miglio aiuta i miei muscoli a riprendersi in fretta e mi dà energia per tutta la giornata. 

Servo (a me stessa) e me ne vado (...a farmi un bel the del pomeriggio)
Chloeugi







Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero