domenica 16 dicembre 2012

Fuori l'inverno dentro i preparativi!

Finalmente weekend!! Dopo una settimana davvero intensa finalmente ho un po' di tempo per me e per la nostra casetta. Pulizie, ordine, impacchetto regali e inizio a prepararne alcuni da mangiare!
Ma una cosa la dovevo fare da tempo: recuperare un po' la mia pasta madre, o meglio, ridarle un po' di energia e forza. Di pasta madre ne ho due: una di Simone Salvini e una di Ramona Saviola, due miei insegnanti a cui tengo molto. Quella di Simone è più anzianotta, quella di Ramona è un po' più giovane e ho pensato di renderla più liquida in modo da utilizzarla con più frequenza, cioè creare il licoli=lievito coltivazione liquida.
So che ne ho già parlato ma l'ultima volta l'ho usata tutta perché era un'emergenza e avevo quella più solida e storica in frigo. Io panifico poco ultimamente perché ho anche poco tempo e, altro dettaglio, ho gusti molto diversi dal Lassaggiatore e mi piace il pane integrale, quello con i semi o le noci mentre a lui bianco semplice.

I motivi che mi hanno spinta a scegliere questa soluzione sono tanti: la facilità di utilizzo, il non dover rinfrescare ogni giorno ma solo una volta al mese o quando serve, il non dover buttare via troppo impasto ma anzi poterlo usare per fare piadine o chapati con il rinfresco. Sono motivata, penso di potercela fare con questa soluzione con la quale mi ero già trovata bene la scorsa volta.
E poi ci vogliono 8 passaggi per passare da un'ottima pasta madre classica a una liquida, dalla consistenza dello yogurt e dalla reattività di un lievito quasi istantaneo, con il vantaggio di avere spesso cracker o piadine...

Allora quali sono i passaggi per rendere la nostra pasta madre abbandonata un po' al suo destino in Giorgino il licolino?

1) prendere un nuovo vasetto di vetro pulito e versare 100gr di pasta madre, 100 gr di farina Manitoba o 0 e 60 ml di acqua. Mescolare bene, in questo modo avremo idratato la nostra pasta madre del 60%. Chiudere con un telo il vasetto e lasciar lievitare per 8 ore.

2) riprendere 100 gr dell'impasto idratato al 60%, 100 gr di farina e 70 ml di acqua. Avremo impasto idratato al 70%. Altre 8 ore...ora vado a letto domani mattina dei da mangiare altra farina e acqua a Giorgio il nuovo licolino, e vi dirò gli altri passaggi da fare.
Chloeugi



Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero