mercoledì 19 dicembre 2012

Preparar regali e curare Giorgino

I pop corn mi uccideranno?? Non lo so, so solo che mi piacciono e ho scoperto quanto risparmio quando vado al cinema se me li faccio io! (che scoperta eh?) oggi li ho usati come merenda e poi al posto dei crostini per la minestra scalda cuore e pancia ai legumi e verdure di stagione. Ci voleva una zuppa con questo freddo ma anche qualcosa da sgranocchiare!

Oggi cercherò di portarmi avanti con i regali di natale facendo le etichette per i regali di qualcuno a cui tengo...ma non lo dico shhh è una sorpresa...

Giorgino Licolino, il lievito a coltura liquida, sta bene, oggi verrà idratato al 120% e al 130% così poi sarà pronto per essere usato e conservato, nonché rinfrescato ma solo una volta al mese, non è comodo? 
Quindi questi 8 passaggi porteranno una pasta madre da uno stato più solido a uno più liquido, a non avere quell'odore acido molto forte e a volte poco digeribile, ad essere più semplice da rinfrescare e da usare.

Come si fa il rinfresco del licoli? 
Ve lo scrivo qui perhcè io lo farò tra un mese (o quando mi servirà!):
1) Dopo 30/40 giorni il licoli tenuto in un barattolo di vetro in frigo, si presenterà con una parte più solida sul fondo del barattolo e una liquida grigiastra appena sopra. Mescoliamo i due composti bene per formare una bella crema che lasceremo riposare 15/20 minuti fuori dal frigo, in modo da "risvegliare il licolino addormentato"!
2) Pesare il licoli e aggiugnere stessa quantità di farina e 130% di acuqa quindi vuol dire es. 150 gr licoli, 150 gr farina 195 gr di acqua.
3) Mescolare con fruste elettriche o a mano ma molto energicamente in modo da incanalare l'ìaria che lo aiuterà a nutrirsi di "batteri" sani e di ossigeno.
4) Rimetterlo nel barattolo, volendo tenendone una parte da usare per panificare o per fare chapati magari 50 gr che possono essere utili per queste ricette.

Per poter panificare bene sarebbe meglio rinfrescarlo, anche in giorni ravvicinati, 2/3 volte per dare forza al lievito che useremo come poolish per le ricette cioè con un'idratazione del 100% che vuol dire 100 lievito 100 farina 100 acqua

Penso che rinfrescherò a breve, appena ho un attimo di tempo, magari durante le vacanze, e proverò a fare i Chapati che si fanno prendendo 50 gr di licoli rinfrescato,  2 cucchiai di olio, sale e farina per ottenere un panetto. Si divide l'impasto in palline e le si lascia riposare su un canovaccio da cucina pulito per 10/15 mminuti.Mettiamo sul gas una piastra o pentola antiaderente a scaldare, stendiamo le pallina, grosse circa come un pugno, con il mattarelloe le si cuociono 1 minuto per lato. Questo finto chapati o piadina fake, è ottima per tutte quelle volte che non abbiamo pane o che abbiamo voglia di una cena veloce e semplice, basta mettere il ripieno preferito e voilà!

Ringrazio in questo spazio mio personale una cara amica e collega sia lavorativamente parlando sia di chiacchiere sull'alimentazione sana: grazie Ale per il tuo regalo di Natale super gradito, lo userò tantissimo e ...chissà che non sia un buon suggeritore per le nsotre schiscette?

Per ora servo e me ne vado....a dopo (o domani) con le idee per i regali natalizi da mangiare..
CHloeugi






Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero