martedì 29 gennaio 2013

Acido acida acido...alcalino rules!

"Hai finito di bere i tuoi beveroni?"

...che dire? A dire il vero ho notato quanto fossi disidratata solo quando mi sono messa in gioco con la dieta detox e con i frullati di questi giorni. Perchè spesso ci viene detto di bere almeno 2 litri di acqua, a volte di non bere troppo, poi di mangiare in un modo o in un altro...ma chi ha ragione?
La ragione, ovviamente, sta sempre nel mezzo.
In questo caso il mezzo è... il pH! Ebbene sì, perché sembra che questo valore abbia una grande importanza nella nostra vita anche se noi non ce ne rendiamo conto.
Ogni giorno il nostro corpo richiede qualche alimento in particolare, o è goloso o non ama qualche ingrediente, oppure ci sentiamo spossati, ammalati o con le batterie scariche ma perchè?

Sembra che questo numerino magico, sia la risposta.
Non sto a farvi uno spiegone scientifico perchè in realtà è una cosa che sto studiando pure io, ma sembra che, cercando di semplificare, il problema alla base di tante malattie sia l'acidosi che creiamo nel nostro corpo attraverso lo stile di vita, l'alimentazione e l'idratazione.

Le principali cause di acidosi sono:
1) Scarso apporto di acqua nel corpo, quindi scarsa idratazione;
2) Scarso apporto di nutrienti alcalinizzanti che si riassume in frutta e verdura cruda;
3) Sovrabbondanza di alimenti acidificanti, troppe proteine animali (carne, formaggi, uova);
4) Troppo stress e conflitti, emozioni e pensieri negativi;
5) La sedentarietà o l'eccesso di movimento quindi attività sportiva eccessiva;
6) Vizi acidificanti quali fumo, alcool e bevande gassate;
7) Evidente carenza di vitamine e sali minerale nella dieta;
8) Farmaci e medicine varie.

Analizzando bene questi punti possiamo capire che ci serve:
1) Aumentare l'ossigenazione, tramite attivitò ma anche esposizione all'aria aperta, in quanto la respirazione e l'esercizio fisico sono il migliore per riuscire a far sì che gli acidi che vengono prodotti all'interno del nostro corpo vengano a combinarsi con l'ossigeno per espellerli nel migliore dei modi.
2) Acqua: bere e idratarsi con alimenti pieni d'acqua per idratare il corpo.
3) Eliminare gli acidi attraverso la sudorazione, aprire i pori (legato all'attività fisica) ci aiuta a pulirci in profondità.
4) Cercare di pulire il colon perchè non ci siano ristagni acidi.
5) Respirare bene a fondo per far sì che l'anidride carbonica venga eliminata, e per immettere più ossigeno che aiuterà il corpo attaccandosi agli acidi.
6) Cercare di depurare il fegato i reni, attraverso l'alimentazione e a periodi di depurazione (detox, cleanse, quaresima, digiuno etc).

Tutto ciò perchè l'acidosi influisce pesantemente sul pH del sangue causando possibili malattie e ristagni che possono in futuro diventare questioni più gravi se prese sottogamba.

Ma quali sono i prodotti più alcalini, visto che sarebbe meglio farne una scorta?
Partendo dal pH 7  che è l'acqua, alimento più equilibrato e utile per mantenerci idratati e puliti.

Al gradino superiore troviamo pH8:
Mele, mandorle, pomodori, pompelmi, mais, funghi, rape, olive, soia, pesche, peperoni, ravanelli, ananas, ciliegie, riso integrale, albicocche, fragole, banane;

pH 9
Avocado, te verde, lattuga, sedano, piselli, patate dolci, melanzane, fagioli verdi, barbabietola, mirtilli, pere, uva, kiwi, meloni, mandarini, fichi, datteri, mango, papaya;

pH 10
Spinaci, broccoli, carciofi, cavoletti di bruxelles, cavolo, cavolfiore, carote, cetrioli, limoni, lime, alghe, asparagi, kavolo, cipolle.

Ma analizziamo quali sono i prodotti con pH più acido:
pH 3 
Bevande gasate, energy drink;

pH 4
Popcorn, formaggi spalmabili, prugne, pasticcini, pasta, formaggio, maiale, birra, vino, tea nero, sottaceti, cioccolato, noi tostate, aceto;

pH 5
Acqua in bottiglia, acqua distillata, caffè, succhi di frutta zuccherati, pistacchi, bistecche, pane bianco, noccioline americane e nocciole, farina bainca raffianta; 

pH 6
Succhi di frutta, la maggior parte dei cereali, uova, pesce, tea, fagioli cotti, spinaci cotti, latte di soia, cocco, riso nero, orzo, cacao, avena, fegato, ostriche, salmone.

Questa lista non è un modo per farci sentire in colpa e buttare via tutto quello che abbiamo nella dispensa ma dovrebbe aiutarci a capire le nostre scelte a volte inconscie, e imparare a scegliere meglio cosa mangiare per aiutarci ad essere meno acidi!

Per mettere insieme un po' di queste nozioni e il mio bisogno, dopo un po' di raffreddorino da stanchezza, ho pensato di prepararmi un buon frullato con frutta di stagione:

Smoothie Verde alcalinizzante:
- 1 banana
- 1 mela
- 1 kiwi
- 2 datteri denocciolati
- 1 pizzico di vaniglia in polvere bio
- 2 bicchieri di latte di soia o di riso 
o
- 1 barattolo di yogurt  di soia
Frullare insieme la banana, la mela, il kiwi, i datteri, la vaniglia e il latte di soia o lo yogurt di soia, allungare se serve con un po' di acqua, non zuccherare, tra i datteri e la banana è già molto dolce.


Per quanto riguarda il pranzo, la schiscetta accoglie una vellutata patate, porri e cipolle, da leccarsi i baffi, scaldante e avvolgente.

Vellutata patate del contadino, porri, e cipolle
- 1 porro grande
- 2 patate medie
- 1/2 cipolla
- 750 ml o 1 litro di brodo vegetale
- olio
- sale
- origano 
- farina di riso (se serve per addensare)
Tagliare le patate a cubetti, i porri e la cipolla a fettine sottili e metterle nella pentola a pressione con un filo d'olio, sale e origano secco e fare saltare per qualche minuto a pentola coperta. Versare l'acqua in modo da coprire le verdure, chiudere la pentola a pressione e cuocere per 15/20 minuti dal fischio. Dopo aver sfiatato, aprire la pentola e frullare il tutto. Se si vuole una consistenza più densa aggiungere un paio di cucchiai di farina di riso. Guarnire con sesamo, pomodori secchi e olio.

Servo ('sto bibitone da paura) e me ne vado!
Chloeugi




Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero