giovedì 4 aprile 2013

Colazioni e distrazioni



Questa mattina mentre smangiucchiavo avidamente la mia colazione super nutriente pensavo a quante informazioni sto facogitando in questi ultimi tempi: leggo/divoro ebook e libri di alimentazione come se non ci fosse un domani! Molti diq uesti giungono alla stessa conclusione: bisogna mangiare cibo vero, ossia il meno possibile trattato e pieno di conservanti, ma senza dimenticare il gusto e la soddisfazione del palato e degli occhi. Però c'è anche da dire che il palato è un animaletto interessante perhcè si adatta e abitua a nuovi sapori e impara a conoscerne e amrne di nuovi.
Questo succede a me, imparo a gustare nuovi piatti che, seppur semplici, mi danno nutrienti utili ma anche soddisfazione e mi coccolano.
Questa mattina mi sono assaporata una marmellata fatta in casa di frutta essiccata molto gustosa e dolce. Come ho fatto?

Marmellata dalla frutta essicata
- 250 gr di frutta essicata nel mio caso albicocche e fragole
- succo di 1 limone
- 1 cucchiaio di crema di mandorle (facoltativo io non l'ho messa)
- 1 cucchiaio di succo d'agave o altro dolcificante se dovesse servire
- 125/200 ml di acqua
Mettere la frutta in ammollo per 1-3 ore, io tutto il giorno (8-10 ore). Inserire tutta la frutta e l'acqua nel frulatore con il succo di limone e frullarae. Aggiungere crema e dolcificante se avete deciso di creare una crema più sfiziosa.

Comoda e abbastanza veloce, dura un bel po' di giorni in vasetto in frigo.

Per pranzo ho mangiato pasta integrale con sugo di piselli e pomodoro alla paprika  eppe bainco senza aggiunta di olio, hummus avanzato dalla cena di due giorni fa di cannellini e olive nere e una casserole di verdure miste tra le quali cavolfiore, cipolle, carote, funghi, cipolla e sedano cotte nel brodo vegetale e un paio di cucchiai di salsa liscia di pomodoro.

Sono tutte soluzioni molto alla McDougall o alla Furhman, veri estimatori della cucina naturale intesa come gusto e soddisfazione ma con un ritorno alla semplicità.

Less grains more greens ossia meno cereali (raffinati) più verdure verdi che sono stra utili, sazianti e anticancerogene oltre che soddisfano e hanno tantissimi nutrienti difficilmente rintracciabili in prodotti raffinati.

Nella foto in basso potete vedere il docle che ho fatto per i miei amici un vero esempio di riciclo creativo e semplicità: un budino di latte di mandorle su un letto di fragole e un crumble creato con muffin di carote senza e mandorle senza olio di qualche giorno fa.

Ora servo e mene vado 
Chloeugi



Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero