giovedì 12 settembre 2013

Quanta fretta ma dove corri?

Settembre andiamo è tempo di...riempire l'agenda di impegni amici sorprese casa amore soddisfazioni qualche piccola delusione e rincorsa...per spiccare voli futuri. Di tutto un po' , vero? E il tempo vola corre scappa sfugge... Ultimamente, presa tra lavoro sogni e casa sono un po' distratta e non curo troppo questo mio angolino cuciniero. Ma so che non è un problema perché lui (il mio blog) è un compagno saggio e silenzioso, con le giuste pretese di attenzioni e che da soddisfazioni personali.
Dicevo, ultimamente sto progettando corsi e collaborazioni in giro per cui sono un po' assente, anche dai fornelli, che dispiacere, ma so che ne vale la pena.
Le mie schiscetta si stanno evolvendo: alcune (come quella di oggi) vengono preparate arrogantemente all'ultimo, mentre faccio colazione nella mia splendida cucina blu.
Sto cercando soluzioni veloci economiche e soddisfacenti sotto vari punti di vista.
Oggi ho spaghetti di soia con piselli pomodori secchi pinoli e semi di girasole.
Tempo di preparazione 5/10 minuti al massimo, ma non avevo alternative.
Allora, mentre cucinavo, pensavo che forse potrei fare un mini corso, anche solo su questo blog o impaginando un librettino easy, sulle schiscette sane, veloci e gustose.
Il punto qual è? L'organizzazione, come sempre, è tutto! Avere in dispensa quello che serve:
- cereali, preferibilmente integrali ma anche senza glutine a volte per cambiare un po', per stare leggeri, o a cottura veloce: riso, cous cous (ottima l'alternativa di mais), spaghetti e pasta integrali, di riso, soia o mais, bulgur, quinoa, amaranto o altri cereali che ci piacciono;
-legumi sottovetro già cotti, surgelati o in tetrapack (cercare la soluzione meno inscatolata per via dei conservanti) perché è ovvio che non sempre si abbia tempo/voglia di fare ammollo/cottura in pentola a pressione etc
- verdure fresche facili da trovare, stagionali, che si conservano bene come le carote, cipolle, poi dipende dalla stagione: pomodorini, lattughini, ravanelli etc
- verdure da cuocere
- semini e frutta secca per dare gusto e croccantezza
- germogli già pronti ( o prepararli se si vuole avere una botta di vitamine);
- condimenti veloci: succo di limone, cremina di tahin succo limone e acqua, olii profumati all'aglio o peperoncino, aceti vari, salsine con senape e altre delizie;
- sottaceti/sott'oli/sotto acqua, composte dolci e salate, chutney (a breve ne farò qualcuno da provare);
- maionese o altre cremine da spalmare, formaggi vegan, tofu, seitan e tempeh (ma per il modello avanzato di Schiscetter!

Con queste cosine nella mia dispensa la sera cerco di improvvisare pasti completi e gustosi: riso o pasta abbinato a verdure cotte e crude, condite cercando di restare leggeri, magari con dei bei condimenti presi dal libro del dott Bernard e altri, senza troppi grassi. Arrivo a casa, metto su l'acqua per la schiscetta del Lassaggaitore, e penso a cosa fare per me. Di solito cuocio una verdura magari al vapore con il riso, magari mi faccio pasta integrale e frullo da parte dei legumi per condire al meglio con un cucchiaino di lievito oltre alla cremina creata...insomma cerco di variare forme gusti e colori ogni giorno.

In qeusti giorni, ultimi della tarda estate, primi dell'autunno, le temperature diminuiscono, e il fegato fa pià fatica, il pancreas sente la voglia di dolce e ce la rimanda conun po' di insistenza. Bisogna accompagnare un po' con dolcezza queste piccole voglie, ad esempio mangiando verdure dolci (cipolla, zucca, carota etc). Io adoro la zucca al forno con rosmarino, la zuppa di cipolle, e a breve mi  farò una bella vellutata e inizierà il periodo delle zuppe e vellutate mmmm buone! Delel cotture pià lunghe perc aiutarci a incamerare calore...

Ora servo e me ne vado, mi sta venendo fame!
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero