lunedì 14 ottobre 2013

....non c'è buono o cattivo tempo ma buon e cattivo equipaggiamento(atteggiamento!)

Sono stata scout per tanti anni, e questa esperienza mi ha insegnato e  lasciato molto.
A parte, ovviamente, i commetni stupidi, scherzosi, gli insulti, le varie dimostrazioni di poca educazione di gente attorno a me, dico ovviamente perhcè mi succede anche in altri ambiti della mia vita e sto cercando di farci il callo.
Ma, dicevo, mi ha lasciato tanto: non solo amici ma anche metodi e modi di comportarmi e organizzarmi nelal vita di tutti i giorni, e qeusto è inestimabile.

"Non c'è buono o cattivo tempo
ma buono o cattivo equipaggiamento" 

Riassume in pieno uno dei miei pensieri: biosgna imparare ad essere pronti e organizzati per non farsi prendere alla sprovvista. Però faccio un passo avanti e dico...che serve anche il giusto atteggiamento per afforntare la vita di tutti i gironi. 
Lo so che è un periodo (anni ormai..) difficile e di crisi, ma dobbiamo rimetterci in gioco, non farci abbattere, costruire nuove vie, nuovi metodi, nuovi equipaggiamenti per vivere con gli altri e nel mondo.

Il mio è quello di costruirmi una serie di eventi, di momenti, chiacchiere e situazioni di confronto con chi ho attorno: corsi, lezioni, letture, eventi insomma momenti per semplificare la vita di chi ho attorno o fargli godere momenti particolari.
Lo so che la gente mi giudica ormai solo perchè sono vegetariana/vegana o chissà quale altra etichetta, ma dietro qeullle etichette che mi mettono, perchè io tendo a non metterle di mio, c'è un apersona appassionata e piena di voglia di vivere e non di romepre le balle a nessuno o di dar fastidio. Vorrei solo riflettere, crescere, anche sbagliare e rialzarmi. Costruire, avere consapevolezza, condividere. Spesso non mi viene data questa possibilità dalle persone che ho accanto che mi prendono in giro per lo stile di vita che intraprendo da anni ormai, senza disturbare (a mio parere) visto che non giudico e non insulto, non aggredisco e non tratto male gli altri.

Chiedo compassione, condivisione e gentilezza, quelle che io dò agli altri. Punto.

Il buon equipaggiamento/atteggiamento utile per non essere travolto dagli eventi, dallo sconforto, dai problemi. Perchè la mia vita non è priva di problemi e stress, ma cerco di godermi quello che c'è e di trovare altre vie.

In questi giorni sto mettendo a punto alcuni corsi/chiacchierate e partecipazione ad alcuni eventi carini, per quello non riesco bene a scrivere qui sul blog uffa!

Domani terrò una bella lezione presso La bottega del buon vivere a Santhià, su come prepararci al freddo che avrà un bis il 24 ottobre per la numerosa partecipazione!
Vedremo come prepararci mangiando, ma anche attuando piccoli stratagemmi e rimedi.

Mi preparo per domani sera, ecco le ricettine che farò gustare ai miei allievi 

Torta castagne secche per scaldarsi un po'
Ingredienti:
- 200 g di farina integrale
- 200 g di farina 00
- 100 g di fecola di patate
- 100/140 g di zucchero di canna o malto 
- 1 medio vasetto di yogurt di soia naturale
- 2 mucchietti di castagne secche (200 gr circa?!)
- 5 cucchiai colmi di amido di mais miscelati con 10 cucchiai di acqua
- 80 g di mandorle
- latte di soia qb
- 4/5 cucchiai olio mais
- 1 bustina di lievito per dolci
Procedimento: Mettere a bagno per 12/24 ore le castagne secche, per reidratarle, lessarle in abbondante acqua per 1 ora. Frullarle con il mixer a immersione, insieme alle mandorle e alla fecola di patate. In una terrina mescolare bene con la frusta o sbattitore, lo yogurt con lo zucchero di canna. Miscelare i cucchiai di amido e i 6 cucchiai di acqua (questi servono a sostituire le uova, l'azione delle uova di aggregante). Aggiungere quindi a tutti questi ingredienti le farine e la bustina di lievito. Diluire un pò con del latte di soia (volendo latte al cacao) e un pò d’acqua. Cuocere in forno caldo, a 180°, per 40 minuti. Io ho creato dei muffin profumati, li ho cosparsi di malto sciolto e diluito con poco latte di soia e usato come copertura e cosparso di lamelle di mandorle.

Per il vegan set up di sabato a Roma sto studiando un po' di soluzioni carine per far gustare ricettine diverse ai nostri meravigliosi allievi!

Per ora servo e me ne vado
CHloeugi





Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero