mercoledì 26 marzo 2014

La fine è il mio (sospirato) inizio

Ultima settimana in quella che è stata la mia condizione lavorativa per 5 anni.
L'ho amata, curata, lamentata a volte quasi odiata ma è stata importante e mi ha fatto diventare quella che sono. Mi ha portata a questo nuovo cambiamento che sento profondamente. Sono in quello stato tra l'emozione e la paura che un salto verso nuovi luoghi porta con se.
E queste elucubrazioni e progettazioni mi hanno portata un po' lontana da te, mio caro blog, ma senza volerlo senza pensare ad un allontanamento definito anzi...pensando a come riempirti e coccolarti durante le giornate che mi aspettano, con nuovi stimoli e ricette.
Quella di oggi è semplice e ha il profumo dell'estate o almeno della primavera che sta cercando di farsi spazio in questo grigiore ancora un po' invernale.

Insalata di miglio alle zuccherine e pomodori secchi (x2)
- 140 gr di miglio decorticato
- 1 zucchina
- pomodori secchi quanti se ne vogliono (io sono golosa)
- olio
- sale

Lavare il miglio e farlo cuocere in acqua (il doppio del peso del miglio circa) per 20 minuti o finché non è cotto (e avrà assorbito l'acqua).
Tagliare intanto la zucchina s cubetti e saltarla in padella con un filo d'olio e un pizzico di sale. Volendo aggiungere un po d'acqua o brodo vegetale per fare gusto e non usare troppo olio. Una volta cotto versare il miglio nella padella e salarlo per dargli gusto. Aggiungere i pomodori sechi e capperi o olive se piacciono. Io lo spolvero con un po' di gomasio alle erbe o con lievito di birra in scaglie.

Pranzo gustoso, vegano e senza glutine! Veloce e nutriente.

Ora mi preparo per lo startup weekend sul food a Torino, che comincerà venerdì sera....ne vedremo delle belle!? Ve lo dirò lunedì!
Per ora preparo una ricettina per viziare nuovi amici/compagni di avventura...vedrete! 

Servo e me ne vado 
Chloeugi 

domenica 16 marzo 2014

Sole pane e amore!

Che bella questa settimana di sole che ci scalda un po' le ossa e aiuta un po' ad affrontare la vita con entusiasmo e sorriso, no?
Oggi sono a casa da sola, mi godo la pace la tranquillità e le mille faccende da fare. Faccende? Sì, ma quelle belle: organizzare i miei nuovi spazi, sognarli progettarli e poi sistemarli, creare (finalmente) qualche ricettina per viziare Lassaggiatore e me e lavoricchiare un po', visto che ho clienti che aspettano che la mia creatività concretizzi una loro idea.

Pane ai pistacchi e spezie
180 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di malto d’orzo
1 bustina di lievito di birra disidratato
400 gr di farina 0
90 gr di farina integrale
1 cucchiaio di paprika dolce 
1 cucchiaio di curcuma
3 cucchiai di pistacchi
2 cucchiaini di sale fino

Mettere nel cestello l’acqua appena intiepidita dove si sarà sciolto il lievito di birra, poi aggiungere l’olio e il malto. Poi unire le due farine mischiate con la paprika dolce e curcuma, i pistacchi tritati grossolanamente o interi (se piacciono da masticare!) e il sale.
Selezionare il programma per impastare e farlo partire, dovrebbe corrispondere a 5 minuti d’impasto e 5 minuti di riposo, azionarlo per due volte consecutive.
Impostare un programma di impasto e successiva cottura e ...aspettare che avvenga il miracolo!

Con cosa lo assaggerò? Con un formaggino cremoso di tofu al basilico, olive e capperi.

Formaggino easy di tofu
- 2 panetti di tofu
- 2-3 cucchiai di olive
- 1 cucchiaio di capperi dissalati
- 2-3 cucchiai di olio
- succo di limone
- qualche cucchiaio di acqua tiepida se serve

Sbollentare il tofu in un pentolino coprendo con l'acqua i panetti, per 5/10 minuti. Frullarlo con i vari ingredienti cercando di creare un formaggino cremoso, quindi aggiustando con succo di limone e di acqua tiepida. 

Biscottini per viziare (pasta frolla vegan 1)
Farina di frumento 0 bio, 250 gr
Farina di frumento integrale bio, 225 gr
Olio di mais bio, 170 gr 80 ml d olio se usate il latte
Zucchero di canna grezzo, 180 gr
Cannella in polvere, una spolverata (se piace)
Zenzero in polvere, una spolverata (se piace)
Scorza di limone bio, mezzo
Bicarbonato di sodio, la punta di un cucchiaino
Sale marino integrale, un pizzico
Acqua q.b. oppure 120 ml di latte di soia


Mescolare le farine, lo zucchero, le spezie, il sale e il bicarbonato in una ciotola e amalgamarvi la scorsa di limone grattugiato. Bagnare il composto con olio e rimpastare ma brevemente. Aggiungere un po' d'acqua oppure latte di soia per creare un impasto più corposo, di solito bastano circa 80 ml, ma controllare la consistenza man mano che versiamo l'acqua e rendere la pasta più compatta ed elestica ma non troppo morbida. 
Impastare senza esagerare e avvolgere nella pellicola, riporla in frigo per 30 minuti, volendo anche un'ora. Tirarla fuori dal frigo e stenderla. Se risultasse sbriciolosa e non omogenea possiamo impastarla con un po' di latte di soia o di riso e la lasciamo un attimo riposare, diciamo un 5/10 minuti. Poi stendiamo e ritagliamo con gli stampini. Cuocerli in frigo per 15/20 minuti a 180°C. Non preoccupatevi s vi sembrano molli all'uscita dal forno, se li lasciamo riposare si induriranno e saranno buonissimi. Per renderli ancora più golosi, si possono aggiungere gocce di cioccolato.


Questa merenda potrebbe essere accompagnata da uno splendido centrifugato fresco: mele carote e limone, basta pelare le carote, lavare le mele ed il limone e farli a pezzi ed infine centrifugare tutto.

Ora servo e me ne vado a sgranocchiare qualche biscotto!
Chloeugi
 



martedì 11 marzo 2014

Mi manca la mia cucina...ma tornerò!


Non è che davvero io non ci sia mai a casa, o non sia mai in cucina, o che io abbia smesso di cucinare...è come pensare di smettere di respirare (infatti si vedono i risultati sul mio corpo!).
E' che davvero, questo periodo di grandi rinnovamenti, mi sta rapendo dai miei fornelli eun po' onestamente mi spiace.

Domani terrò la 3° e ultima puntata delle lezioni di questo trimestre, di FOOD PROBLEM SOLVING.
Abbiamo visto: cucina per celiaci, cucina per abbassare il colesterolo e domani per domare un po' il diabete.
E cosa vedremo? Sicuramente dei dolcificanti un po' alternativi per aiutare la nsotra curva glicemica, poi ricettine per accogliere un po' tutti in casa nsotra, senza spendere troppo e impazzire ai fornelli.
Una cucina di casa, un luogo dove incontrarsi e chiacchierare, stare bene insieme senza pensare troppo ai problemi. 

Il menu sarà:

- composta mele e pere alla cannella
- formaggio di tofu
- paella di quinoa
- crocchette di tempeh e salsina di capperi
- muffin carote e mandorle

Siete pronti?! A presto allora

Servo e me ne vado
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero