mercoledì 2 aprile 2014

Un sogno che diventa realtà...merende diverse!

Ed è giunto il momento di raccontarlo anche a voi, miei lettori amici parenti..tutti quelli che di qui passano e ultimamente hanno visto un po' di assenteismo...
Allora...sono travolta dagli eventi per cui non scriverò molto, ma voglio condividere con voi la gioia di aver vinto, con un team a dir poco pazzesco, l'edizione Torinese di Startup weekend sul FOOD di quest'anno!

Da oggi ci si lancia in questa impresa di creare merende che vadano bene per tutti i bambini con problemi per le mamme che sono attente ai bisogno dei bambini e che non vogliono discriminare o far sentire diversi ospiti con intolleranze alimentari...insomma per tuti quelli che vogliono vivere serenamente e gustarsi una merenda come si deve!

Ve ne parlerò man mano, anche per avere dei feedback e consigli.

Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile questo successo: il mio team che ha creduto in me, agli organizzatori e alla giuria dello startup weekend, agli amici e parenti che mi hanno incoraggiata e sostenuta fino a qui.

Per festeggiare preparo un bel budino per farmi una coccola, ovviamente vegan lattosio e uova free e per celiaci!

Budino per tutti e per festeggiare come si deve!
500 ml di latte di soia
3 cucchiai di maizena
1/2 cucchiaino di vaniglia
1 limone di cui si userà solo la buccia (se si fa al cacao non usare limone ma 2 cucchiai di cacao)
4 cucchiai di zucchero di canna integrale

Mettere il latte di soia in una pentola e aggiungere lentamente la maizena setacciandola per evitare che si formino grumi. Unire lo zucchero di canna, mescolare e unire la vaniglia.
Aggiunger anche la scorza di limone, se vogliamo fare il budino alla vaniglia,  facendo attenzione a non prendere il bianco, che è amaro. Se no aggiugnere il cacao, facendo attenzione che non si formino i tanto odiati grumi!
Mettere sul fuoco basso, far bollire e cuocere mescolando.
Eliminare scorza e vaniglia e mettere il budino ancora caldo nelle ciotoline.
Fai raffreddare almeno 4 ore in frigo prima di servire.

Servo e me ne vado
e Hasta la merenda siempre

Chloeugi




Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero