lunedì 19 maggio 2014

Pensieri progetti e ricette che svolazzano nella mente

Scrivo sempre meno, lo so, scusate, è che sono davvero super emozionata per i vari lavori e progetti che sto vivendo e seguendo con persone nuove ma anche portando avanti rapporti con i  miei super colleghi che sono stati compagni di viaggio per 5 anni (e certi rapporti non si dissolvono facilmente!).

Oggi ho pensato di rimettermi un po' in forma: ho ripreso l'allenamento di crossfit in casa e si sta decisamente bene dopo. Poi ho pensato fosse utile allenarmi anche in cucina con qualche ricettina perchè, insomma, prima o poi dovrò fare merende per tutti i bambini e le mamme che vogliono stare bene e vogliono farsi viziare, pur avendo qualche problemino di salute o allergia.

Penso e ripenso mi guardo attorno e vedo un paio di banane sofferenti che chiedono una fine dignitosa, sento la farina che sussurra il mio nome dal cassetto nel quale è riposto in un grande vaso di vetro, insomma...che sia giunta l'ora di fare un bel vassoio di muffin di banane e mandorle?

Muffin banane e mandorle
Ingredienti per 12 muffin
Ingredienti
200 gr di farina grano tenereo io ho usato la setaccio che è integrale
70 ml di acqua
2 banane
130 gr di zucchero di canna/miele/malto o dolcificante naturale a piacere
100 ml di olio di semi/mais
1/2 bustina di lievito per dolci
80 gr di farina di mandorle (o di nocciole se preferite)
Prendere le banane e schiacciarle con l’acqua. Unire lo zucchero di canna, o se preferiamo del malto o dello sciroppo d'acero, l’olio e la farina setacciata con il lievito. 
Aggiungere la farina di mandorle o di nocciole. Dosare con l'aiuto del pallinatore, il composto  negli stampini oleati e infarinati riempiendoli per 2/3. Infornare a 180°C per circa 25 minuti.

Questa ricetta è carina perchè è semplice, veloce e ha ingredienti facili da trovare, e sani come le mandorle che hanno tanta vitamina E, le banane che hanno potassio (anche se non sono di stagione per carità...), la farina integrale ci fa sentire un po' meno in colpa!

Li sforno e li porto caldo caldi alle super estetiste che mi aiutano a coccolarmi un po' in questi momento di stress intenso!

Ora servo e me ne vado a pensare ad altre ricettine magiche
Chloeugi 



martedì 13 maggio 2014

Verdi verdure e cestelli belli

Ultimamente tra dieta ripulente, startup crescente e tempo sfuggente, sono stata poco in cucina e pochissimo in questo blog...chiedo venia!
Ma la primavera è scoppiata (anche un po' nel senso umorale...non si capisce un tubo fa caldo, fa freddo? piove? c'è il sole...) e le verdure e la frutta di stagione sono assai golose e si prestano a mille ricettine buone.

Oggi, avendo il frigo traboccante di leccornie, ho pensato di deliziarmi con un antipasto al vapore con salsina di umeboshi, che fa un gran bene all'intestino e a tante altre cose.

Antipasto di verdure di stagione con salsina di umeboshi
Ingredienti per 2-4 persone
- 2 cipollotti
- 2 carote
- 2 gambi di sedano
- 2 zucchine
- 1/2 cespo di lattuga
- 3 cucchiai di olio di oliva extra vergine
- 1/2 cucchiaio di aceto di mele
- 1 cucchiaio di umeboshi
- 1/2 ciuffo di prezzemolo
- /21 ciuffo di cerfoglio o altra robina verde a piacere
- sale
Pulire la verdura, la tagliare e la metterla nel cestello della cottura al vapore, prima le carote, poi le cipolle e poi sedano zucchine e lattuga e cuocere finchè non sono cotte ma ancora croccanti.
Stemperare l'umeboshi con l'aceto e poi olio e sale (non troppo), aggiungere le erbe aromatiche ben tritate e un po' d'acqua di cottura per fluidificare la cremina. Poi usare la salsina per condire le verdure, magari aggiungendo salsa di soia o altro a piacere.

Poi ho dei bellissimi bacelli di piselli che faccio? Ma oui, li riutilizzo...

Barchette di bacelli ripieni 
Ingredienti per 2
- 12 bacelli
- 1 tazza di riso o cous cous già cotto (così riutilizzo anche quello)
- 1 zucchina
- foglie di menta
- olio
- sale e pepe
- 1/2 cipolla
- 1 mestolo di brodo
Cuocere al vapore i bacelli o nella pentola a pressione, per 15 minuti circa (dal fischio se si usa la pentola a pressione): Tritare la cipolla e farla rosolare con acqua e olio per non appesantire troppo poi unire le zucchine e i piselli a pezzetti piccoli e saltare per 5 minuti. Unire il cereale scelto, io penso di usare il riso ma lo sminuzzo un po' e aiutarsi con un po' di brodo per cuocere al meglio.  Unire olio, sale e pepe e erbette fresche. Aprire i bacelli e riempirli, volendo passarli nel pan grattato aromatizzato con curry e pepe o nel parmigiano.

Servo e me ne vado a studiare un po di soluzioni per le merende diverse, a riposare a lavorare insomma...a vivere a mille!!!
Chloeugi 

Ps nella foto ci sono i miei meravigliosi bacelli ripieni e poi due piatti assaggiati in due posti nuovi a Torino Oh mio bio! e alla gastronomia vegetariana, in via Nanni, ve li consiglio: posti sani, colorati e pieni di energia positiva!


lunedì 5 maggio 2014

Una settimana da...skinny bitch!

Dieci giorni di pulizia e mi sento come nuova. Non è stato facile, e voi sapete perchè: tra che sono golosa, che sto con un mangione e che cucino...insomma il mio girovita urlava pietà!
Per cui mi sono rimesa in careggiata e penso che sì, si sta proprio meglio più leggeri. 
Ma il mio obiettivo è un po' più ambizioso, vorrei perdere ancora peso per essere ancora più prestante, ma non solo, voglio avere un fisico un po' più asciutto non per narcisismo, anche se sarebbe un buon motivo, ma sono alla ricerca di un buon equilibro e le mie scelte mi stanno portando a questo.
La mia passione per il cibo, quello sano, per lo studio di varie discipline e per la volontà di essere d'aiuto e d'esempio epr gli altri, sono benzina che mi fa andare avanti.

Questa settimana ho ripreso il libro La dieta skinny bitch di Barnouin Kim e Freedman Rory, è un ottimo spunto per aiutarci a capire come mai il cibo super raffinato e industriale non ci fa bene.
Con ironia, consigli ed elenchi di prodotto utili per stare bene, è davvero un buon punto di partenza, lo consiglio a chiunque.
Io oggi mi preparo per la settimana che verrà seguendo i menu proposti dalle due giovani skinny botches, gustoso, colorato, facile ed economico!
Ovviamente ci va un po' di organizzazione.
Innanzitutto inizio a preparare i germogli che mi serviranno per i sandwich. Ho sistemato le mie piantine aromatiche sul balcone, ora sono pronta! Ho: menta da cocktail (più dolce della menta piperita), timo, maggiorana, salvia, prezzemolo, rosmarino e basilico.

Poi penso se alcune ricette potrei prepararle io, tipo la crema di mandorle per la colazione, il pane o i biscotti di cereali.

Crema di mandorle (si può fare con qualsiasi frutto oleaginoso)
- 200 gr mandorle al naturale da tostare al forno
- 1 cucchiaino di zucchero di canna/integrale (facoltativo)
- 1 cucchiaino di sale
Io ho preso delle belle mandorle in guscio, le ho aperte (così mi sono un po' allenata!) e le ho tostate per 3 minuti a 200°C. Attenzione che non brucino se no il gusto della crema sarà pessimo!

Mettere le mandorle nel mixer e quando sono ancora calde ed azionarlo alla massima velocità, in modo da creare la granella. Con una spatola tirare bene giù, verso le lame, il tutto e far ripartire il mixer. Man mano vedrete che l'olio delle mandorle uscirà, basterà andare avanti a frullare fino ad ottenere dapprima una palla fare di uovo il lavoro con la paletta per recuperare tutta la granella sui bordi del mixer e mescolare ancora fino ad ottenre una crema densa. Volendo aggiungere sale e zucchero e il gioco è fatto!

Ho messo su i germogli di alfa alfa così poi, dopo 8 ore d'ammollo, poi vanno risciacquati 2 o 3 volte al giorno, facendo in modo che non rimangano in ammollo, ma umidi.
Inizieranno a spuntare dopo 1 o 2 giorni e saranno pronti dopo 3-5 giorni, anche prima dipende dai semi. Potranno essere conservati in frigorifero in un contenitore aperto dai 5 ai 7 giorni senza problemi, riposti al buio durante il tempo dello sviluppo e poi esposti al sole per essere caricati di clorofilla e di nutrienti preziosi.

La mia schiscetta mi darà tanta energia e sarà una super insalata colorata. 

Insalata 5 colori e mozzarisella 
- spinaci novelli
- carote 
- mandorle
- cipolla rossa
- mozzarisella
- olio Lino
- limone
Buonissima!!!


Servo e me ne vado
Chloeugi 

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero