giovedì 27 novembre 2014

Sempre di corsa...sempre qui!

La gente si chiede spesso se io mi annoi a casa, visto che lavoro gran parte del tempo nel mio splendido ufficio organizzato in casa. La risposta....rullo di tamburi...è NO!

E sì, faccio un sacco di cose, forse sono anche più produttiva di quanto immaginassi! (o di quanto la gente normalmente si immagini...)
Innanzitutto posso gestirmi il tempo come voglio. In secondo luogo, posso portare avanti anche alcuni lavoretti che sono da fare se vogliamo tenere la casa in maniera dignitosa (anche se non sempre ci riesco visto le miriadi di cose nelle quali sono coinvolta ultimamente!).

In questi ultimi tempi ho avuto modo di passare dalla cucina e sbizzarrirmi ma poi non ho avuto tempo di pubblicare qualche post, pardon!
Allora ho preparato il pane, in varie versioni, in modo che piacesse anche al Lassaggiatore, dei muffin alle carote mandorle e cioccolato per il bambino alla quale ho cominciato a fare la babysitter.
Oggi ho preparato i biscottini alla pasta frolla vegan con le forme a letterine!
Poi vado avanti con i miei progetti personali ...startup, corsi di cucina, carnevale e altri progetti..

Pane semi integrale
Ingredienti per una pagnotta grande:
- 200 gr di farina 0
- 300 gr. di farina integrale
- 150 gr. di farina manitoba
- 360 ml di acqua tiepida
- 1 cucchiaino di zucchero integrale o di canna
- 1 cucchiaino e 1/2 di sale
- 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
- 1 cubetto di lievito di birra fresco o una bustina di lievito in polvere
Versare nella vaschetta della macchina del pane gli ingredienti in questo ordine: l’acqua tiepida, le farine. Creare un buchetto per versare sale, in modo che non tocchi poi il lievito. Aggiungere su un altro lato lo zucchero che aiuterà la lievitazione senza lasciare il gusto dolciastro. Aggiungere l'olio e poi il lievito sbriciolato. Far partire la macchina del pane e...aspettare che la casa venga invasa dal profumo! Volendo si può impastare a mano, lasciarlo lievitare un paio d'ora, rimpastare e lasciare lievitare ancora e poi cuocere in forno caldo  220° C per 35/40 minuti.
Per i muffin golosi, che hanno dovuto passare la durissima prova Bimbo ecco la ricetta dei muffin di carote, mandorle e cioccolato!

Muffin carote mandorle e cioccolato fondente
Ingredienti per 12 muffin
- 150 gr di carote
- 50 gr di mandorle
- 100 gr di zucchero di canna o integrale
- 250 gr di farina (200 gr Manitoba e 50 integrale)
- 1 bustina di lievito per dolci o cremor tartaro
- 50 gr di olio di mais o di semi di girasole
- 150 ml di latte vegetale a scelta
- 100 ml di acqua
- buccia di un limone
- 1 cucchiaio di aceto di mele
Pelare le carote e tagliarle a pezzi nel frullatore con lo zucchero e sminuzzare bene.
Mescolare la farina setacciata con il lievito e la buccia di limone. In una ciotola mescolare latte vegetale, olio, aceto, acqua e succo di limone. Unire i due composti e mescolare bene fino ad ottenere un composto bello liscio e gustoso. Preparare la teglia da muffin con i pirottini di carta da forno e versare, con l'aiuto di due cucchiai o del pallinatore da gelato, il composto in modo da riempire 2/3 dei pirottini. Tagliare il cioccolato e versarlo distribuendolo sui vari futuri muffin, magari spingendo a fondo con le dita in modo da creare un cuoce di cioccolato.
Cuocere a 180°C per 25 minuti. Lasciar riposare i muffin nel forno spento per 5 minuti e poi servirli.

Pasta frolla vegan al cioccolato
130 ml di olio di mais 
- 200 ml di acqua salata
- scorza di un limone biologico
- 90 gr di zucchero integrale

- 300 gr di farina semintegrale

Mescolare i liquidi in una ciotola (l’olio di mais e dell’acqua leggermente salata), ed emulsionare bene aiutandosi con una frusta. Aggiungere la buccia grattugiata del limone facendo attenzione a mettere solo la parte gialla (quella che contiene gli olii essenziali) e non quella bianca che è leggermente amarognola.
Aggiungere poi lo zucchero di canna, la farina e cominciate ad impastare. Lavorare l’impasto fino a quando si ottiene un composto omogeneo. Lasciar riposare la pasta frolla avvolta in un pezzo di pellicola, in frigo per almeno una trentina di minuti.
Tagliare con le formine preferite, e cuocere in forno per 180°C per 15-20 minuti.

Ora mi ri-immergo nei miei mille progetti smangiucchiando un super muffin!
Servo e me ne vado
Choeugi
Ps Ringrazio C+B per il corso di sabato che mi ha chiarito le idee sul mio futuro... Un corso pazzesco, ho avuto modo di conoscere delle donne splendide e piene di idee, ho pensato a quanta strada fatta e quanta ne ho ancora da fare. Grazie ai consigli alle parole e al confronto che penso ci porterà moooolto lontano!

martedì 11 novembre 2014

Nuovi mondi, nuovi spazi


Sono giorni intensissimi, sia per la mia pazienza, sia per le mie finanze.
Ma sono anche giorni pieni di idee e voglia di mettersi in gioco, dove la creatività diventa la risposta alla crisi imperante attorno a noi.
Una delle nuove idee che mi è venuta, oltre alle mille attività che ho in ballo, è quella di aprire un negozietto Etsy, che ne pensate? Nel quale poter vendere le mie piccole opere come grafica ma anche tutte quelle che creo come strumenti per la cucina...Farò una linea solo dedicata a quello...In Tha Kithen, che ve ne pare?
E poi vorrei che il mio blog venisse "spiluccato" anche da altre persone per cui eccomi qui...

Servo e me ne vado...a creare!
Chloeugi


giovedì 6 novembre 2014

Orfana di startupbus...vellutata per l'anima

Mi affeziono alle situazioni, anche a quelle stressanti che mi mettono a dura prova. Mi abituo al tran tran, al problem solving, al prendermi cura di alcuni dettagli e delle persone, e quando si conclude un evento o un progetto beh...mi ritrovo un po' spiazzata, come se mi mancasse qualcosa. Spaesata perché, come dicevo prima, mi abituo facilmente ai cambiamenti e credo sia una capacità che andrebbe coltivata, soprattutto in questi giorni così intensi, di crisi, di cui tutti ci riempiamo la bocca con la speranza che presto qualcosa cambi. 
Ma io i cambiamenti li voglio vivere, attuare in prima persona, e anche se non sarò miliardaria in un batter d'occhi, quello che ne ricavo mi dà un senso di serenità e pace con me stessa.
StartupBus è un evento europeo che mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco come organizzatrice e ripensare alla mia personale vision, di cosa voglio fare da grande, e ora sono qui.
E come faccio a prendermi cura di me, in questo momento così intenso per me?
La risposta è, come sempre, nel mio piatto!
Dedico questa coccola a tutti i buspreneurs e alle persone splendide con le quale abbiamo messo in piedi tutto questo! Viaggio incredibile che lascia un buon sapore nella nostra vita come questa vellutata di zucca, autunnale, accogliente, avvolgente...speziata quanto basta per risvegliare un po' i sensi assopiti dai primi freddi.

Vellutata zucca patate e ceci
Ingredienti per 4-6 persone
- 2 cucchiai di oli
- 1 cipolla rossa
- 1/2 cucchiaino di semi di cumino, 1/2 di coriandolo macinati
- 1/2 di peperoncino fresco (se possibile) sminuzzato
- 1/4 di curcuma
- timo e rosmarino e basilico fresco
- 6 bicchieri di brodo vegetale
- 2 bicchieri di ceci cotti
- sale e pepe
- coriandolo fresco, noce moscata, peperone rosso a cubetti...o qualsiasi cosa ci piaccia come guarnizione!

Scaldare l'olio con la cipolla in una pentola profonda, per circa 5 minuti senza bruciarla! Aggiungere l'aglio sminuzzato, se ci piace, il cumino, coriandolo, peperoncino, curcuma con timo rosmarino e basilico tritato bene. Cuocere altri 5 minuti, aggiungere le patate e zucca a cubetti, non troppo grandi in modo che si cuociano più velocemente. 
Aggiungere i ceci già cotti, se non abbiamo tempo di cuocerli in pentola a pressione, possiamo usare quelli in scatola (meglio in quelli bio nei barattoli di vetro) e versare il brodo, poi cuocere per 20 minuti circa. 
Una volta cotto il tutto, frullare bene, aggiustare di sale, pepe e noce moscata fino ad ottenere una bella crema.
Una nota più interessante la possiamo dare aggiungendo il succo di 1/2 limone e frullare il tutto fino a ottenere una crema omogenea. Prima di servire si può aggiungere altro succo di limone e zenzero.
Nel momento di servire, si può decorare la ciotola con semi di papavero, il coriandolo o prezzemolo fresco sminuzzato e peperoni a cubetti, danno una nota di colore.

Per darci una piccola botta di vita, ecco una torta semplice ma porcosissima!

Torta al cacao...dei senza
Ingredienti per una tortiera media (20-24 cm)
- 180 gr di farina (100 farina 0 50 farina grano saraceno 30 gr di farina di riso)
- 150 gr di zucchero integrale
- 4 cucchiai di cacao
- un cucchiaino di bicarbonato
- 6 cucchiai di olio di semi o di mais
- un cucchiaio di aceto di mele
- 250 ml di acqua
- 80 gr di cioccolato fondente

Versione alternativa integrale  (e buonissssssima)
- 50 gr di cacao amaro
- 100 gr di zucchero integrale
- 150 gr di farina integrale
- 50 gr farina di riso integrale
- 300 ml latte vegetale
- 1 bustina di lievito per dolci (io preferisco il cremor tartaro)

Mescolare in una ciotola zucchero, farina, cacao e il bicarbonato, e mescolare bene. Aggiungere gli ingredienti liquidi, quindi prima olio e aceto e poi pian piano l'acqua (o il latte se vogliamo una versione più ricca).
Mescolare con la frusta fino ad ottenere una crema morbida e omogenea, tritare il cioccolato fondente e unirlo all'impasto, oppure aggiungere le gocce di cioccolato. Cuocere per 25 minuti a 180°C, controllando la cottura con lo stecchino.

Ora mi butto nella preparazione delle dispense per i prossimi corsi, servo e me ne vado!
Chloeugi



sabato 1 novembre 2014

...novembre e i nuovi corsi di cucina!

Un mese è passato ma questo non vuol dire che non abbia cucinato, studiato e imparato a fare tante cose. E' stato il mese di startupbus, evento pazzesco, a livello europeo con 6 bus in partenza da altrettante città  incontrarsi a Vienna, al Pioneers!
Una 6 giorni piena di emozioni, discussioni, parole, km e km su un bus, startup meravigliose uscite dalle teste di 21 giovani buspreneurs.
E ora, dopo questi mesi di preparazioni, la settimana è volata e sta arrivando il mese dei corsi di cucina per celiaci a Città Studi, Biella.
Di cosa parleremo? Di aperitivi per celiaci, di dolcezze per viziare le persone che amiamo, di pasti importanti (come il natale che si avvicina!) e poi ci saranno anche i piatti con gli avanzi buoni!
Sarà un mese intenso, dicevo, perché avrò l'onore di tenere un corso a Torino con delle super mamme e l'assistente a Milano con la mia insegnante preferita
Mese intenso, mi preparo al meglio...a breve i vari menù così, chi lo sa, magari vi va di farmi da tester. 

Servo e me ne vado
Chloeugi


Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero