domenica 29 marzo 2015

Di panne cotte e chiacchiere in rosa


Ho mille agende, planning, planner, reminder, post it...e più ne ho più ho la conferma che sono un'accumulatrice di impegni!
Queste settimane volano davvero come foglie al vento e io ne sono felice ma poi...ecco che il mio corpo mi da segnali inequivocabili che devo rallentare.
Si accavallano impegni stupendi: eventi, corsi, lavori, la startup...mamma mia!
E allora sotto!
Ieri sera l'incontro della Rete al femminile di Vercelli, di cui sono la leader, davvero molto intenso e proficuo, tra chiacchiere, confronti e un po' di obiettivi da stabilire.
Ringrazio il Faktory che ci ha gentilmente ospitate e date la possibilità di sfogarci anche creativamente, allestendo un po' lo spazio che ci hanno dato rendendolo un po' fru fru!
Ma si può mica ragionare a stomaco vuoto? No di certo!
E allora cosa ho preparato (e non mangiato...perché sono a dieta!).

Menu Talenti da sgranocchiare
- Hummus di cannellini alla curcuma con focaccia al rosmarino
- Girelle alle olive nere e alle olive verdi
- Tarte tatin al pesto di pomodori e pomodorini in agrodolce
- Mini muffin al limone
- Panna cotta vegan con coulis alle fragole

Amo la primavera perché porta frutta e verdura davvero buona, come le tanto amate fragole con le quali ho creato una panna cotta partendo dal latte di soia, senza uso di panne vegetali, facendomela in casa.

Panna cotta vegan con coulis di fragole
Ingredienti per 12 (in bicchieri piccoli o 6 in ciotoline da dolce)

- 400 ml di panna fatta in casa
- 100 ml di latte di soia alla vaniglia (o anche naturale poi aggiungere vaniglia)
- 110 gr di zucchero di canna
- 1 cucchiaio e 1/2 di agar agar in polvere

Per la panna vegetale fatta in casa (ricetta mia modificata dopo vari esperimenti)
Ingredienti
- 200 ml di latte di soia
- 380 di olio di mais o di semi di girasole
- 1 cucchiaino di agar agar in polvere

Come primo passaggio, preparare la panna in casa, sciogliendo  in un pentolino l'agar agar con 50 ml di latte e lasciare raffreddare. Intanto versare il latte rimasto in una brocca per il frullatore ad immersione e iniziare a versare a filo, mentre frulliamo, l'olio per montare la panna. Meglio se questa operazione viene fatta con gli strumenti un po' freddi, magari mettendo in freezer o in frigo per un po' la parte del frullatore e la ciotola che useremo.
Unire l'agar agar sciolto e frullare ancora. Ora è pronta per essere usata per il nostro composto.

Preparare la panna cotta: sciogliere a freddo l'agar agar in un pentolino con il latte, poi aggiungere la panna fatta in precedenza, lo zucchero di canna e mescolare, portando poi a bollore per almeno 3/5 minuti. Versare negli stampi, ciotole o bicchierini e mettere in frigo, una volta raffreddato a sufficienza per non rovinare l'elettrodomestico.

Coulis alle fragole
- 250 gr di fragole
- 30 gr zucchero di canna/integrale
- succo di 1/2 limone
- 150 ml di acqua
- 1 cucchiaio di agar agar in scaglie

Tagliare le fragole e metterle in una casseruola con il succo di limone, lo zucchero, l'acqua e il cucchiaio di agar agar e far sobbollire, finché non si asciuga il liquido. Poi frullare o passare al colino in modo da avere una bella coulis liscia.

Una volta addensato versare a cucchiai la coulis per creare quello bello strato rosso che stacca da quello bianco della panna. Si può fare anche con altri frutti di bosco, con lamponi ad esempio o con i mirtilli e aggiungere qualche ricciolo di lime o limone.

Un buon esperimento...a quanto mi hanno detto!
L'agar agar è magico, oltre che utile per aiutare l'intestino.
Vi consiglio di provare a sostituire lo zucchero integrale o di canna con malto o con sciroppo d'acero o succo d'agave perché danno un gusto ancora più vellutato.

Ho cucinato tanto ma n'è valsa la pena, si sono sbafate tutto!

Ora servo e me ne vado che ho ancora il naso che cola, troppa stanchezza, merito un po' di riposo.
Chloeugi

mercoledì 18 marzo 2015

Un buono...tutto da gustare

A Natale ho ricevuto un sacco di regali meravigliosi. Uno su tutti per me ha rappresentato un motivo di estrema gioia, che ho conservato fino al momento giusto. Il buono in un negozio di cosine per la casa e la cucina!!!
E cosa ho comprato un bel po' di pirottini colorati per i miei muffin e i dolcetti che preparerò per il prossimo evento... a breve vi racconterò...un vassoio da portata di vetro, i conetti per fare i cannoli, un porta muffin da viaggio e uno stampo da ciambella!
Mi mancava proprio e non vedevo l'ora di provarlo.

Primissima ricetta una ciambella arancio e gocce di cioccolato per le mie amiche, per una cenetta per aiutare una futura sposina a scegliere fiori, centri tavola e altre chicche!

Ciambella arancia e cioccolato
Ingredienti
- 250 gr farina
- 20 gr amido di mais
- 1 bustina di cremor tartaro+ 1/2 cucchiaino di bicarbonato
- 100 gr di zucchero integrale o di canna
- 100 ml di succo d'arancia appena spremuto
- 120 gr di yogurt di soia neutro
- 90 ml di olio di semi o mais
- 1 pizzico di sale
- 30 ml di acqua
- 100 gr di gocce di cioccolato o una tavoletta da sminuzzare

Le uova che normalmente si usano per creare una ciambella soffice, le ho sostituite con 120 ml di yogurt che equivalgono a 2 uova circa e 20 gr di maizena sciolte in un po' d'acqua per sostituire il terzo uovo.
Il resto vien da sè: mescolare prima gli ingredienti secchi: farina, zucchero, cremor tartaro e bicarbonato, la maizena sciolta nell'acqua e il pizzico di sale dopo aver mescolato ben bene. Mescolare in una brocca quelli liquidi: lo yogurt, l'olio, il succo e il cioccolato a pezzetti e mescolare con il composto secco creando una bella crema da versare nello stampo precedentemente oliato.
Infornare a 170°C per 30 minuti.
Io l'ho cosparso di sciroppo d'acero e zucchero di canna e voilà!

In questi giorni ho tenuto due cicli di lezioni di pasticceria naturale davvero intense e divertenti, dedicherò un post con alcune delle ricettine così da farvi vedere...cosa vi siete persi! :)

Comunque, visto che sono un po' raffreddatina - sarà la stanchezza? i troppi impegni? il cambio di stagione repentino? il bambino che mi starnutisce addosso 3 ore a settimana? - ho deciso di fare una coccola a me e al Lassagiatore con una bella ciambella all'arancia e cioccolato. 

Ciambella soffice al cacao e arancia
Ingredienti per una teglia di media misura:
- 250 gr di farina 0 (volendo mescolare 50 gr di farina di grano tenero integrale e 200 di farina 0)
- 30 gr di cacao amaro
- 150 gr di zucchero integrale
- 1/2 cucchiaino di bicarbonato
- 1 bustina di lievito o cremor tartaro
- 80 ml di olio di mais o di semi di girasole
- 50 ml di succo d'arancia
- 250 ml di latte di soia o latte di riso o avena
- scorza di un'arancia
- 100 gr di cioccolato al 72% sminuzzato

Setacciare la farina, il lievito, il cacao, lo zucchero e il bicarbonato. 
Sminuzzare la scorza di arancia e spremerla usando il succo per iniziare ad amalgamare il tutto. Sminuzzare il cioccolato e tenerlo da parte. 
Mescolare olio e latte e poi usarlo per amalgamare gli ingredienti secchi. 
Aggiungere il cioccolato ed immergerlo nell'impasto. 
Ungere lo stampo e versare il composto stando attenti a non versarlo nel buco!
Cuocere a 180°C per 35 minuti, fare la prova stecchino per controllare la cottura.

Consiglio di usare sempre la maizena e l'acqua o lo yogurt per rendere composto più soffice e meno friabile ed asciutto.

Sto studiando qualche ricettina per il mio splendido compagno che domani compie gli anni, ma sarà magnanima e on dirò quanti sono... 
Essendo però lui grande amante delle schifezze, cercherò di rendere un po' più naturali le ricette che ama: bounty, nippon, twix, torte super cioccolatose...non ho detto dietetiche, ho detto naturali!

Per chi fosse interessato ai miei corsi, a maggio terrò tre lezioni di pasticceria per celiaci, tutte quelle ricettine che si possono fare senza impazzire, in semplicità e con tanto gusto!

Ovviamente mi sfogo ora perché a brevissimo mi sono ripromessa di rirpendere attività fisica e limitare un po' le abbuffate (sempre giustificate da eventi...ma qui qualche kg devo perderlo prima dell'estate che sembra lontana ma sai com'è ti giri un attimo e tac....eccola alle porte!).

Ora servo e me ne vado ad assaggiare questa bontà soffice e cioccolatosa

Chloeugi 




sabato 7 marzo 2015

La primavera si fa sentire

Finalmente un po' di sole e di vento pazzerello che scompiglia i miei capelli (che stanno diventando lunghissimi, grazie titoide che stai tornando a lavorare!) e i miei pensieri.
Ieri ho deciso che fosse il momento giusto per piantare nuovi semini di piante aromatiche per la mia cucina è la mia vita! Simbologie a parte, ho dedicato un po' di tempo alla piccola serra sul balcone in una rara ora libera e di sole che finalmente si è fatta viva nella mia agenda stra piena di impegni (la maggior parte stupendi, però sono settimane deliranti!).
Ed ecco il risultato: un vaso con coriandolo e erba cipollina, uno di sola menta, uno di aneto e salvia, è uno di rosmarino che fa compagnia a quello dell'anno scorso. Più un vaso di basilico e pomodorini! Non vedo l'ora di sentire il profumo di tutte queste aromatiche e di poterle usare per i piatti primaverili che mi frullano per la testa. 
Ora pulizie e progetti, e un po' di relax per ricaricare le batterie! 
E magari anche una bella spesa di frutta e verdura che qui le carote si sentono sole! 
Servo e me ne vado, buona primavera alle proteste a tutti!
Chloeugi 

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero