domenica 19 luglio 2015

...2 mesi che non scrivo!?

...il tempo è volato e ho abbozzato mille post cucinato mille merende e altre cosine organizzato mille eventi ma pubblicato...zero!!! 
Ma com'è possibile che mi sia persa, che mi sia fatta travolgere? Oh beh, poco male, ora recupero! Innanzitutto facendo un po' il punto della situazione .
Ok allora...con ordine...da dopo l'evento alla Bottega è stato un turbinio: le ultime lezioni di pasticceria naturale sono volate e sono state divertenti e intense.
Poi sono cominciati i preparativi per l'evento StartupBus edizione 2015, progetto nel quale credo molto per migliorare la vita delle persone, per aiutare altri giovani a buttarsi nel mondo dell'imprenditoria e per mettersi in gioco. 
Ma ci sono stati anche matrimoni (ben due a giugno),  la stesura di un ebook (anche un po' da limare ma sono sulla buona strada spero..), lezioni da seguire (ebbene sì, studiare è una passione senza fine) e Merende diverse che prende forma e si concretizza in maniera sempre più vera e lo devo ai miei super soci che non smetterò mai di ringraziare per la passione e la professionalità che hanno messo in campo.

Poi però, c'è stato anche la necessità di rallentare un po', quel tanto che mi ha concesso di fare un attimo di pulizia e di ritrovata serenità, obbligandomi a prendermi un po' cura di me, non solo "fuori" ma anche "dentro" di me e come? Leggendo...lo so sembra assurdo ma sono 5 anni che non faccio altro che leggere manuali e documentarmi e...la mia testa sentiva la necessità di un po' di frivolezza o meglio leggerezza.
E in 2 settimane ho letto, sarebbe meglio dire divorato 4 libri.
Ve li consiglio, non sono nuovi e non sono delle pietre miliari della letteratura ma fanno bene al cuore e fanno un po' rallentare...

Lo chef è una donna di Valérie Gans
Il profumo del pane alla lavanda Addison Allen Sarah
Il gusto segreto del cioccolato amaro di Kevin Alan Milne
Tutta colpa di un libro di Shelly King

Tutti e 4 mi hanno avvolta, coccolata e fatto pensare a qualcosa di mio, mi hanno accarezzata e incuriosita con nuovi profumi e gusti e pensieri, passi e sogni che sto facendo un po' anche io.

Per ora vi lascio ma sto preparando una ricettina...anzi ve ne lascio una che ha coccolato le mie ragazze della Rete al femminile di Vercelli.

Mousse e coulis di anguria
ingredienti x4 persone:
300 gr di anguria (volendo si può fare con melone)
300 gr di panna vegetale da montare (di solito si trova di soia)
2 cucchiaino di agar agar in polvere
2 cucchiai di zucchero integrale

Per la salsa anguria:
300 gr di anguria
acqua
2 cucchiai di succo di limone
80 gr zucchero

4 cucchiai di maizena (amido di mais)

Pulire l'anguria, togliendo i semini vari e taglia
ndo a cubetti. Frullare nel boccale del frullatore con un po’ di zucchero. Sciogliere l’agar agar e far cuocere per 5-6 minuti con un bicchiere di acqua e unire poi l'anguria frullata, fino a sobbollire.
Montare la panna con uno sbattitore elettrico o con la frusta. 
Intanto lasciare raffreddare l'agar agar. Poi mescolare delicatamente la panna vegetale con il composto all'anguria. 
Versare nei bicchieri e lasciar raffreddare e addensare, intanto preparare la coulis: tagliare l'anguria e frullarlo con qualche cucchiaio di acqua in modo da creare una crema e versarla in pentola. 
Aggiungere il succo di limone e lo zucchero (regolarsi a seconda dei gusti e la dolcezza del frutto), e fare sciogliere bene.
Poi aggiungere la maizena, 4 cucchiai se la si vuole un po’ densa o 2 se la si vuole più liquida.
Mescolare bene e far sciogliere la maizena e far rapprendere, far intiepidire e versa sulla mousse.
Se vogliamo una coulis più leggera non usiamo la maizena ma un paio di cucchiai di agar agar.

Servo e me ne vado...a prestissimo promesso
Chloeugi

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero