domenica 30 ottobre 2016

Ricette della domenica e una settimana intensa


Essere mamma è un bel lavoro a tempo pieno.
E io lo amo ogni giorno di più, come amo la strada che sto intraprendendo come libero professionista che vuole aiutare altre mamme.
Per farlo continuo a progettare, studiare e mettermi in gioco per trovare soluzioni nuove e utili.

Altra cosa che amo, e che non è un mistero, è usare la mia macchina del pane per creare soffici e golose pagnotte dolci o salate per viziare i miei cari.
Amo non sprecare nulla e organizzarmi per cercare di trovare ricette veloci, perché essere mamme vuol dire essere un po' acrobati, non trovate anche voi!?

E per confermare questa teoria, questa settimana ho fatto un miliardo di cose belle.
Tra le tante attività, ho avuto l'onore di seguire un corso golosissimo presso Joia, a Milano, un regalo che attendeva da due anni di essere vissuto in pieno.
Piccola pasticceria Vegana...non avete idea della sensazione meravigliosa che ho provato nell'essere di nuovo io allieva e guardare una cuoca bravissima creare tante piccole delizie Vegana e crudiste. Si, ammetto che mi sarebbe anche piaciuto mettere le mani in pasta ma è stato formativo e delizioso!!!

Allora pensando a questa settimana intensa, ho cercato una ricettina domenicale semplice, perché il tempo a mia disposizione non è mai molto, ma basta organizzarsi, il mio motto spesso è Organizzato è meglio! Infatti sono riuscita a fare un miliardo di cose davvero: il cambio di stagione, il cucciolo da coccolare, un tot di mail da scrivere, un paio di corsi da seguire online (stupendi vi consiglio di buttare un occhio su Coursera), lezioni da tenere ai miei ragazzi e qualche ora di sonno! 

Banana bread integrale al cacao
Ingredienti
350g di farina integrale
160g di latte di avena
140g di sciroppo d'agave o miele o sciroppo d'acero
80g di cioccolato fondente o 3 cucchiai di cacao 
50g di mandorle 
40g di olio di semi o mais  
2 banane mature
1 bustina di lievito bio (cremortartaro e bicarbonato)

Il primo passaggio prevede di sbucciare e schiacciare le banane con una forchetta e mescolare insieme al succo d'agave per creare una crema densa e liscia.
Aggiungere l’olio e poi versare nella vaschetta della macchina del pane.
Versare la farina, il lievito, le mandorle, il cacao e poi il latte e avviare il programma apposito per le torte.

Se non si ha la macchina del pane, mescolare bene tutti gli ingredienti e cuocere per 60/70 minuti nel forno ventilato a 175 C.

Ora servo e me ne vado (notte!)
Chloeugi 

domenica 23 ottobre 2016

Pane dolce alla zucca e pomeriggi avvolgenti


L'autunno è il periodo dell'anno che più sa di coccole, per me.
Castagne, zucca, porri, cachi e tanta altra frutta e verdura riempiono le nostre tavole e diventano protagoniste di mille e più ricette golose.
Questa settimana ho deciso di comprare un bel pezzo di zucca ma non volevo fare un dolce classico, non ho moltissimo tempo ultimamente (sarà colpa di un nanetto che zampetta per casa?).
Allora ho guardato un po' nel mio ricettario personale e ho trovato una ricetta che volevo provare da tanto tempo un pane dolce!

Pane dolce alla zucca cacao e mandorle (nella macchina del pane)
Ingredienti
500 g di farina integrale (preparato per pane integrale per macchina del pane)
280 ml di acqua
12 g di lievito
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
3 cucchiai di zucchero integrale
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di cacao
50 g cioccolato fondente
40 g di mandorle

Tagliare la zucca in cubetti piccoli e cuocerla nel cestello per la cottura a vapore per 15 minuti.
Schiacciare la zucca con una forchetta e inserirla nel cestello della macchina del pane.
Versare acqua, lievito, zucchero. Poi farina, cacao, olio, pizzico di sale e mandorle e cioccolato a scaglie, o a pezzetti/gocce.
Impostare il programma cake/dolce e lasciare che la macchina faccia la sua magia.
Lo so lo so non è come se l'avessi fatto con le mie mani però avere la casa che profuma di pane è magico e fa venire dei bei sorrisoni ai miei ometti!

Servo e me ne vado a gustarmi questo pane 
Chloeugi


domenica 16 ottobre 2016

Autunno andiamo è tempo di ...cucinare!

Buongiorno a tutte! 
L'autunno è cominciato e io mi sento piena di voglia di fare, di impastare e incontrare gente! 
Il mio cucciolo ha 5 mesi e cresce bene ed è davvero la migliore impresa della mia vita.
Ci sono nuovi progetti, nuovi lavori r clienti e poi c'è l'avventura di Networkmamas.
Sono qui a presentare il primo mio intervento su Networkmamas, per chi fosse interessato ecco un piccolo corso di cucina, questionario sui gusti, tavola dei nutrienti e una dispensa pensata ad hoc con ricette con prodotti di stagione e piccole curiosità.
Che ne dite? Proviamo a scaldarci partendo dal piatto che abbiamo davanti?
Servo (un bel the verde caldo) e me ne vado
Chloeugi 


lunedì 5 settembre 2016

...il rientro dalle ferie (e da una pseudomaternità!)

Buongiorno!
L'estate sta finendo, non sto cantando una canzone dei Righeria ma sto constatando che la luce del giorno finisce prima e fa spazio ad un buio avvolgente ma un po' malinconico.
Visto che per me sta per finire quel periodo che la gente comune chiama Maternità ma che per me è stato più un prendiamo confidenza con il mio splendido nanetto, per questo la chiamo pseudomaternità perché non mi sono davvero fermata mai almeno non con la testa.

Ed è per questo che ho prodotto...ta daaaa la prima consulenza su networkmamas!!!
Finalmente anche io posso essere una Networkmamas!

E la prima consulenza per farmi conoscere non poteva non essere sul rientro soft dalle vacanze.
Che ne dite? Può interessare?

Sto progettando per ottobre una bella consulenza su come Diventare mamme più healthy e green, con consigli non solo alimentari ma anche di autorpoduzione e bellezza.
Ora servo e me ne vado!
Chloeugi


sabato 11 giugno 2016

Di pance, nuove arrivi e cibo sano


Due mesi fa sono diventata mamma di un bellissimo bimbo, Diego!
52 cm per 3,190 kg di puro amore, urla e voglia di latte hanno invaso la nostra piccola casa colorata.
Tante cose erano già cambiate nei 9 mesi precedenti a questo momento, e ora tutto è cambiato e continua a cambiare.

Ma una costante nel mio mondo é l'importanza che ricopre l'alimentazione nella mia vita.
Nelle rare pause tra una pappa e riposino, cerco di continuarò a leggere e infirmarmi, anche perché a breve tornerò a insegnare (appena confermate le date e le lezioni. Ve lo comunicherò).
Un paio di libri mi hanno davvero ispirata: Mangia Smart di Maria Papavasileiou, la Dieta Smartfood di Eliana Liotta, Pier Giuseppe Pelicci e Lucilla Titta, davvero ben strutturato e pieno di informazioni scientifiche e consigli utilissimi per capire alcuni meccanismi che spessissimo diamo per scontato o non ci sono chiari, Noi ci vogliamo bene di Marco Bianchi e ultimo per ora, la Dieta dei 22 giorni di Marco Borges.

Ovviamente in questo momento non posso fare diete troppo strette o allenamenti duri per perdere i kg che mi sono rimasti dopo il parto. Il corpo si sta riprendendo, non solo la mente si sta abituando ai nuovi ritmi. L'utero e tornato abbastanza in forma, così come gli altri organi e muscoli, ma per essere davvero a posto bisogna aspettare e pazientare, coccolarsi e mangiare sano e fare movimento.

Posso però seguire alcune indicazioni di questi libri, così da riequilibrar i e recuperare le energie oltre fare scorta di sali minerali e vitamine utili per essere la mamma che il mio piccolo necessita.

E allora si cominci: una bella lista della spesa al grido di "più verdure e frutta per tutti!" Tantissimi legumi, frutta secca e cereali, una varietà di colori profumi e gusti naturali pronti a nutrirmi in profondità. Non sempre è facile cucinare con questo piccolo cucciolo che vuole stare in bracci, ma sono fortunata perche è estate e non si mangiano cose particolarmente complicati.

Qualche esempio? Frullati e centrifugati super gustosi, yogurt e cereali frutta la mattina, tanta ma proprio tanta acqua per re idratarmi, dei primi leggeri o secondi nutrienti come insalate con frutta secca legumi e/o cereali. Ci sono abbinamenti super freschi come insalata sognino pesche e mandorle, con una vinagrette al limone o una maionese Vegana o tacos fatti con foglie di insalata legumi verdure e sottaceti, avvolgiamo il ripieno e via!
Poi cene con insalate di riso o farro ottime e fresche e dalle mille variabili.
Per merenda? Una limonata alle pesche e spiedini di frutta che dite? Io ho provato a farli con melone e mirtilli con anguria e more, tagliando melone e anguria con taglia biscotti a stella li trovo così carini! 
Mi sembravano così carini che li ho portati alla audizione del programma DettoFatto. L non so se mi selezioneranno ma è stato bello mettersi in gioco anche se ho un cucciolo di cui prendermi cura.

Limonata alle pesche

Ingredienti:

1kg di pesche noci, 6/8 circa
200g di zucchero di canna o integrale
succo di 2 limoni e fette di limone per guarnire
900ml di acqua

La parte più lunga sta nel creare lo sciroppo di pesche: sbucciare e tagliare a pezzi le pesche e versarle con lo zucchero e 300 ml di acqua, in una pentola capiente. Accendere il fuoco a fiamma bassa e quando sobbollono, lasciarle cuocere per 10 minuti, controllandole.poi schiacciarle bene con una forchetta e lasciate cuocere per altri 15 minuti.
Filtrare con un colino e rimettere sul fuoco per altri 20 minuti. La polpa è ottima e io l'ho usata per creare dei ghiaccioli e dei cubetti di ghiaccio con pesca cento!
Lasciare che lo sciroppo si addensi e poi versarlo in una bottiglia affinché si raffreddi. Spremere i kimoni versare nella bottiglia con 600 ml di acqua e gustare con cin ti di ghiaccio e perché no anche qualche foglia di basilico per contrastare il gusto dolce (idea vista in TV da Jamie Oliver!).

Ora vado a coccolare il mio cucciolo e a pensare alle prossime ricette.

Servo e me ne vado 

Chloeugi



mercoledì 13 aprile 2016

Piedi gonfi e rimedi per panzute



Chiedo scusa a chi mi segue, non volevo essere assente ma comincio a fare un po' fatica a stare dietro tutto e tutti...come mai? Perché sono al 9° mese e tra una super panza che ormai si fa arrogantemente notare, e qualche disturbo legato a questa condizione così meravigliosa, qui si sta iniziando a far spazio la consapevolezza dell'arrivo dell'inquilino!

Devo dire che, nonostante i commenti a volte poco lungimiranti di gente che mi ha chiesto se fosse sano che io portassi avanti la mia vita da vegetariana (contando che lo sono da prima di nascere in quanto mi amadre mio padre lo sono davero da molto tempo), la mia vita da donna panzuta è andata molto bene in questi mesi. Non ho praticamnete avuto nausee, giusto un po' di acidità di stomaco sì, per carità, ma superabili e non particolarmente debilitanti. Il peso è andato abbastanza bene, ora sto prendendo di più ma sono abbastanza soddisfatta di come ho gestito la questione "mangiare", ovvero mangio più spesso ma meno.

Le analisi del sangue e delle urine sono andate sempre bene, e sono proprio fortunata ad aver trovato un ginecologo davvero bravo, gentile e incoraggiante, come le ostetriche dell'ospedale che sono deliziose e premurose. Questo mi aiuta a preparami con serenità al gran giorno.
Passato il mio compleanno, che ha segnato il numero 35 sulla mia fronte, ecco l'unica cosa della quale avevo un po' paura...i piedi gonfi! So che non è un problema così grave, però non vedermi più le ossicina dei miei bei piedini (unica parte magra rimasta nel mio corpo ...;)) mi spiace un po'.

Allora mi sono informata, ho ricevuto consigli davvero utili da Mamma/Suocera/Amiche che ci sono passate/Mamme del corso prenatale/Ostetriche...ebbene sì, perché credo che una cosa importante di questa fase della vita di una donna sia il capire chi ascoltare e chi no. Sembra brutto da dire così, ma quando stiamo vivendo un momento davvero essenziale per noi, sembra che TUTTI ma proprio TUTI siano più esperti di te a parole, anche se sicuramente lo fanno in buona fede, è comunque una cosa a volte snervante e a volte ci mette molta pressione. Bisogna respirare a fondo e creare pensieri positivi, immaginare che si sta costruendo un mondo per il nostro bimbo.

I consigli d'oro, o almeno che con me stanno funzionando,  sono:
  1. Dormire dal lato sinistro, riduca la pressione della vena cava inferiore (il dottore me l'ha spiegato perché io non sapevo questa cosa!).
  2. Alimentazione ricca di fibre e vitamina E, diminuire sale e cibi pesanti; diminuire o eliminare farinacei per alleggerirci, aumentare frutta e verdura e prodotti con flavonoidi (es Frutti di bosco).
  3. Non restare in piedi ma cercare di mettersi in posizione comoda ma con le gambe leggermente alzate per aiutare la circolazione
  4. Tenere sotto controllo la pressione sanguigna almeno un paio di volte al giorno, perché potrebbe essere sintomo di preeclampsia che non è bella!
  5. Impacchi tiepidi e freddi alternati per aiutare la circolazione. Un ottimo pediluvio prevede 5 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 di menta per 10 minuti.
  6. Muoversi: camminare o andare in piscina, ogni tanto fare movimenti circolari magari con una crema decongestionante.
  7. Bere tanta acqua
  8. Stare a riposo senza esagerare nelel cose da fare (vi conosco mamme! Vorreste fare ordine, sistemare a stanzetta del bimbo, fare shopping per noi e per lui/lei...)
  9. Farsi centrifugati o succhi naturali, a me aiutano (oggi carote mele acidule e zenzero).
  10. Usare scarpe comode (per ora mi sa solo sandali;))!
Oggi ho fatto una belal colazione con latte di riso, cereali senza zucchero con frutta secca e frutta fresca (fragole). Per merenda un bel centrifugato carote-mele-zenzero, per pranzo credo che mangerò una super insalatona con qualche noce e poi cercherò di alternare lavoro e pediluvi e se avanza tempo una passeggiata qui attorno, che è meravigliosamente tutto fiorito!

Ora servo e me ne vado ...a bere l'ultimo goccio di centrifugato!
Choeugi 

giovedì 31 marzo 2016

Gli spuntini delle donne incinte


Si lo so, lo so...me la sono presa comoda in questi giorni, presa dalle uova di Pasqua, dal cioccolato, da giretti in giro con gli amici e dovevo stare più attenta a quello che mangiavo...
A noi donzelle panzute viene detto di stare attente al peso ma di non impazzire perché è importante nutrire noi stesse e il nostro piccolino con cose buone ma sane.
E come si fa a merenda? Perché è importante che durante il giorno si mangi spesso e non troppo perché la curva glicemica è una brutta bestia ;)

Qualche consiglio? Beh innanzitutto pensiamo a quali sono i prodotti di stagione di questo periodo tanta bella frutta, quali fragole, mele, ancora qualche kiwi, pere, qualche sparuta nespola, a beve arriveranno albicocche e  ciliegie...abbinate a prodotti belli quali pane integrale magari fatto in casa, creme di nocciole o mandorle sempre create con le nostre manine...

Ho creato un piccolo elenco di cosine buone che mi danno sosddisfazione in qeusto momento:
  • 1 mela tagliata a spicchi abbinata a qualche cucchiaino di burro di mandorle (o per i filoamericani quello di arachidi)
  • Gli smoothies frullando 1/2 banana, 1/4 di tazza di frutti di bosco o fragole, 1/2 tazza di latte di mandorle o di riso
  • 1/2 tazza di cereali o muesli (fatto in casa è super!) ne ho trovato uno meraviglioso al supermercato senza zucchero, ma con tanta buonissima frutta essiccata e 1/2 tazza di latte di riso o di mandorla non zuccherato 
  • una bella tazza di yogurt o di soia o di riso o se non si è vegan quello greco che è grasso ma è stupendo con frutta fresca di stagione e qualche cucchiaino di muesli
  • una bella tazza di pop corn
  • 1 o due gallett di riso o di mais con strato leggero di confettura senza zucchero o nocciolata (nuova droga personale...)
  • un mix di frutta secca o essicata 
  • dei succhi fatti freschi centrifugando magari mele carote e zenzero, donano un sacco di energia
  • per una merenda salata gallette con formaggino senza lattosio o vegano fatto di mandorle oppure uno strato di hummus a piacere o pane e pomodori e olio d'oliva e sale
  • hummus e verdure crude
  • chips di verdure
  • legumi speziati al forno
  • finto gelato di banana e frutta congelata
Oh ma quante merende buone so fare????
Ora però devo starci attenta, promesso? Promesso, non tutte in un  solo giorno!

Servo e me ne vado a far merenda
Chloeugi

domenica 20 marzo 2016

Problemini di panza: cistite e candida, qualche rimedio


Si sa che la gravidanza è un periodo intenso per il corpo e la mente, sia per le grandi gioia sia per qualche piccolo, o in alcuni casi grande, disturbo.
Tra questi, dopo l'aumento di peso, le gambe e caviglie gonfie, i dolori e i crampi, acidità e reflussi vari uno dei disturbi più classici sono la cistite e le infiammazioni urinarie in genere. 

Come mai? Sicuramente è favorita dalla modificazione ormonale propria di questo periodo, dalla compressione meccanica dell'utero in crescita sull'uretere che negli ultimi mesi di gravidanza non sempre permette il completo svuotamento della vescica. (Ovviamente tutto ciò mi è stato detto dal mio super ginecologo, io ovviamente avevo capito qualcosa ma non in termini così tecnici!).

Per prevenire, come sempre, bisogna assicurarsi di bere un bel po' di acqua per aiutare la diuresi; non trattenere la pipì per lunghi periodi; usare detergenti intimi neutri; utilizzare la biancheria intima in cotone naturale e satre attenti in generale all'igiene e agli indumenti che indossimao, che non siano troppo stretti, di non stare troppo con il costume da bagno bagnato (vi sembra una cavolata ma io in gravidanza sto seguendo due volte a asettimana un corso di aqua gym!). 
E, soprattutto, evitare alimenti irritanti quali aclolici, caffé, cioccolato, spezie e peperoncino.
Mangiare un po' più leggero, aiutandosi con verdura e frutta, con cereali e cibi non troppo complessi ma anzi più naturali possibili, non dico per forza in bianco ma sicuramente per un po' cercare di evitare di ingozzarsi!

Uno dei rimedi che a casa mia sono più usati, da anni, è un rimedio sia per prevenire sia per aiutarsi per velocizzare la guarigione ed è la Tisana alla malva.
Si prepara aggiungendo 30 gr di malva essiccata in un litro di acqua bollente, lasciare in infusione per 5-8 minuti e bere si può sia calda sia tiepida. L'azione antinfiammatoria è dovuta ai tannini e antociani presenti nella pianta, e la mucillagine ha invece azione lenitiva, ci aiuta a idratarci e pulisce le vie urinarie, oltre a favorire la riuresi. Questo rimedio è consigliato sempre, anche in gravidanza, anche se nel primo treimestre di solito viene consigliato una lavanda vaginale, con un litro di acqua fredda, 30 gr di foglie e fiori essiccati di malva, riscaldare e far bollire per circa 10 minuti l'acqua e poi filtrare.


Ora servo una bella tazza di tisana alla malva e me ne vado a riposarmi un po' e far prendere un po' di vitamina D alla mia bella pancia!

Chloeugi




Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/farmaci-malattie/farmaci-cistite.html



Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/salute/cistite-gravidanza.html

venerdì 11 marzo 2016

Vitamina C alleato della pancia!


Di solito si parla di vitamina C e di raffreddori, ma in realtà la vitamina C è utilissima anche in gravidanza, e non è una carenza da sottovalutare.
Perché? Innazitutto contribuisce alla sintesi dei tessuti e allo sviluppo sano ed equilibrato del feto fin dai primi giorni. E' utile per l'assimilazione del ferro, questo sempre non sono in gravidanza, ed è quindi consigliabile mangiare cereali, verdure e legumi semprea abbinati a succo di limone o arancia.
Tra gli alimenti più ricchi di questa preziosa vitamina troviamo le arance, ma già si sapeva, i mirtilli, le patate, ma anche negli asparagi, broccoli, cavoli, cavolfiori, frutti di bosco, lattuga, radicchio, peperoni, ananas, fragole, ciliegie, meloni e angurie, kiwi, pomodori e spinaci...insomma basta che siano di stagione, ben lavate e cotte o crude ma nella maniera giusta, senza troppe complicazioni, ossia semplici con un filo di olio extravergine di oliva a crudo per le verdure, e il gioco è fatto!


Qualche ricettina?
- Insalata di finocchi e arance con olive nere, olio evo, sale e pepe
- Centrifugati arancia carote e limone o succo di finocchio e arancia
- Smoothie mirtilli e spinaci
- (se vogliamo un dolcino) Plumcake agli agrumi
- Crema guacamole di broccoli
- Cavolfiore saltato con briciole di pane

Io adoro gran parte di questa frutta e verdura, e in giro se ne trova di buonissima, e si trovano tantissime ricette golose e facili da fare, quindi credo che una carenza di questa vitamina non sia così facile, cosa ne dite? Su, sbucciamoci una bella arancia o prepariamoci un succo super vitaminico.

Ora servo e me ne vado...probabilmente mi farò una bella merenda a base di arance o kiwi e frutta secca, oppure un buon centrifugato. 
Chloeugi


mercoledì 9 marzo 2016

Non-nuggets e chiacchiere con i FedEly

La domenica sta diventando consuetudine parlottare con i miei amici dei FedEly su M2o, risate e ricette, per raccontare mondi diversi in maniera semplice!
Il tema di questa puntata è...il pollo fritto e i nuggets!
Ci sono versioni più sane di queste prelibatezze fritte? Ovviamente sì! E non poche.
Ne abbiamo parlato un pochino e ho pensato di consigliare qualche ricettina che ho provato.
Come dicevo ai miei amici della radio, di solito si parte da una base diversa rispetto al pollo, che può essere la soia o tofu, (ad esempio bocconcini di soia da reidratare, spezzatino di soia, tocchetti di tofu), seitan o tempe, oppure usare legumi e verdure abbinati o solo mix di verdure, poi creare una bella panatura, friggere/saltare in padella/o cuocere al forno (per versione light).
 
Una ricetta che ha riscosso grande successo tempo fa, bocconcini di tofu con salsa arachidi e prezzemolo, non è fritta ma super gustosa, abbinata alla salsina prezzemolosa!
Un'altra versione veramente gustosa di veggie nuggets o bocconcini di soia fritta:
Ingredienti:
100 gr di bocconcini di soia da reidratare
1 dado vegetale (meglio bio senza glutammato)
100 gr di yogurt di soia
1 cucchiaino di curcuma
4 cucchiai di farina 0
1 cucchiaino di paprika
aromi (rosmarino, alloro, sedano, carota, cipolla a piacere)
sale e pepe qb
olio
Aggiungere gli aromi, il dado e la curcuma in acqua bollette per reidratare per bene la soia, bastano 15 minuti per questo bocconcini. Lasciare raffreddare in questo brodo, e una volta tiepidi, scolarli, eliminare gli aromi e strizzarli bene, tagliare quelli più grossi per usarli nella marinatura, prendendo una ciotola con lo yogurt e gli aromi e lasciare riposare almeno un'oretta.
Prendere un sacchetto di plastica e versarci la farina, il sale, il pape e la paprika e poi gettarci dentro i bocconcini di soia e agitare bene il tutto in modo che si impanino per bene.
Preparare una bella padella con olio e scaldare bene poi versare i bocconcini girandoli di tanto in tanto. Servirli con la marinatura di yogurt o altre salse.

Altra versione molto gustosa la possiamo ottenere utilizzando i legumi.
Legumi nuggets
Ingredienti per 4-6 persone:

250 gr di fagioli cannellini (cotti a vapore)
1 piccolo mazzetto di rucola
20 gr di pane integrale
1/2 vasetto di yogurt di soia naturale
1 cucchiaio di senape delicata
pangrattato integrale q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
Frullare i fagioli cannellini con la rucola, il pane integrale, un pizzico di sale e un’abbondante macinata di pepe, se piace, volendo usare quello bianco.
Se non risultasse modellabile, aggiungeer il pangrattato integrale. Creare i nuggets modellando con le mani. Mescolare lo yogurt, la senape e il sale. Intingere i nuggets nella salsina di yogurt, passarli nel pangrattato per ottenere una panatura bella corposa. Cuocere i nuggets in padella con un paiod i cucchiai di olio extravergine, stando attenti a non bruciare l'olio o pezzetti di panatura che dovremo togliere nel caso. Volendo cuocere al forno a 180°C con funzione grill.
...mi è venuta fame accidenti! 
Manca solo una bella salsina, potremmo fare un buon ketchup che ne dite? 
Ketchup fatto in casa
50 gr di salsa di pomodoro
250 gr di pomodori maturi
200 ml d’acqua
1 bicchiere d’aceto bianco
40 gr di zucchero
olio extravergine d’oliva
1 cipolla bianca
basilico fresco
semi di finocchio
noce moscata
sale e pepe
Tritare la cipolla e qualche foglia di basilico, sbucciare i pomodori e tagliarli a pezzi, versare in una pentola con un filo d’olio, e lasciare cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti.Togliere dal fuoco e passare la salsa con il frullatore a immersione o il passaverdura, eliminando i residui di buccia o eventuali semini.  Riportare sul fuoco medio-basso per altri 20 minuti, mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
Aggiungere le spezie, regolare di sale e pepe,  e versare l’aceto continuando a mescolare. Continuare a cuocere per altri 15-25 minuti per addensare ancora di più la salsa e raggiungere la consistenza desiderata, sempre a fiamma bassa. Trasferire in uno o più barattoli di vetro opportunamente sterilizzati nell’acqua bollente. Lasciare riposare i vasetti a testa in giù per una notte e dopo l’apertura conservare in frigorifero.

Ora servo e me ne vado
Chloeugi

venerdì 4 marzo 2016

Vitamina D, come mai è importante?!


Il sole ultimamente si sta facendo vedere un po' più spesso, e questo per noi è un bene. Come mai? 
Perché è uno dei rari modi per assimilare la vitamina D di cui tutti parlano.
Ma come mai è così importante? 
Ecco un elenchino di benefici che spesso sottovalutiamo, ne ho trovati tantissimi studiando qua e la, sicuramente ce ne sono altri, ma questi mi sembrano davvero essenziali.

  1. Dà una bella botta al nostro sistema immunitario
  2. Aiuta l'assorbimento di calcio
  3. Migliora la qualità delle nsotre ossa e denti
  4. Combatte le infezioni, quali quelle tipicamente stagionali influenza e raffreddore
  5. Distrugge batteri e virus
  6. Può ridurre il rischio di problemi alla prostata o al colon, ritarda lo sviluppo delle cellule cancerogene
  7. Aiuta lo sviluppo delle cellule  
  8. Può essere un valido aiuto per ridurre l'alta pressione quindi ridurre anche l'attacco di cuore
  9. Migliora l'umore e quindi diminuisce lo sviluppo della depressione
  10. Riduce la possibilità di parti precoci e contrazioni al 7° mese
  11. Migliora la forza dei muscoli anche del cuore
  12. Può migliorare la fertilità
  13. Riduce le infiammazioni orali
  14. E' un valido aiuto per contenere il peso
  15. Ha effetti positivi sulla produzione dell'insulina 

Insomma...ce ne sono davvero tanti di motivi, e quindi il consiglio più valido è cercare di stare almeno 15 minuti al giorno, possibilimente pià volte al giorno, con faccia e braccia scoperte per assorbire al meglio la vitamina D.

Che sia vero tutto o no, sicuro il sole aiuta l'umore davvero, quanto siete felici quando i suoi raggi ci scaldano e rendono tutto pià luminoso?

Servo e me ne vado a prendere un po' di sole, magari scrivo in balcone, lavorare all'aria aperta farà bene a me e all'inquilino della pancia!
Chloeugi
 



mercoledì 2 marzo 2016

Pizze vegetariane e risate con FedEly del weekend


Qual è la voglia che in assoluto ho di più in questo periodo? La pizza!!!
Così, quando domenica Fede ed Ely di Radio M2o, mi hanno chiesto di parlare di pizza, ho colto la palla la balzo (o l'impasto al volo).

Innanzitutto condivido la ricetta base che a casa faccio spesso per deliziarci un po', ovviamente abbiamo gusti diversi e abitudini diverse, in casa.

Impasto base
Ingredienti x circa 4 persone
- 500 gr di farina 0 (o mista aggiungendo un po' di farina integrale a quella kamut)
- 1 cubetto di lievito di birra fresco (cubetto)
- 4-5 cucchiai olio extravergine di olive
- 300 ml circa di acqua tiepida
- sale
- 1 cucchiaino di zucchero di canna 

- salsa pomodoro o polpa fresca

Versare la farina sulla spianatoia o in una ciotola molto capiente. Sciogliere in metà acqua tiepida il lievito e versarlo sulla farina, con olio, zucchero e iniziare a impastare. Una volta assorbita la maggior parte del lievito, versare il resto dell'acqua e il sale e continuare a imapstre fino ad ottenere una bella palla liscia di impasto che lasceremo lievitare fino al raddoppio, almeno un paio d'ore, al calduccio.
Una volta pronta stedere l'impasto su una teglia oleata o coperta di carta da forno.
Cospargerla di salsa di pomodoro e coprirla con gli ingredienti che preferiamo.

Durante la puntata ho proposto delle guarnizioni per vegetariani e alcuen per vegani, niente male, e ribadisco: abbiate il coraggio di chiedere al pizzaiolo abbinamenti personali, vedrete che vi accontenterà e voi ne sarete felicissimi!

Guarnizioni golose veggie style:
- pomodori freschi olive nere e rucola
- verdure grigliate e olive nere
- verdure e formaggio di riso 
- ricotta e asparagi
- formaggio Piave, fette di limone e cipolla cosparsa con rosmarino, pepe e olio
- crema di basilico (o pesto) pokmodoro a fette mozzarella olio e pepe
- fettine di zucca sottilli, crema di nocciola, salvia, aglio, olio e sale più nocciole tostate e tritate
- Melanzane e emmental
- ricotta e funghi
- pomodorini aglio pinoli, rucola, olive e olio
- ricotta, carciofi e cipolle
Ora servo e me ne vado a scegliere una nuova guarnizione!
Chloeugi

venerdì 26 febbraio 2016

Acido Folico per pance sane


Durante la gravidanza ci vengono dati un sacco di consigli soprattutto legati all'alimentazione. E certo: perché quello che mangiamo non solo costituisce la base delle nostre cellule e della nostra salute, ma da ora sarà anche di vitale importanza per l'inquilino che abbiamo in pancia!
Quello che, praticamente a tutte, viene consigliato è aumentare l'apporto di Acido Folico che aiuta a prevenire difetti congeniti, nascite premature, autismo, labbro leporino e ritardo del linguaggio e altri "disguidi" che sicuramente ci farebbero preoccupare!
In quali alimenti ne troviamo in quantità?
Innazitutto in frutta e verdura (ricordandoci di lavarla bene, magari con qualche goccia di succo di limone e o bicarbonato sciolto nell'acqua del lavaggio), legumi, cereali integrali e frutta secca (per fortuna mia grandissima passione).
Quali alimenti quindi potremmo decidere di mangiare di più? (Papille gustative e voglie permettendo!).
1) Per quanto riguarda le verdure: broccoli, carciofi, cavolini di Bruxelles, carote, asparagi, ne contengono circa dai 100 ai 300 mcg per 100 gr.
Nei pomodori, indivia, lattuga, spinaci, rucola, bieta circa 30-99 mcg per 100 gr
2) Nella frutta: agrumi, dalle arance ai mandarini, passando da clementine, mandaranci ai limoni; avocado, kiwi
3) Nei legumi: ceci, fagioli, lenticchie e piselli e nella frutta secca quali noci, nocciole, mandorle circa 30-90 mcg per 100 gr
4) Cereali integrali e pane e pasta integrali circa 50-90 mcg per 100 gr.
5) Nelle uova e alimenti di origine animale 500 mcg per 100 gr (attenzione per chi non è vegetariano alla carne cruda e agli affettati).
Ovviamente tutti questi alimenti sarebbero meglio crudi o non fritti o cotti per troppo a lungo perché si rischiano di perdere il 90% delle vitamine. Spesso ci consigliano, a noi panzute, di assumere un integratore e alimenti fortificati
Direi che non è poi così difficile assumere un po' più di acido folico, che ne dite?
Io vado a farmi una spremuta o magari un buon succo arance e carote o arance e mele, penso che l'inquilino della mia pancia ne sarà contento!
Servo e me ne vado
Chloeugi

mercoledì 24 febbraio 2016

Parlando alla radio di...cupcake!

Domenica mi sono fatta altre risate e chiacchiere con quelli di M2o, i FedEly del weekend (qui link per poter sentire le loro super divertentissime puntate, oltre alla mia!)
Questa volta abbiamo parlato di dolci, e chi è il re dei dolcetti in questo momento? I cupcake!
Ovviamente siamo tutti abituati alle splendide creazioni di Buddy Valastro, con quelle voluttuose cremine al burro sopra soffici cupcake…acquolina si fa sentire eh?
Ma se decidessimo di alleggerire un po’ questi piccoli doni del forno? (o se non avessimo in casa burro e uova? o avessimo allergie?)

Condivido un paio di ricettine che di solito ottengono gandi riscontri positivi tra i miei amici/assaggaitori.
Due classici:

Cupcake Vegani Classici alla Vaniglia:
Ingredienti per circa 18/20 cupcake

345 g farina 
10 g lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
200 g zucchero di canna
1 punta di cucchiaino di vaniglia bio
1 pizzico di sale
120 ml olio vegetale
1 cucchiaio di aceto di mele
350 ml latte di soia al naturale

Cupcake Vegani Classici al Cioccolato:
Ricetta per circa 20-24 cupcake:
275 g farina (meglio se setacciata)
100 g cacao in polvere
2 cucchiaini di bicarbonato
320 g zucchero di canna
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 Pizzico di sale
450 ml latte di soia non dolcificato
2 cucchiaini di aceto di mele
320 ml olio di semi di girasole (o olio di cocco o di mais bio)
1 punta di cucchiaino di vaniglia bio

In entrambi i casi i passaggi sono:
  1. Accendere il forno a 180ºC. Preparare la teglia per le cupcake inserendo i pirottini di carta. 
  2. Mescolare l'aceto di mele in una ciotolina con il latte di soia, il composto inizierà a coagularsi.
  3. Mescolare insieme gli ingredienti secchi: la farina, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato e il sale. Per versione al cioccolato, aggiungere il cacao.
  4. Mescolare l'olio e la vaniglia nella ciotolina con il latte di soia e l'aceto. Amalgamare bene.
  5. Aggiungere gli ingredienti liquidi a quelli secchi e sbattere insieme (a mano o con uno sbattitore elettrico con le fruste).
  6. Riempere gli stampi. Due terzi, non fino al bordo altrimenti usciranno troppo lievitando.
  7. Cuocere per 18-20 minuti. Fare prova stecchino per vedere che la cottura sia ultimata, ma solo dopo almeno 18 minuti, altrimenti si sgonfieranno o cuoceranno male.
  8. Aspettare che la teglia si raffreddi,  mettendoli su una griglia per raffreddare.
  9.  Preparare il frosting con la ricetta che vedete sotto.
  10. Glassare i cupcake. 
Frosting al cacao
Ingredienti
220 g zucchero a velo
50 g di  margarina di soia, ammorbidita
60 ml di latte di mandorla o di soia
10-12 cucchiai di cacao amaro in polvere
un pizzico di vaniglia
Mescolare la margarina e lo zucchero fino ad ottenere un composto denso e cremoso. Aggiungere il latte, il cacao e la vaniglia e continuare a mescolare finchè il composto diventa liscio. Inserirlo in una sac a poche o in una siringa per decorare i cupcake.

Frosting ai mirtilli:
Ingredienti:
400g di tofu vellutato
150ml di sciroppo d’agave 
1/2 cucchiaino di vaniglia bio
100g di mirtilli
2 cucchiai di amido di mais
Frullare il tofu e la vaniglia con un minipimer, poi i mirtilli continuando a frullare.
Gradualmente versare lo sciroppo d’agave.Infine l’amido di mais e frullare il tutto.
Versare in una pentola anti aderente e portare ad ebollizione continuando sempre a mescolare. Dopo 5 minuti di bollitura, spegnere il fuoco, lasciare raffreddare e mettere in frigo. Decorare le tortine.

Frosting cioccolato 
Ingredienti
400g di tofu al naturale
50g di margarina vegetale non idrogenata
200g di ciocclato extra fondente
150ml di sciroppo d’agave
2 cucchiaini di aroma alla vaniglia
2 cucchiai di amido di mais 
Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria con la margarina. Far bollire per alcuni minuti il tofu in acqua, questa operazione serve per idratare e per far si che diventi più cremoso e morbido. 
Frullare il tofu, il cioccolato e la vaniglia, poi lo sciroppo d'acero o d'agave, infine l'amido di mais.
Cuocere in pentola antiaderente e portare a ebolizzione per 5 minuti poi lasciare raffreddare e usare per decorare le tortine con nocciole tostate sminuzzate.
Ora servo e me ne vado...a provare qualche cupcake!
Chloeugi

venerdì 19 febbraio 2016

Frutta che idrata in gravidanza


Si sa che in gravidanza è importante mantenersi idratate, essendo un momento di grandi modifiche nel nostro corpo quali, ad esempio, il volume del sangue, che serve per garantire un adeguato compenso emodinamico e una buona vascolarizzazione della placenta che serve per nutrire il nostro piccolo. Quindi per mantenere questo equilibrio mamma-bimbo è necessario garantirsi una corretta idratazione, oltre essere utile per l'elasticità della pelle e per altre migliaia di motivazioni!
La disidratazione durante questo periodo così particolare, è causa di aumento di rischio di infezioni alle vie urinarie.
Quali sono i sintomi che siamo disidratate? Uno sicuramente è ...la sete (che scoperta eh?), la secchezza delle fauci (erano anni che volevo usare questa espressione da bugiardino!), la fatica, il mal di testa, urine scure, pelle secca, costipazione, crampi, alitosi, voglie strane, sbalzi di umore, pressione bassa, non sudare abbastanza, occhiaie scure insomma ci sono davvero tantissimi sintomi diversi e in gravidanza bisogna starci molto attente.
E come si può fare? Ovviamente bevendo molto, si sa, anche se, soprattutto nei primi mesi di gravidanza, le nostre papille gustative ci riportano gusti strani, spesso metallici, dovuti agli ormoni.
Oltre all'idratazione diretta aumentando i bicchieri d'acqua che ingeriamo durante la giornata, l'alimentazione diventa un valido alleato.
L'acqua è sicuramente importantissima, come già detto, ma ci sono anche succhi, frullati, centrifugati di frutta e verdura, perfetti anche per l'apporto di sali minerali e vitamine.
Inoltre mangiare frutta e verdura con buon apporto di acqua è una tecnica che risolve due problemi: la vogli a di dolce e di cose sane e altamente digeribili, e la necessità di aumentare il fabbisogno di acqua nell'organismo.

Quindi via a spuntini naturali come: 
- pompelmi rosa e fragole (in stagione)
- anguria e melone
- mele
- spinaci
- sedani
- carote
- cavolfiori
- peperoni
- broccoli
- radicchio
- pomodori
- cetrioli

Anche le acque fruttate, soprattutto in estate, sono un ottimo aiuto: un litro di acqua con pezzi di frutta, di verdura e via!
Ovviamente dipende dai gusti, stiamo attente ai succhi industriali perché sono pieni di zuccheri che ci appesantiscono e non fanno bene. Un buon centrifugato carote mele e zenzero è perfetto in questa stagione, oppure carota arancia e limone...sbizzarritevi!

Ora servo e me ne vado...a farmi un buon centrifugato tutto per noi!
Chloeugi

Ps Ecco il succo che ci siamo bevuti!

Succo di finocchio e arancia
Ingredienti per uno (ma lo condivido con l'inquilino della pancia;))
- 180/200 gr di finocchio lavato
- una arancia pelata a vivo
Centrifugare e gustare!!!

Seguimi anche qui

Read me in other languages...

il mioblog pianta un albero